Connect with us

Campagne Pubblicitarie

Campagna Pubblicitaria Gucci Pre-Fall 2020

DailyMood.it

Published

on

L’infanzia è quel tempo magico di perfetta armonia con tutto il creato, di pura innocenza e di assoluta spontaneità. È il regno degli amici immaginari e degli animali – qualsiasi animale, persino puzzole e rane – come migliori amici. Come l’Arcadia, o un’epoca mitica che non si ripeterà mai più, dura per pochissimo tempo, ed è probabilmente per questo che il suo fascino si cristallizza eternamente come il momento perfetto cui aspirare, a qualunque costo. Tutti vorremmo essere di nuovo bambini, con o senza la consapevolezza acquisita nell’età adulta.

La nuova campagna pubblicitaria di Gucci è un’ode all’innocenza ritrovata, un ritorno al mondo dell’infanzia, un invito a un autentico impegno nei confronti della natura e, con essa, della vita. È semplice e diretta, proprio come dovrebbe essere l’infanzia: un incantevole paesaggio naturale immerso in una luce intensa fa da sfondo all’interazione spontanea di un cast di umani e un gruppo di meravigliosi animali fiabeschi. Tutto qui, oltre alla presenza inattesa di altalene e scivoli: passatempi infantili ideali, che di solito non si trovano in natura.

Attraverso l’obiettivo di Alasdair McLellan prende forma una serie di immagini e ritratti, tanto espressivi quanto vibranti, che catturano la bellezza e la personalità di un gruppo di uomini e donne, e dei loro beneamati animali. Cervi, caprioli, gufi, uccellini, puzzole, scoiattoli, rane, ricci, anatre e conigli sono presenti in tutte le immagini: spiriti guida che dialogano con i personaggi e così facendo rimandano alle allegorie classiche e ai cartoni animati.

Con il suo richiamo alla natura, la campagna è in definitiva un invito a godere delle cose semplici della vita. A volte basta poco, un pizzicodi immaginazione, per trovare un po’ di equilibrio. Magari su un’altalena. Oppure in compagnia di un cerbiatto.

#SoDeerToMe

 La natura, la flora e la fauna selvatica sono particolarmente importanti per Gucci, che dal 2018 si impegna ad essere carbon neutral lungo tutta la sua catena di fornitura. Nel febbraio 2020 Gucci ha aderito a The Lion’s Share Fund, un’iniziativa unica nel suo genere che raccoglie i fondi necessari per proteggere le specie a rischio e i loro habitat naturali. Gli animali compaiono in circa il 20% di tutte le pubblicità nel mondo ma, nonostante questo, non sempre gli animali ricevono il sostegno che meritano. Con una donazione dello 0,5% della spesa mediatica ogni volta che un animale compare in una pubblicità, come fanno tutti i partner di The Lion’s Share Fund, Gucci contribuisce in maniera costante ai risultati concreti ottenuti sul campo da questa importante iniziativa.

Direttore Creativo: Alessandro Michele
Art Director: Christopher Simmonds
Fotografia/Regia: Alasdair McLellan
Hair Stylist: Paul Hanlon
Make Up: Thomas De Kluyver

VIDEO MUSIC
“Some Velvet Morning”
Nancy Sinatra & Lee Hazlewood
Lyrics and Music: Lee Hazlewood
Publisher: Lee Hazlewood Music Corp.
Publisher for Italy: Universal Music Publishing Ricordi Srl

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 + 9 =

Campagne Pubblicitarie

The Paris – 31 rue Cambon 2019/20 Métiers d’art collection campaign

DailyMood.it

Published

on

Go straight to the heart of CHANEL’s world: this was the spirit of the Paris – 31 rue Cambon 2019/20 Métiers d’art collection, which paid tribute to the House’s historic address. For the collection campaign, Virginie Viard has called upon the American director Sofia Coppola. They had also collaborated on the décor for the runway show, held last December at the Grand Palais, which reconstituted Mademoiselle Chanel’s apartment, the Haute Couture salons as well as the famous mirrored staircase of 31 rue Cambon.

The same staircase now serves as the backdrop to the campaign, photographed by Melodie McDaniel under the direction of Sofia Coppola. The models Mona Tougaard, Gigi Hadid, Vittoria Ceretti, Rebecca Leigh Longendyke, Anna Ewers, Ola Rudnicka, Pan Haowen and Blesnya Minher take a celebratory path that leads from Gabrielle Chanel’s legendary address to a place frequented by Karl Lagerfeld and his friends – the restaurant and the dancing of La Coupole in Paris.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A way of returning to the fundamentals of CHANEL’s style. Starting with the staircase at 31 rue Cambon, an Art Deco oeuvre created in the early 1920s where Gabrielle Chanel would sit to watch her shows, unseen by the audience, perched, as legend has it, on the fifth step. “We thought about the original shows that were held at 31 rue Cambon, and how great it must have been to see the models walking by so close, and the setting by Coco’s mirrored staircase, which always gives me a thrill to see,” explains Sofia Coppola. Mirrors with cubist faceting in which the silhouettes of the collection are reflected.

The chromatic range draws from the emblematic colours of CHANEL: white on a long fluid dress and a satin crêpe ensemble; black on a jacket in jersey embroidered with multicoloured strass and a richly embroidered tweed coat in wool and cashmere; but also gold, on a quilted bronze coat, a dress and a delicate lace ensemble swathed in flowers. Embroidery by the House of Lesage, whether it is an ear of wheat, ribbons or pearls, punctuates several creations. A minaudière in the shape of a golden cage constellated with strass, reminiscent of the famous little bird cage present in Mademoiselle’s apartment, is used to accessorise one of the silhouettes in the campaign. Two-tone, a CHANEL code, is perfectly expressed with a graphic suit in a black and white tweed, as well as the gold and black pumps made by the House of Massaro. The feather and flower maker Lemarié renders sublime a black lace dress, an ecru skirt embellished with double Cs, and a white cape in silk organza printed with camellias. This flower, so dear to Gabrielle Chanel, entirely covers little evening bomber jackets. Tweed is blended with sequins on a jumpsuit finished with a plastron, and a short suit jacket and pencil skirt. Chains are also among the symbols celebrated and are worn with strands of pearls, bows or camellias. The jewellery – cuff bracelets, necklaces, sautoir necklaces, pendants and chokers – complete the look.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A true embodiment of the spirit and the energy of 31 rue Cambon, this series of photographs summons the legend of this unique place, its effervescence and its eternal modernity. The Paris – 31 rue Cambon 2019/20 Métiers d’art collection campaign is a celebration of the history and the codes of the House of CHANEL.

Crediti testuali e immagini/video: ©Chanel
Photo: by Melodie McDaniel

#CHANELMetiersdArt

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Campagne Pubblicitarie

AMERICAN VINTAGE SS20 Campaign

DailyMood.it

Published

on

È ancora una volta l’obiettivo della fotografa Julie Champeau a immortalare l’essenza della campagna Primavera Estate 2020 di American Vintage. Attraverso gli scatti realizzati nelle vie di una città mediterranea, la fotografa congela per un istante quell’atmosfera luminosa, unica, urbana e ricca di storia.

Immagini che seguono le orme di Lily Taieb, di Devon Ross e d’Étienne de Testa, i cui vagabondaggi riflettono il loro stile e quello del brand. Tra il rigore dell’architettura Bauhaus e la dolcezza calorosa dei raggi di sole si realizza un incontro inedito tra il passato e il presente, in cui i tre amici appaiono personaggi del momento, simili agli adolescenti ripresi dall’obiettivo di Larry Clark, liberi e senza preoccupazioni. I capi che indossano ne amplificano lo spirito: volumi importanti e ispirazione sporstwear tipica degli anni 90 fanno riferimento al passato per raccontare il presente. E, su tutto, spicca la libertà di indossare quello che si vuole.

Ragazza o ragazzo, non importa, basta seguire i propri desideri. I pezzi coordinati si accordano più o meno, a seconda delle volte. Non ci sono regole, solo uno stato d’animo. Onnipresente il cotone che veste il corpo e sublima i movimenti. Senza dimenticare il denim, il gabardine, il popeline. Si cammina indossando scarpe da basket in tela, sia sul cemento cittadino che sulla sabbia.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Campagne Pubblicitarie

Cividini SS2o Campaign – La forma del colore

DailyMood.it

Published

on

ll colore, la sua forza: la collezione SS20 di Cividini è riassunta dalla sua campagna firmata, ancora una volta, dall’obiettivo di Toni Thorimbert.

Le immagini sfumate, che sembrano dare forma ai ricordi, si trasformano in un viaggio all’interno di una femminilità cromatica in cui i colori hanno una loro forma, come sottratti alla tavolozza di un pittore. Così le donne reali, immerse in un’atmosfera sfumata, acquistano una dimensione onirica e risvegliano l’anima di una femminilità più intima e celata che, grazie ai capi, si svela in maniera delicata. Sono le tinte dell’estate, come macchiate dalla luce solare, a unirsi a cromie più vivaci accanto a quelle neutre per dare vita a un’eleganza sussurrata e sensoriale che, dagli occhi, avvolge lo spirito.

Lo stile inconfondibile di Cividini scrive un altro capitolo della sua storia con la complicità del fotografo Tori Thorimebert, da sempre capace di racchiudere nella sua creatività e nelle sue immagini l’energia più autentica della maison.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending