Connect with us

Fashion News

Riparte Love Therapy con edizioni limitate e speciali

DailyMood.it

Published

on

Torna Love Therapy, il brand creato da Elio Fiorucci nel 2003 per proseguire la sua rivoluzione d’Amore iniziata nel 1967 con l’apertura del negozio Fiorucci in Galleria Passarella a Milano.
Oggi l’avventura prosegue con Floria Fiorucci, sorella di Elio, che è sempre stata partecipe del suo lavoro creativo, della sua vita e della sua passione per scoprire “il nuovo”.

Love Therapy da sempre coniuga creatività e messaggi di amore con idee che vengono da tutto il mondo e da tante culture diverse: “La diversità ci piace”,spiega Floria, “è una ricchezza. Trovo molto stimolante il confronto con la creatività che scaturisce da esperienze diverse. Per me è importante che gli oggetti e i capi di abbigliamento siano belli e sinceri, che emozionino il nostro cuore e il cuore di chi li guarda e che siano fatti senza crudeltà.”

Love Therapy è un marchio dolce e rivoluzionario al tempo stesso. È sobriamente eccentrico, distintamente audace, teneramente punk!

Il suo mondo fantastico infonde un sentimento di ottimismo e celebra la gioia di vivere anche attraverso il nuovo sito, online dal 21 Marzo 2017 (primo giorno di Primavera!).
Visitando ora il sito di Love Therapy ci si ritrova in un paesaggio Hawaiiano vintage, un invito al piacere delle cose semplici che non hanno tempo, alla fantasia e libertà che i luoghi fanno sognare. Un mondo un po’ incantato, con la sua natura così forte e presente e l’immagine gentile delle ballerine di Hula. Un luogo non così diverso dai boschi dei nanetti e dalle fiabe, dove la vitalità degli elementi è palpabile e le magie accadono! I nanetti, da sempre, sono i testimonial di Love Therapy e continuano ad essere presenti con la loro vivace innocenza.

Nel negozio online si troveranno oggetti e capi di abbigliamento allegri, ben fatti, funzionali e realizzati con il minore impatto possibile sulla natura. Non sono intere collezioni, ma edizioni limitate e speciali.
Love Therapy non fa moda, propone un modo di essere allegro, fantasioso, vitale e, soprattutto, gentile e amorevole. Perché, come diceva spesso Elio, “L’amore salverà il mondo“.
E la storia continua…

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − diciannove =

Fashion News

Anche Michael Kors diventa “fur-free”

Polici Francesca

Published

on

Dopo Gucci e Armani, anche Micheal Kors dice addio alle pellicce. Così è stato annunciato alla fine dell’anno dal colosso della moda statunitense che, entro dicembre 2018, ha promesso che tutte le sue collezioni – comprese quelle del brand Jimmy Choo, acquistato la scorsa estate – saranno completamente “fur-free”.

Il nome del marchio, quindi, si va ad inserire nella lunga schiera di designer che già da tempo si sono scagliati contro le pellicce di origine animale – non solo Gucci e Armani, ma anche Calvin Klein, Tommy Hilfiger, Stella McCartney, Hugo Boss e Ralph Lauren –, entrando nel programma Fur Free Retailer Programme, che mette in contatto le aziende che non utilizzano le pellicce con i consumatori in cerca di prodotti etici. Una vera rivoluzione, questa, che pare contagiare sempre di più il mondo della moda. Anche il cosiddetto “Fast Fashion” si è adeguato a questo cambiamento radicale. Neanche i popolarissimi portali di shopping online Yoox e Netaporter, infatti, venderanno più pellicce di origine animale, ma solo ecologiche. Un vero colpo per le amanti del visone, ma un gioioso sussulto per gli animalisti più intransigenti.

E, a proposito di animalisti, probabilmente dietro a questa storica decisione di uno dei brand più amati dalle fashion addicted, c’è forse il loro zampino. Le pressioni fatte alla casa di moda, infatti, sono state moltissime – basti pensare alla sfilata a New York lo scorso giugno che è stata interrotta per più di dieci minuti. Se da un lato eventi come questi hanno spinto sempre di più la case di moda ad allontanarsi da questa pratica, da molti ritenuta una crudeltà ingiustificata, dall’altro era forse necessario fermarsi un attimo a riflettere sui mutamenti che hanno investito recentemente il mercato, non solo italiano. Di fatto, negli ultimi anni, la domanda verso prodotti etici è aumentata sempre di più, e grandi aziende dal calibro di Michael Kors non potevano certo rimanere indifferenti. L’attenzione sempre più crescente da parte del pubblico verso tematiche come l’impatto sull’ambiente e lo sfruttamento animale, ha costretto il mondo della moda tout court ad una profonda riflessione, mettendo in discussione delle pratiche date per scontato e ripensando completamente l’idea stessa di moda. Non è un caso che quest’anno le pellicce ecologiche siano state un vero e proprio must have, amatissimo da donne di ogni età che lo hanno indossato – e continuano a farlo tutt’ora – nelle occasioni più disparate, da quelle casual a quelle chic.

Il presidente di Micheal Kors, John D. Idol, ha spiegato come questo segni una fase di cesura unica nella storia del marchio che, da adesso in poi, “si focalizzerà sempre di più sulla lavorazione di materiali innovativi”. A Idol ha fatto eco anche il designer del brand, spiegando che “grazie al progresso tecnologico che ha investito la fabbricazione, ormai è possibile creare un’estetica di lusso utilizzando anche pellicce non animali”. È ormai ufficiale, quindi, entro la fine dell’anno, spariranno completamente tutti gli inserti di origine animale sia nei prodotti firmati Michael Kors, sia in quelli di Jimmy Choo e le prime proposte verranno presentate già nelle sfilate di febbraio. Ci saranno altre case di moda che seguiranno questa scia? Restiamo a vedere.

di Francesca Polici per DailyMood.it

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

In montagna con stile

Polici Francesca

Published

on

Ci siamo, è finalmente arrivato quel momento dell’anno in cui anche il freddo e le temperature più rigide sembrano avere un senso: la settimana bianca. D’altronde, non sarebbero vere vacanze invernali senza un po’ di montagna.
Sicuramente, vi starete già pregustando il candore della neve sulle Dolomiti, il comfort della spa e del centro termale dell’albergo che avete prenotato già da tempo, le lunghe cene in baita e le immense distese di piste da sci. Sembra tutto perfetto e voi siete davvero pronte a partire, si fa la valigia e… ed ecco che arriva l’attacco di panico! Esiste qualcosa di più complicato di una valigia per la settimana bianca? Probabilmente no, ma niente paura, con i nostri consigli di stile, il tutto sarà molto più facile di quanto crediate.

Bene, iniziamo subito. Per quanto possiate stentare a crederlo, è assolutamente possibile essere trendy e calde nelle vostre serate post sci senza sembrare l’omino della Michelin. Non è necessario indossare infiniti strati addosso, basta scegliere con cura l’outfit giusto. E ricordatevi di non rinun

Ermanno-Scevrino

ciare al comfort, in montagna è assolutamente indispensabile.

Intanto, partiamo dicendo che i trend di quest’anno vengono in nostro soccorso. Sì, perché per questa stagione c’è stata una vera e propria “fur-mania” che è perfetta per una bella vacanza in montagna. Cosa c’è di più caldo di una comodissima ed elegantissima pelliccia? Anche le tanto ormai ambite eco pellicce – sono stati tantissimi i designer che hanno prediletto questa alla classica vera pelliccia, basta pensare al recente annuncio di Michael Kors – vi terranno calde sulla neve senza farvi rinunciare al vostro stile. E a proposito dell’amatissimo brand statunitense, se siete delle tipe estroverse e amate giocare, dando libero sfogo alla vostra fantasia con i colori, allora non potete fare a meno di scegliere l’eco pelliccia fucsia che certo non vi farà passare inosservate. Se invece, anche voi, siete delle patite del parka – una delle giacche che ha spopolato di più in questa stagione – allora, quello di Ermanno Scervino con collo e maniche in volpe fa davvero al caso vostro. Per chi continua a prediligere il piumino ci sono ottime notizie, potete scegliere o un modello classico e sempre chic di Moncler in total black, oppure uno più “sporty” – che fa anche molto street style – come quello di Fenty by Rihanna.

Fenty-by-Rihanna

Non dimenticatevi, poi, degli accessori. Potete scegliere di alternare una comoda e calda sciarpa, come quella in visone di Luis Vuitton, al collo grigio perla (anche questo in visone) di Blumarine, perfetto su ogni tipo di capospalla. Per il cappello, invece, optate per un classico berretto a cuffia con pom pom, magari tono su tono, come quello rosa di Borsalino con inserti di volpe. Poi, se amate giocare con la neve, vi consigliamo di rinunciare ai guanti in velluto e di optare per un tessuto tecnico come Rossignol.

E, per finire, le scarpe. Qui, non possiamo non consigliarvi i sempre trendissimi e comodissimi Moonboots, magari quelli nelle fantasie più stravaganti, in fondo sono un classico che non tramonta mai.

A questo punto, siete pronte a chiudere la vostra valigia? Bene, non ci resta che augurarvi una buona (e fashion) settimana bianca!

di Francesca Polici per DailyMood.it

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Creativo e fantasioso, l’Ultra Violet illumina il 2018

DailyMood.it

Published

on

Ultra Violet

pantone-color-of-the-year-2018-ultra-violet-lee-eiseman-quote-itPANTONE 18-3838 Ultra Violet, una tonalità di viola drammaticamente provocante e riflessiva, che comunica originalità, ingegnosità e pensiero visionario è il Pantone Color of the Year 2018.
L’Ultra Violet suggerisce i misteri del cosmo, il cielo notturno, vasto e senza limiti, e simboleggia ciò che ispira il desiderio di andare alla ricerca di un mondo al di là del nostro.
I viola enigmatici da molto tempo sono diventati il simbolo della controcultura, dell’anticonformismo e dell’estro artistico. Icone musicali come Prince, David Bowie e Jimi Hendrix hanno introdotto sfumature di Ultra Violet portandole in primo piano nella cultura pop occidentale come espressioni personali di individualità.
Storicamente, all’Ultra Violet vengono attribuite qualità mistiche e spirituali. Questo colore è infatti spesso associato a pratiche di meditazione, che offrono rifugio dal mondo di oggi, caratterizzato da un eccesso di stimoli. Si dice che l’utilizzo di un’illuminazione con tonalità viola negli spazi dedicati alla meditazione e in altri luoghi di aggregazione fornisce energia alle comunità che vi si raccolgono e ispira la connessione.

Il Color of the Year
Il Pantone Color of the Year ha cominciato a significare molto di più di ‘cosa fa tendenza’ nel mondo del design; si tratta di una vera e propria riflessione su ciò di cui il nostro mondo ha oggi bisogno,” ha detto Laurie Pressman, Vice Presidente del Pantone Color Institute. Poiché gli individui di tutto il mondo sono sempre più affascinati dal colore e ne comprendono la capacità di veicolare messaggi e significati profondi, progettisti e marchi tendono ad utilizzare il colore per ispirare e influenzare. Il Color of the Year è quel particolare momento nel tempo che fornisce la direzione strategica al mondo delle tendenze e del design, rispecchiando il lavoro che il Pantone Color Institute svolge tutto l’anno per progettisti e marchi.

Il Pantone Color Institute
Il Pantone Color Institute è il comparto di consulenza di Pantone: prevede le tendenze del colore, fornisce consigli alle aziende in merito al colore nell’identità del marchio e nello sviluppo dei prodotti. Il Pantone Color Institute collabora con marchi di livello mondiale, mediante previsioni sulle tendenze stagionali, ricerche sulla psicologia del colore e servizi di consulenza personalizzata sul colore, per integrare nella loro strategia di design tutta la potenza, la psicologia e l’emozione del colore.

L’Ultra Violet nella bellezza
pantone-color-of-the-year-2018-tools-for-designers-beautyNel mondo beauty, l’Ultra Violet è magico per creare look espressivi adatti a tutti. Presente nella palette di ogni strumento di bellezza, la natura complessa e profonda di questo colore ben si adatta a look creati da combinazioni e ombreggiature. Un singolare viola opaco sulle labbra o sulle unghie equivale a una forte dichiarazione di anticonformismo, mentre le tonalità metalliche e i luccichii dell’Ultra Violet aggiungono agli occhi complessità e mistero. Le tonalità di viola per i capelli rimandano allo street style come simbolo di espressione creativa.

L’Ultra Violet negli arredi di interni
pantone-color-of-the-year-2018-tools-for-designers-home-decorNell’arredo di interni, l’Ultra Violet è in grado di trasformare una stanza in un luogo di straordinaria espressione, caratterizzando qualsiasi spazio, sia quelli legati alla tradizione e all’eleganza, sia quelli inaspettatamente audaci. Nel settore dell’ospitalità, l’Ultra Violet si colloca al centro della scena negli spazi interni quando hotel piccoli e grandi sfruttano colore e design per incantare i viaggiatori e mantenere la propria rilevanza.

L’Ultra Violet nella moda
pantone-color-of-the-year-2018-tools-for-designers-fashionSulle passerelle, l’Ultra Violet è un viola incantevole che fornisce un elemento teatrale sia allo stile femminile che a quello maschile. Nato da una combinazione di rosso e blu, l’Ultra Violet si presta a speciali combinazioni cromatiche nella moda ed è facile da abbinare, o almeno più di quanto si possa pensare. Insieme agli ori o ad altri colori metallici l’Ultra Violet diventa lussuoso e accattivante, mentre con i verdi e i grigi evoca eleganza. L’Ultra Violet assume un aspetto differente a seconda dei materiali: i velluti di questo colore suggeriscono atmosfere intriganti per la sera, ma risultano anche sorprendentemente moderni per l’abbigliamento sportivo o le scarpe da ginnastica.

Vi aspettavate un Color of the Year diverso? Pantone stupisce ancora! Bisogna però dire che il viola ha i suoi vantaggi, ad esempio sta bene sia alle more che alle bionde, e anche in passerella è spesso presente nelle sue varie sfumature. Certo è che ben presto lo vedremo ovunque, dalle vetrine dei negozi ai social, quindi…meglio iniziare ad indossarlo sin da subito!

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending