Connect with us

Mood Town

Turismo e benessere: Cortina capitale della Mindfulness per un weekend

Published

on

Una manifestazione a tema, che si terrà a fine settembre e vedrà protagonisti alcuni tra i massimi esperti della materia nel suggestivo scenario della futura città olimpica. In programma, workshop, seminari e pratiche esperienziali guidate.

Non solo Olimpiadi. In attesa dei Giochi Invernali che nel 2026 catalizzeranno (e in parte stanno già catalizzando) l’attenzione del mondo sulle sue montagne, Cortina si appresta a diventare capitale della Mindfulness, protagonista indiscussa, tra il 30 settembre e il 2 ottobre 2022, di una manifestazione nata per volontà dell’Associazione Albergatori Cortina e dell’Amministrazione Comunale con l’intento di promuovere una tra le località turistiche più amate d’Italia, partendo da un punto di vista inedito.

Raggiungere il benessere interiore educando corpo e mente all’accoglienza incondizionata dei propri stati emotivi e mantenendo un approccio non giudicante rispetto alle singole esperienze. È l’idea che sta alla base di questa disciplina teorizzata alla fine degli Anni Settanta dal biologo statunitense Jon Kabat-Zinn e ultimamente molto apprezzata anche nel nostro paese, dove l’emergenza sanitaria ha spinto sempre più persone a combattere lo stress e le ansie del quotidiano cercando rifugio nelle pratiche meditative. La Mindfulness, che di fatto insegna ad accettare e canalizzare le emozioni, positive o negative che siano, prescindendo dalle insidie dei costrutti mentali per ottenere il giusto grado di autoconsapevolezza e soddisfazione personale, nel contesto pandemico ha trovato terreno fertile per attecchire. Si calcola infatti che almeno il 56% di chi la esercita – un italiano su cinque stando alle stime più recenti – abbia iniziato a farlo durante il lockdown e, in 9 casi su 10, intenda continuare a servirsene anche in futuro. Da qui la felice intuizione di dar vita a un’iniziativa finalizzata ad approfondire la conoscenza di quella che è a tutti gli effetti una scuola di pensiero con accoliti in tutto il mondo, e di farlo in una location unica che, per caratteristiche e per la natura incontaminata che la circonda, ispira tranquillità e invita all’introspezione. Paesaggi mozzafiato, sport ed eccellenze enogastronomiche da una parte, relax e raccoglimento dall’altra, per quello che, negli intenti degli organizzatori, dovrà diventare un appuntamento fisso con cadenza annuale, parallelo alle innumerevoli attività praticabili presso la nota località sciistica veneta, da sempre divisa tra anima glamour e spirito riflessivo.

L’evento, alla sua prima edizione, è accreditato dall’Istituto Italiano per la Mindfulness e si concentrerà sul tema della gestione delle emozioni, declinandolo nel corso di numerosi seminari che si terranno – in lingua inglese e italiana – a partire dal pomeriggio di venerdì 30 settembre e fino alla mattina di domenica 2 ottobre, intervallati da momenti di pratica guidata. Durante la tre-giorni si parlerà di “mindfulness in un mondo che cambia”, mindfulness in ambiente aziendale, mindfulness nell’invecchiamento e nella longevità, mindfulness per e nelle scuole e mindfulness quale parte integrante dell’attività sportiva. Tra gli ospiti, nazionali e internazionali, che ne discuteranno all’interno delle rispettive sessioni, ci saranno Paolo De Lutti, Presidente dell’Istituto Italiano per la Mindfulness, Ronald Siegel, psicologo e Assistant Clinical Professor of Psychology presso la Harvard Medical School, Renato Mazzonetto (Direttivo Is.I. Mind.), Antonella Buranello, psicologa psicoterapeuta della Gestalt nonché docente presso il Master di Psicologia dell’invecchiamento e della longevità presso l’Università degli Studi di Padova, Kimberly A. Schonert – Reichl, docente presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università della British Columbia, in streaming da Chicago, e Andrea Zaccaro, Professore presso l’Università di Chieti. L’esperienza si concluderà en plein air a due passi dal celebre Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, con una suggestiva passeggiata sensoriale alle 5 Torri, la cui forma inconfondibile le rende tuttora uno dei simboli più noti e riconoscibili di Cortina.

Per ulteriori informazioni e per iscriversi all’evento è possibile consultare il sito https://cortinamindfulness.it/.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + quattro =

Mood Town

Luoghi poco conosciuti per gustare il miglior cioccolato

Published

on

Settembre è arrivato e l’estate è quasi finita. Per addolcire un po’ le vostre giornate, Civitatis propone un viaggio attraverso gli angoli più dolci del mondo.

Puro, al latte, bianco, alle mandorle, all’arancia, senza zucchero… Sembra che ci sia un cioccolato per tutti. Forse è per questo che è così popolare, perché si adatta a ogni persona in modo che nessuno possa dire “Passo, preferisco un pezzo di carota”.

Inoltre, si dice che questo piccolo piacere migliora l’umore, abbassa il colesterolo, rigenera la pelle e riduce il rischio di malattie cardiache. Si può chiedere di più?

Per questo motivo, Civitatis, azienda leader nella vendita di visite guidate, escursioni e tour gratuiti in spagnolo in tutto il mondo, ha approfittato della data della Giornata del Cioccolato per stilare una lista delle migliori destinazioni al mondo in cui gustare questo gioiello. Perché non tutto ciò che è gustoso fa male alla salute. E se è accompagnato da un viaggio, tanto meglio.

Said, Roma

Come se fosse uscito da una fiaba, questo locale romano è uno dei principali protagonisti della scena italiana del cioccolato.

Situata in una piazzetta raggiungibile attraverso un vicolo che porta alla via Tiburtina, questa antica fabbrica di dolci “quasi nascosta” è, senza dubbio, il posto migliore per gustare il cioccolato in tutte le sue forme. Lì, il viaggiatore può degustare il prodotto in una delle sue poltrone in modo informale o recarsi direttamente al ristorante, dove si preparano piatti complessi il cui protagonista è, ovviamente, il cacao.

Wittamer, Bruxelles
Dovevamo iniziare in Belgio se si trattava di cioccolato. Proprio così: abbiamo dimenticato i luoghi più tipici (nel Paese con la maggior fama di cioccolato al mondo) per portare il viaggiatore in un angolo molto speciale della capitale belga: la cioccolateria Wittamer.
Al numero 6 di Place du Grand Salon si trova un negozio centenario che offre cioccolato e macarons scandalosi. Se è vero che non si tratta di un angolo “sconosciuto”, è ben lontano dalla fama di “Leonidas” o “Neuhaus”, ma il suo cioccolato non ha nulla da invidiare agli altri due.

Läderach, Svizzera
Situata in rue de la Tour-de-I’lle, nel cuore di Ginevra, questa cioccolateria offre i migliori cioccolatini della Svizzera, al di là delle marche commerciali che i turisti affollano subito.

È impossibile visitarla senza assaggiare alcune delle centinaia di cioccolatini offerti. Il prezzo è alto, ma ne vale la pena.

Hugo & Victor, Parigi
I migliori maestri cioccolatieri del mondo sembrano essere concentrati a Parigi, dove i viaggiatori troveranno i cioccolatini più esclusivi, meglio disegnati e più spettacolari del mondo.

Al di là della Manufactrure d’Alain Ducasse, della Maisson du Chocolat e degli altri luoghi dedicati alla più alta forma di lavorazione del cacao, questo stabilimento parigino si è fatto strada tra i giganti per offrirvi alcuni dei migliori cioccolati del mondo.

Schokov, Vienna
I sapori più curiosi si trovano in questo negozio viennese dove si possono provare più di 200 varietà di cioccolato biologico.

Alcuni dei prodotti più venduti sono la lavanda e l’olio d’oliva, anche se la cosa migliore da fare è visitarli durante una delle loro “serate di degustazione” e imparare a conoscere il cacao insieme a un vino scelto appositamente in base ai cioccolatini che si stanno per assaggiare.

Schocov non è solo una cioccolateria, è un’esperienza.

Conspiracy Chocolate, Hong Kong
Il maestro cioccolatiere che ha creato questo piccolo negozio ha sempre saputo di voler offrire un prodotto molto personale senza perdere nemmeno un punto di qualità. È così che è nato Conspiracy, un luogo dove si può gustare il miglior cioccolato di Hong Kong mescolato con pepe di Sichuan, yuzu o CBD.

Realizzato solo con semi provenienti da una fattoria vietnamita, il progetto Conspiracy è in cima alla lista dei viaggiatori che vogliono provare qualcosa di diverso senza perdere di vista l’amore per il cacao.

Kee’s Chocolates, New York
I cioccolatini artigianali di Kee si sono ritagliati uno spazio nella scena più dolce e innovativa della capitale del mondo moderno.

Fino al 2002, Vosges, Jack Torres e la Maison du Chocolat erano presenti in tutti gli elenchi dei luoghi consigliati per acquistare cioccolato a New York. Poi è arrivato Kee’s a cambiare tutto questo, con i suoi dolci fatti ogni giorno e, cosa che i viaggiatori amano di più, la possibilità di assistere alla loro preparazione dal vivo!

Bubó, Barcellona
Il sogno per cui Bubó era nato si è finalmente avverato: creare un piccolo negozio che avrebbe stravolto tutto ciò che si era conosciuto fino a quel momento. Il loro obiettivo è stato di gran lunga superato grazie al duro lavoro, alla qualità e, naturalmente, a un design spettacolare che ricorda quello di una gioielleria.

Le elaborazioni più tradizionali si mescolano con la massima innovazione, evidenziando sempre la cura per la materia prima e la particolare attenzione al suo ingrediente principale: il cacao.

Tutto questo fa di Bubó una tappa obbligata per i viaggiatori amanti del cioccolato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

I 10 luoghi più fotografati nel 2022

Published

on

In vista della Giornata della Fotografia, Civitatis ha stilato una lista degli angoli del mondo che hanno accumulato il maggior numero di foto quest’anno.

L’estate è un periodo in cui si viaggia, si stacca la spina e, naturalmente, si fotografa. Non c’è nemmeno più bisogno di una macchina fotografica: il cellulare ha tutto e rende facile immortalare qualsiasi momento, ovunque e in qualsiasi circostanza.

Inoltre, questo sviluppo tecnologico non solo facilita il processo di ritrazione di qualsiasi scena, ma permette anche di analizzare, grazie ad applicazioni come Sightsmap, i luoghi che accumulano il maggior numero di scatti e flash, stabilendo una mappa di calore in base alle città e ai monumenti più attraenti.

Civitatis, azienda leader nella vendita di visite guidate, escursioni e visite gratuite in spagnolo in tutto il mondo, ha condotto uno studio su questi “hot spot” in vista della Giornata della Fotografia, che si terrà venerdì 19 agosto. Quanti di questi sono presenti nella vostra galleria?

1- New York, USA

New York è la città che accumula il maggior numero di foto. E non c’è da stupirsi: la capitale del mondo moderno attira ogni anno milioni di persone che vogliono fotografare quei luoghi che hanno visto mille volte al cinema o in televisione.
I progetti per Manhattan sono infiniti e il carico artistico e culturale della Grande Mela è una forte attrazione per tutti i viaggiatori. I punti caldi sono la Bethesda Fountain (Central Park), l’Empire State Building, Times Square, il ponte di Brooklyn e il World Trade Center.

2- Roma, Italia

La capitale italiana è la seconda città più fotografata nel 2022, seguita da New York. La “Città Eterna” trasforma una passeggiata per le sue strade in un viaggio nel tempo.
Il Colosseo romano e la Fontana di Trevi sono, come prevedibile, i due luoghi più fotografati della città. Seguono il Foro, il Pantheon di Agrippa, il Palatino, Villa Borghese e Trastevere.

3- Barcellona, Spagna

Barcellona è sul podio con un terzo posto tra le città più fotografate al mondo grazie alla sua atmosfera cosmopolita, alla sua offerta culturale, commerciale e turistica, alla sua impressionante architettura, alla sua storia, alle sue strade e alla sua eccellente posizione sulle rive del Mediterraneo.
Sono molti i luoghi di Barcellona che attirano l’attenzione, ma tra questi spiccano la Sagrada Familia, il Park Güell, il Tibidabo, La Pedrera, Casa Batlló, Santa María del Mar e il Camp Nou.

4- Parigi, Francia

La capitale francese, uno dei luoghi più belli e culturalmente ricchi per metro quadro, ha impiegato molto tempo per apparire. Tutti la conoscono come “la città della luce” grazie a un importante fatto storico: è stata la prima città al mondo a illuminare le sue strade con luci elettriche. Ma gli aneddoti non finiscono qui: Parigi è piena di storie, angoli magici, musei e quartieri che sembrano usciti da una fiaba.
Tra questi luoghi magici, i viaggiatori e le loro macchine fotografiche si concentrano innanzitutto sulla Torre Eiffel, seguita da Notre Dame, l’Arco di Trionfo, la basilica del Sacro Cuore, il Louvre, la Sainte Chapelle e il quartiere di Montmartre.

5- Istanbul, Turchia

Un luogo come Istanbul, capitale dei tre imperi, non poteva mancare nell’elenco delle città più fotografate. Passeggiare per le sue strade, navigare sul Bosforo in barca, contrattare nel Gran Bazar e vedere il riflesso del massimo splendore dell’Impero Ottomano nel suo palazzo è qualcosa che ogni viaggiatore dovrebbe fare almeno una volta nella vita.
Tra tutte le attrazioni fotografabili di Istanbul, quelle che attirano maggiormente l’attenzione sono la Basilica di Santa Sofia, la Moschea Blu, il Palazzo Topkapi, la Basilica Cisterna (nota anche come Palazzo Sommerso), il Parco Gülhane, il Ponte di Galata e Piazza Taksim.

6- Venezia, Italia

Al sesto posto della lista c’è Venezia, una città composta da 120 isole collegate da ponti. Di fronte a un tale sforzo umano, nessuno si stupisce delle continue inondazioni che minacciano questa città da favola, che in qualche modo la rendono ancora più speciale.
Tra i luoghi più fotografati di Venezia ci sono Piazza San Marco e la Basilica, il Ponte di Rialto, il Palazzo Ducale e il Canal Grande.

7- Montecarlo, Monaco

Questo quartiere del Principato di Monaco, creato nel 1856 dal Principe Carlo III durante la costruzione di un casinò nella zona, è sinonimo di lusso, classe e belle foto.
I luoghi con il maggior numero di scatti sono il Casinò di Monte Carlo e il Grand Theatre, insieme ad altri luoghi al di fuori del quartiere (ma all’interno di Monaco) come il Port d’Hercule, la Cattedrale, Le Rocher e il Circuito di Formula 1.


8- Firenze, Italia

Terza apparizione dell’Italia nella lista delle città più fotografate, questa volta con Firenze al numero 8 della classifica. Firenze, come la chiamano gli italiani, è una piccola metropoli culturale che offre ai visitatori i migliori musei e gallerie d’arte nei rispettivi settori.
Piazza del Duomo, Ponte Vecchio, la Cattedrale, Piazza della Signoria, il Campanile di Giotto e Santa Maria Novella sono i luoghi più fotografati di Firenze.

9- Buenos Aires, Argentina

Capitale dell’Argentina, questa grande città cosmopolita, divenuta una delle più importanti dell’America Latina, è una delle 10 città più fotografate al mondo.
Buenos Aires è una città moderna che ha saputo conservare le sue antiche tradizioni e alcuni suoi angoli suggestivi, creando un luogo capace di sorprendere e incantare i suoi visitatori.
I punti più interessanti (dal punto di vista fotografico) sono Plaza de Mayo, il Cimitero della Recoleta, la Bombonera, il Monumental, Plaza del Congreso, l’Avenida 9 de Julio e il Parque 3 de Febrero.

10- Budapest, Ungheria

Più di 7 milioni di turisti visitano ogni anno Budapest, la “Perla del Danubio”. Con questi numeri e l’imponente architettura di una città che ha ispirato alcuni dei più grandi artisti della storia, è comprensibile che sia la decima città più fotografata al mondo.
I luoghi che ricevono il maggior numero di flash dai visitatori di Budapest sono il Ponte delle Catene, la Basilica di Santo Stefano, il Parlamento, il Castello di Buda, il Bastione dei Pescatori e il Parco Városliget.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Bahamas nel segno dell’avventura

Published

on

Di isola in isola, una vacanza alle Bahamas non può dirsi perfetta senza avventurarsi nelle acque turchesi dell’arcipelago: paradiso per i subacquei di tutti i livelli, le Bahamas sono anche la meta perfetta per escursioni in barca adrenaliniche e libere cavalcate sulla sabbia bianca, in riva al mare.

A ogni animo avventuroso la sua isola, la vostra qual è?

Per gli amanti della velocità in mare aperto, il ritrovo è Nassau
A tutta velocità a bordo di un motoscafo solcando le vaste e cristalline acque caraibiche. L’adrenalina è alle stelle ma l’escursione non si limita a questo: all’emozione di una barca spinta oltre i 60 km orari si aggiunge quella di visitare alcuni dei luoghi più iconici delle Bahamas – le Exuma.
L’escursione organizzata da Powerboat Adventures parte da Nassau e offre un’intera giornata gli Exuma Cays, inclusa la visita di un’isola privata, un tuffo con i maialini nuotatori, l’incontro con squali e razze, un pranzo fresco, una dimostrazione sulla preparazione della conch salad, la deliziosa insalata di strombo delle Bahamas.
Maggiori informazioni: https://www.powerboatadventures.com/

Immersione nella natura: Andros
L’isola più grande dell’arcipelago, Andros vanta un paesaggio verde intenso grazie alle fitte pinete e alle palme ondeggianti, e i magici blue holes. In quello dedicato a Captain Bill nello specifico, potrete osservare una delle meraviglie geologiche più impressionanti dell’isola: trascorrete la giornata saltando dal ponte artificiale nell’acqua cristallina circondata da una profonda foresta di pini. È gratuito per tutti i visitatori.
Maggiori informazioni: https://www.bahamas.com/experiences/captain-bills-blue-hole-andros

Sfida a pesca alle Berry Islands
Le Berry Islands sono delimitate dalla Tongue of the Ocean (TOTO), una profonda fossa oceanica che separa le isole di Andros e New Providence e costituisce una delle zone di pesca più ricche delle Bahamas, e sono l’ideale per il pescatore principiante o per gli appassionati di pesca più rodati e in cerca di un bottino da record. Il Chub Cay Resort & Marina Club organizza charter di pesca d’altura, incluso un charter Deep Drop di quattro ore.
Maggiori informazioni: https://www.bahamas.com/it/islands/berry-islands

A Grand Bahama Island per un tour in 4×4
Se siete alla ricerca di avventure emozionanti sulla terraferma, cimentatevi in un jeep safari dell’isola di Grand Bahama. Mettetevi al volante di una delle 4×4 scoperte in compagnia di una guida esperta, per un tour in fuoristrada del Parco Nazionale Lucayan o presso il ‘Garden of the Groves’. Entrambi i tour offrono la possibilità di osservare la fauna selvatica all’interno del ricco paesaggio interno dell’isola e di conoscerne gli ecosistemi, oltre l’oceano.
Maggiori informazioni: www.gbntours.com

In sella nell’isola di New Providence
Godetevi l’ultima passeggiata sulla spiaggia mentre siete in vacanza alle Bahamas, meglio se a cavallo tra i boschi lussureggianti e le spiagge incontaminate del sud dell’isola di New Providence. La proposta è perfetta per adulti amanti degli animali e bambini di età superiore ai 12 anni: l’escursione guida i visitatori in un tour attraverso la splendida natura delle Bahamas, attraverso aree boscose e su una spiaggia di sabbia bianca lontana dalla confusione. Happy Trails Stables è stata una delle prime compagnie a proporre escursioni guidate a cavallo, le quali includono il ritiro e la riconsegna dell’hotel. Per prenotare l’esperienza o saperne di più visitate: https://www.ridingbahamas.com/

Immersioni con gli squali a Tiger Beach
Un’emozione unica per i sub: la Tiger Shark Expedition si effettua a Grand Bahama e permette agli appassionati di diving di avere un contatto diretto con gli squali. Tra le destinazioni ambite da ogni sub, le Bahamas regalano fondali da sogno ma quello che rende speciale questa meta è proprio la possibilità di partecipare ad una Tiger Shark Expedition per realizzare il sogno di nuotare insieme agli squali tigre. Le spedizioni si effettuano da settembre a marzo. Per informazioni: www.reefoasisdiveclub.com/diving-bahamas/shark-diving

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending