Connect with us

Style & Luxury

“Il Salotto di Milano”: dal business alla nightlife in un’ambientazione luxury, raffinata e sofisticata che si ispira al connubio di Oriente e Occidente

DailyMood.it

Published

on

27 aprile 2012

Situato nell’elegante Corso Sempione, Enterprise Hotel è il primo design hotel quattro stelle superior di Milano, divenuto negli anni un importante punto di riferimento per gli incontri business dell’imprenditoria italiana.

La sua posizione strategica – a pochi passi da Fieramilanocity, dal MIC Milano Convention Centre e in direzione del nuovo polo fieristico – insieme alla disponibilità di servizi tecnologici all’avanguardia e di un ampio Centro Congressi, fanno di Enterprise Hotel un albergo di lusso elegante e moderno, ideale per organizzare soggiorni ed eventi di qualsiasi tipo: dai ricevimenti privati alle convention aziendali.

L’ampia struttura, che riunisce armoniosamente diversi corpi di fabbrica dal passato industriale (ex opifici tra cui la sede della tipografia della celebre rivista La Settimana Enigmistica), dispone di 126 camere, di cui 6 junior suite, 2 suite e 17 appartamenti con ingresso indipendente, tutti finemente arredati e dotati dei migliori comfort.

Grazie a un sapiente lavoro di recupero delle strutture industriali preesistenti e alla creazione di ambienti sofisticati che mescolano il design puro a pezzi unici di arredo etnico, Enterprise Hotel si caratterizza da subito per il suo stile raffinato e originale, lontano dalla standardizzazione alienante dei grandi alberghi internazionali.

A caratterizzare Enterprise Hotel sono anche gli ambienti comuni, curati in ogni dettaglio per creare un’atmosfera seducente e sofisticata che rivela fin da subito la personalità dell’hotel e, con essa, dell’Architetto Sofia Gioia Vedani, Amministratore Delegato di Planetaria Hotels, che ha seguito personalmente la progettazione e la scelta dei materiali.

La ricchezza di suggestioni e richiami è percepibile fin dall’ingresso: entrando dalla monumentale bussola di cristallo – di per sé un’opera d’arte di design e ingegneria – si accede nell’ampia hall dove si trova la reception, cuore operativo dell’albergo all’avanguardia per servizi e tecnologie.

A dare unitarietà i 400 metri quadrati del foyer in un unico ambiente contribuiscono sia la pavimentazione in marmo pakistano verde e africano beige che formano una scacchiera nel loro punto di incontro, sia l’arredo che mescola nel giusto equilibrio moderni mobili geometrici con pezzi unici di antiquariato etnico.

Altra importante zona destinata al pubblico è Event Plaza, la lounge area, particolarmente scenografica per i tre grandi lampadari ad anello sospesi e la quinta del quadro giapponese sul fondo che incornicia il bancone bar: un luogo arioso da cui è possibile accedere anche al grazioso giardino interno e che è riuscito ad affermarsi come location ideale per aperitivi a tema ed eventi.

Altro spazio suggestivo è il Bar Cupola, spazio intimo e raffinato caratterizzato dalla luce soffusa riflessa dalla cupola dorata, dai preziosi mosaici che rivestono le pareti e dalla lastra di onice verde del bancone. Il privè è aperto anche alla clientela esterna grazie all’ingresso indipendente, così come l’adiacente Sophia’s Restaurant al piano ammezzato, raggiungibile da una splendida scala di marmo rosso damasco.

Qui l’ambiente sorprende per lo stile composito e contemporaneo, dovuto al riuscito contrasto tra il soffitto a shed tipico dell’architettura industriale e il gioco di riquadri del parquet, realizzato con listoni afrormosia e bindelli in wengé. A connotare fortemente il ristorante sono inoltre i tendaggi trasparenti che all’occorrenza suddividono la sala in zone, le pareti finemente decorate in smalto e boiserie con nicchie per i divani e il camino di ardesia nera.

Gli ascensori nella hall portano ai piani delle camere. I corridoi hanno pareti color rosa corallo su cui risaltano le porte in legno di noce delle camere, l’illuminazione è soffusa e i pavimenti di marmo sono in seminato alla veneziana.

Tutte le camere hanno il pavimento in parquet industriale e due tendenze di colore: verde o rosso, tinte riprese nell’imponente testiera quadrata del letto. I mobili – tutti disegnati per l’hotel – sono in legno di noce e radica colorata con dettagli in acciaio lucido e pelle. Per l’illuminazione lampade e applique Flos.

Nei bagni si ritrovano i materiali costanti di Enterprise: marmo e mosaico di vetro con finitura iridescente. Il design si sposa perfettamente con il più moderno comfort: ogni camera è dotata di aria condizionata, cassaforte, frigobar, insonorizzazione, TV digitale e pay TV, telefono fax e high speed internet connection.

Tutto il quinto piano, appena ridisegnato con interventi ad hoc, è un omaggio all’Oriente, evocato dal suo stesso nome: ‘I Giardini di Kyoto’. Qui tessuti pregiati, colori ed elementi decorativi che richiamano alla natura negli arredi e nei materiali, improntati alla cultura del Sol Levante conferiscono un’atmosfera calda e avvolgente.

Tale stilizzazione degli interni rientra nel più ampio progetto di ampliamento delle strutture di Enterprise Hotel che ha dotato il settimo piano della nuovissima SPA “Le Terme di Kyoto”, un luogo dedicato al benessere e al relax, unico nel suo genere per la sua vista panoramica sul Duomo di Milano.

La SPA, aperta anche al pubblico esterno all’hotel, è stata concepita e arredata creando un senso di continuità con le suite, non solo nello stile decorativo ma nella scelta di elementi di carattere minimal che rimandano al concetto di calma, relax e ordine suggeriti dalla cultura di questo Paese.

Tutto, dagli arredi all’iconografia, dalla presenza dei colori tipici degli interni nipponici all’utilizzo di mosaici e materiali di pregio, contribuisce a creare un ambiente intimo e accogliente in cui trascorrere qualche ora per rigenerarsi.

La struttura mette a disposizione diverse aree dedicate: la vasca idromassaggio, il bagno turco, la doccia emozionale con cromoterapia e aromaterapia e l’area relax con tatami. Su richiesta è infine possibile prenotare specifici trattamenti benessere, organizzare in collaborazione con personale qualificato mini-corsi e stage o i propri eventi privati, dall’addio al nubilato al compleanno.

Enterprise Hotel è riuscito a collocarsi nello scenario dell’hotellerie milanese come “il Salotto di Milano” ed anche come punto di riferimento per gli incontri business grazie all’offerta di un Centro Congressi all’avanguardia, con una capienza massima di 300 posti e dotato di tutti i comfort e servizi tecnologici di un albergo di lusso.

Il sofisticato Sophia’s Restaurant, il suggestivo Bar Cupola e la scenografica Event Plaza sono ormai riconosciute come cornici ideali per organizzare eventi o trascorrere piacevolmente il proprio tempo libero.

Enterprise Hotel è diventato punto di riferimento anche per la nightlife milanese, grazie ad iniziative sempre diverse, in grado di lanciare le tendenze più innovative.

Ne è un esempio l’appuntamento con i famosi Happy Hour a tema del giovedì. Talvolta anche in partnership con brand noti a livello nazionale/internazionale come ad es. l’happy hour ‘The Crazy Race’ dello scorso 15 settembre, evento organizzato in collaborazione con Red Bull in occasione del Gran Premio di Monza.

Altra novità targata tutta Enterprise hotel è il format l’Aperitage, l’aperitivo vintage che propone una formula più slow in omaggio al passato, un remake di una tradizione già tutta milanese. Nell’appuntamento mensile con l’Aperitage ogni particolare parla vintage: dalla proposta dedicata del food&beverage, all’ambientazione che ospita la nuova formula di aperitivo più ‘slow’, lo splendido Bar Privè dell’hotel con la cupola dorata, un gioiellino impreziosito da tessere di mosaico, con un bancone ricoperto di onice, un omaggio ai pregiati materiali in voga nel passato.

Protagonista dell’Aperitage è, come un tempo, la carta dei drink e cocktail – creati con professionalità e sapiente bravura dai barman dell’Enterprise Hotel – accompagnati dai classici ‘stuzzichini’ , olive, pizzette, salatini, mandorle tostate, fettine di salumi pregiati.

La SPA “Le Terme di Kyoto” è la nuovissima proposta di Enterprise Hotel dedicata al benessere e al relax. Uno spazio esclusivo, reso unico grazie alla sua vista sul Duomo.

Ubicata al settimo piano dell’hotel e progettata secondo lo stile etno-chic che caratterizza tutta la struttura, la SPA “Le Terme di Kyoto” è un vero omaggio al Giappone, sintesi perfetta tra design di carattere minimal e forti suggestioni orientali che rimandano al concetto di calma, relax e ordine suggeriti dalla cultura di questo Paese.

L’ambiente si caratterizza per la scelta di tonalità care al mondo nipponico – rosso, nero, beige, verde – e per l’utilizzo di materiali e finiture di pregio, come le tessere di mosaico che rivestono alcune particolari aree che articolano la SPA in altrettante tappe di un percorso studiato per il benessere e l’equilibrio tra mente e corpo.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement

Style & Luxury

Look Cannes 71: trionfa il girl power!

Polici Francesca

Published

on

La 71a edizione del Festival di Cannes, una delle kermesse più ambite al mondo, si è appena conclusa ed eccoci puntuali come sempre con i nostri commenti sui migliori look.

Partiamo subito da uno dei look che più ha fatto parlare di sé, quello della neomamma più sexy e super social, Chiara Ferragni ovviamente, che non poteva mancare a questo importante appuntamento glamour. Accompagnata dal suo principe azzurro, il rapper Fedez, la Ferragni ha sovrastato la scena con un abito firmato Alberta Ferretti, degno delle migliori favole Disney, quelle che ti restano nel cuore. L’abito da sera total pink con cintura nera in vita e lungo strascico, ha messo perfettamente in risalto il decolleté della regina della moda che, per l’occasione, ha sfoggiato anche un importante gioiello: un girocollo con il nome del suo Leoncino, nato poco più di tre mesi fa.

Ma Alberta Ferretti è stata anche la scelta dell’angelo di Victoria’s Secret, Elsa Hosk. Rosa antico per una mise romantica fatta di un tubino aderente e semi aperto con scollatura a cuore sopra, e lungo fiocco sotto per tenere insieme la gonna ampia e lucida.

Simile nel concept, anche l’abito dell’attrice premio Oscar Lupita Nyong’o in un long dress sempre total pink, ma con sfumature metallizzate, di Prada. Il tubino morbido con gonna ampia, fatto di più strati a veli, l’ha fatta brillare sotto i flash della Croisette. Un abito che, come molti altri sfoggiati durante la manifestazione, ci conferma un trend lanciato già nelle precedenti stagioni: le trasparenze.

Kendall Jenner in Alexandre Vauthier al Secret Chopard Party (Credits Getty Images)

Il nude, infatti, è particolarmente amato dalle star, in particolare dalla top model Kendall Jenner che sul red carpet ha indossato un long dress bianco in tulle, completamente trasparente, di Schiapparelli e poi al Secret Chopard Party ha sfoggiato un sensualissimo minidress metallizzato di Alexandre Vauthier a seno nudo. Ma la Jenner non è stata la sola a osare, molte sono state le celebreties che, abbracciando il movimento “Free the nipples” (letteralmente: “libera il capezzolo”), hanno deciso di mostrare liberamente il proprio corpo, su tutte l’ospite del red carpet di Leto a seno completamente nudo. Un trend che nasce dall’omonimo film di Lina Esco (2014) e che ben presto si è trasformato in un vero e proprio fenomeno di massa destinato a crescere sempre di più. Un movimento che è un vero e proprio monito alla spontaneità del corpo e che, naturalmente, trova terreno fertile nel periodo del #MeToo.
D’altronde, si sa, la moda è da sempre specchio della realtà, e negli ultimi tempi le tematiche sociali stanno invadendo sempre di più passerelle e red carpet internazionali. Cannes non poteva rappresentare un’eccezione in tal senso. Infatti, per il documentario My Profession Is Not Black le attrici hanno sfilato unite, indossando tutte degli outfit di Balmain, per lanciare un messaggio contro la discriminazione di ogni tipo.

Un’atmosfera che si è avvertita già dai primi giorni di Festival, quando 82 donne (registe, attrici e addette ai lavori), guidate dalla straordinaria Cate Blanchett si sono riunite al Grand Théâtre Lumière per parlare della condizione femminile nel mondo dello spettacolo – dal 1971 ad oggi sono state solo 82 le donne registe che hanno preso parte al Festival, contro ben 1688 uomini.

E allora, lunga vita a spacchi vertiginosi e trasparenze. Come è stato per il bellissimo abito della top model Alessandra Ambrosio vestita da Roberto Cavalli, marchio che è stato protagonista di questa kermesse francese. A indossarlo, anche: Hailey Baldwin, Joan Smalls, Stella Maxwell e Toni Garrn.

E ancora Arizona Muse in un elegantissimo nude Christian Dior; Charlotte Le Bon con ampia gonna in tulle completamente trasparente firmata sempre Christian Dior; Sara Sampaio in un abito con profonda scollatura a cuore e spacco vertiginoso fatto di piume e trasparenze di Ralph & Russo.

Un red carpet, quindi, che è stato un vero e proprio inno all’irriverenza – pensiamo al look di Damaris Lewis in uno chicchissimo Athleisure di Off-White – e al “Girl Power”.

di Francesca Polici per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

La Summer Dreaming Collection di Miu Miu

DailyMood.it

Published

on

Miu Miu si prepara all’estate con una colorata collezione che evoca le atmosfere allegre e spensierate della Riviera Francese tra il blu del Mediterraneo e la rigogliosa vegetazione dai colori vibranti.
La collezione presenta abiti e top femminili in tessuti leggeri – come popeline, jersey e chambray – con vezzosi volant e il caratteristico motivo a righe, nelle sfumature rosa e azzurro, dall’inconfondibile fascino francese.
Jeans svasati, gonne in suede e giacche con borchie e frange aggiungono una nota bohémien alla collezione, così come i secchielli in pelle scamosciata con lunghe frange.
Grandi shopper in denim con stampa logo all-over e raffinate borse in paglia intrecciata completano i look.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Accessori

Tiffany & Co. lancia la nuova collezione eyewear primavera

DailyMood.it

Published

on

Le prime creazioni eyewear firmate Reed Krakoff per il brand di lusso americano

Tiffany & Co. presenta la nuova collezione eyewear per la primavera 2018, la prima sotto la direzione artistica di Reed Krakoff. Ispirata all’iconica collezione di gioielli Tiffany T, la gamma da sole e da vista è raffinata e lineare, proprio come lo skyline di New York City a cui rende omaggio. La campagna pubblicitaria, che esalta il modernismo e la creatività del brand americano, è stata realizzata dalla fotografa di moda Cass Bird e vede sotto i riflettori la modella olandese Marte van Haaster.

Tiffany T – TF4148 (Sole)

TF 4148

Questa elegante montatura cat-eye in acetato è caratterizzata dal ciliare curvilineo ornato da un raffinato dettaglio in metallo che varia dal color oro pallido all’oro rosa e al canna di fucile. Il modello è disponibile in nero, havana e havana beige, con lenti marrone sfumato, grigio o grigio sfumato. Le aste nere o havana sono impreziosite dall’iconico logo Tiffany & Co. color oro pallido. Il modello è protagonista della nuova campagna eyewear per la primavera e comparirà sui media e negli store di tutto il mondo.

Tiffany T – TF4147 (Sole)
Reinterpretazione moderna del classico modello pilot, questa montatura cat-eye oversize con

TF 4147

dettagli intagliati in metallo è disponibile nelle versioni oro pallido e argento, a richiamare i motivi dei gioielli Tiffany T. La montatura in acetato è proposta in nero, blu opalino, grigio opalino e avorio opalino con lenti nelle opzioni grigio, azzurro sfumato blu, marrone a specchio/argento sfumato e grigio sfumato. Le aste nere o havana sono contraddistinte dall’iconico logo Tiffany & Co. che richiama il dettaglio in metallo sul frontale.

Tiffany T – TF3061 (Sole)

TF 3061

Chic e iconico, questo modello rotondo in acetato è reso unico dal ciliare arrotondato decorato da un sofisticato dettaglio metallico nei colori argento, oro pallido e canna di fucile. La palette cromatica per le lenti include azzurro sfumato blu, grigio, marrone a specchio/argento sfumato e viola sfumato marrone. La montatura e le aste sono disponibili nei colori argento, canna di fucile e oro pallido, con l’inconfondibile logo Tiffany & Co. in armonia con il dettaglio metallico sul frontale.

Tiffany T – TF2166 (Vista)
Moderno e raffinato, questo modello in acetato è caratterizzato dal ciliare curvilineo ornato da

TF 2166

un delicato dettaglio metallico nei colori argento e rosa o oro pallido e canna di fucile. La montatura e le aste sono proposte in havana, nero, havana scuro e havana beige. Il design richiama l’essenzialità della collezione di gioielli, con il logo Tiffany & Co. color oro pallido sulla barra laterale. Il modello sarà protagonista della nuova campagna eyewear per la primavera e comparirà sui media e negli store di tutto il mondo.

Tiffany T – TF2165 (Vista)

TF 2165

In questa sofisticata montatura da vista ovale in acetato premium la lavorazione stratificata in metallo dei cerchi si ispira al design della linea Tiffany T ed è disponibile in color oro pallido e argento. Tra le tonalità opalescenti disponibili per la montatura figurano blu, grigio e rosa, in aggiunta a un’impeccabile versione nera. Le aste sono proposte in nero o havana con il logo Tiffany T impresso sulla barra laterale a richiamare il dettaglio in metallo sul frontale.

TIFFANY DIAMOND POINT
Il motivo Diamond Point, lanciato nella collezione Home & Accessories nel 2017, entra ora a far parte della collezione di occhiali da sole e da vista. La struttura geometrica s’ispira alla punta di diamante, simbolo del lusso quotidiano dell’eyewear contemporaneo.

Tiffany T Diamond Point – TF4150 (Sole)
Ispirata alle creazioni Tiffany Diamond Point, questa audace montatura squadr

TF 4150

ata in acetato è

realizzata nei colori nero, havana, havana giallo o blu. Le aste rastremate e l’accattivante inserto metallico color oro pallido o argento con cristalli austriaci aggiungono un tocco di glamour. Le aste bicolori a contrasto sono proposte in nero e blu con opzioni havana, havana giallo e blu e il raffinato logo Tiffany & Co. Le lenti da sole sfumate sono disponibili in azzurro, marrone e grigio.

Tiffany T Diamond Point – TF4149 (Sole)

TF 4149

Autentica espressione del lusso moderno, questa montatura cat-eye in acetato è un inno alla femminilità, declinato in sorprendenti combinazioni bicolore: nero e blu, nero e havana giallo, nero e havana, blu e blu opalescente. Le aste metalliche tubolari con dettagli a punta di diamante e logo Tiffany & Co. inciso al laser sono valorizzate da terminali in acetato in nero e blu, havana, blu opalescente e havana giallo. Le lenti da sole sfumate sono disponibili in azzurro, marrone e grigio.

Tiffany T Diamond Point – TF2168 (Vista)

TF 2168

Sofisticata e moderna, questa pregiata montatura ovale in acetato premium è caratterizzata da

sottili aste tubolari in metallo impreziosite dalla lavorazione a punta di diamante e dal logo Tiffany & Co. inciso al laser. Le versioni bicolore includono nero e blu, havana e blu, blu e blu opalescente e una combinazione di marrone, grigio e rosa. I terminali in acetato sono disponibili in nero e blu, havana e blu, blu opalescente e havana rosa.

Tiffany T Diamond Point – TF2167 (Vista)

TF 2167

Raffinati dettagli e lavorazioni di qualità s’intrecciano con la tradizione Tiffany in questa elegante montatura da vista. Il modello in acetato brillante è realizzato nelle tonalità nero, havana scuro, cammello opalino luminoso e blu opalino. Le aste sono proposte in nero e blu, havana scuro, cammello opalino e blu opalino, con il logo Tiffany & Co. a completare la barra laterale. Il ciliare in metallo e il dettaglio sui terminali, ispirati al motivo Diamond Point, sono disponibili in color oro pallido e argento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending