Connect with us

Mood Town

Turismo lento e immersioni nei boschi: un tour nel Salisburghese ripartendo dalla natura

Published

on

Il Coronavirus ha portato molti cambiamenti e incertezza nell’industria turistica. Sono molti i dibattiti attualmente in corso circa le modalità di ripartenza di uno dei settori più colpiti dalla pandemia. In attesa di scoprire se e come sarà possibile rimettersi in marcia, perché non pianificare un itinerario ripartendo dalla natura nei dintorni di Salisburgo? Meta portabandiera del turismo sostenibile, al primo posto nelle classifiche Best in Travel 2020 di Lonely Planet.

Il turismo lento, dopo il grande successo del 2019, ha le carte in regola per essere alla base di qualsiasi progetto di ripartenza del settore. Un trend che consente di scoprire l’ambiente circostante in modalità intelligente, godendosi passo dopo passo le bellezze della natura in località lontane dal turismo di massa.

A sostenere che questa tipologia di vacanza green sarà uno dei trend della ripartenza è anche un sondaggio realizzato da YouGov per ManoMano.it, e-commerce che ha registrato in queste ultime settimane un autentico boom nelle vendite di prodotti destinati al tempo libero e all’aria aperta.

3 persone intervistate su 4 ritengono che le vacanze a contatto con la natura permettano di sostenere un turismo più ecosostenibile. Nell’ultimo anno è cresciuto l’impegno personale, un trend supportato dalla diffusione del lavoro in smart working, che favorisce comportamenti più sostenibili, riduce l’inquinamento dovuto agli spostamenti e permette di prestare più attenzione alle proprie abitudini. Il lockdown, inoltre, ci ha dimostrato che il nostro stile di vita ha un fortissimo impatto sul nostro Pianeta e preferire soluzioni più green, anche per le vacanze, è un atto di responsabilità che dobbiamo fare per noi è per gli altri.

Una delle mete può senza dubbio essere il Salisburghese, grazie alla presenza di ampi spazi naturali da visitare e vivere.

Il Lungau Salisburghese, per esempio, con il suo Parco della Biosfera, dichiarato patrimonio dell’UNESCO, è una terra alpina e genuina, perfetta per il trekking e il cicloturismo grazie alla miriade di percorsi, i vari punti noleggio e circa 100 stazioni di ricarica batterie. Qui è possibile scoprire foreste secolari e laghi placidi. L’obiettivo del Parco della Biosfera è promuovere la sostenibilità̀̀ ambientale, una filosofia che tocca diversi ambiti: dall’agricoltura all’economia, dal turismo alla mobilità.

Il Parco Nazionale Alti Tauri invece è un’area a tutela dell’ecosistema alpino, che conta 260 cime di oltre 3.000 metri, 340 ghiacciai, cascate e laghi alpini. Grazie alle celebri guide è possibile andare alla scoperta delle meraviglie del parco con un’escursione alle cascate di Krimml o un safari nella valle Habachtal. Pedalando lungo la ciclabile degli Alti Tauri è possibile scorgere inoltre il Castello di Hohenwerfen, tra le rocche più suggestive d’Austria circondato dalle Alpi e dai monti Tennengebirge, le grotte ghiacciate Eisriesenwelt e la gola Liechtensteinklamm.

Ancora dedicati al turismo lento sono i sette itinerari cicloturistici del Salisburghese, ideali per scoprire con lunghe pedalate boschi, cascate, prati fioriti e laghi cristallini. Prime fra tutte, la già citata ciclabile degli Alti Tauri, che attraversa tutto il Salisburghese dai ghiacciai degli Alti tauri alla città, e la ciclabile di Mozart, che ripercorre tutti i luoghi legati alla vita del compositore tra la città di Salisburgo e i laghi bavaresi.

Proseguendo nel Land, troviamo la ciclovia Alpe Adria Radweg, da Salisburgo alle spiagge di Grado, la ciclabile dell’Enns, che segue il fiume Enns e la ciclabile panoramica del Salzkammergut che tocca 13 laghi. Tutti i percorsi si possono esplorare anche in e-bike, grazie alle numerose stazioni di ricarica e punti di noleggio disseminati per tutto il territorio.

Lunghi oltre 400 km sono i sentieri del magnifico scenario alpino del Saalfelden Leogang. Un altopiano perfetto per un soggiorno active, sia per scalatori e mountain bikers. E qui si trova anche il Bikepark, il paradiso per i fan delle due ruote, attrezzato con cabinovia per il trasporto bici. Tra queste cime solitamente ha luogo la coppa del mondo UCI di Mountain Bike.

Anche la zona del Mondo Sportivo Salisburghese offre autentiche esperienze di montagna nel paradiso di alpinisti, escursionisti e biker. La zona comprende otto paesi caratterizzati da meravigliosi scorci naturalistici, che è possibile scoprire sulle due ruote o a piedi. Sentieri family friendly ad esempio collegano i rifugi della Via delle Malghe (“Salzburger Almenweg”): un cammino che tocca 120 tipici rifugi di malga e che si estende tra le Alpi salisburghesi.

Un’altra opzione è un tour nella foresta del monte Mönchsberg. Dal centro storico di Salisburgo si prosegue verso la splendida abbazia di Nonnberg, direzione Stadtalm. Da questo punto panoramico si gode di una splendida vista della città e da qui ha inizio il cammino nella foresta del monte Mönchsberg, oasi naturalistica di pace e tranquillità̀.

Scoprire i boschi e le foreste è un’altra esperienza slow nel cuore di questa terra, dove sarà possibile praticare Forest Bathing in un connubio tra yoga ed escursionismo, riscoprendo un contatto primordiale con la natura. Dai boschi di salici che crescono lungo i fiumi ai boschi misti sulle pendici dei monti, dalle fitte abetaie ai lariceti e ai pini cembri d’alta montagna, il Salisburghese è in gran parte terra di bosco e di natura. Nella foresta della valle Lammertal si potranno percorrere diversi sentieri tematici e scoprire così un faggio di 300 anni e un abete rosso alto 47 metri. Alberi ultracentenari si ammireranno altresì nella foresta vergine di Rauris nel Parco Nazionale Alti Tauri.

E se dopo tutto questo camminare e pedalare volete godervi un po’ di meritato relax, sappiate che la zona ha molto da offrire. L’offerta wellness nel Land è, infatti, ampia, molto variegata e ancor più ricca di proposte grazie alle strutture presenti nella Valle di Gastein, rinomata per le sue acque termali. Nello specifico le Felsentherme di Bad Gastein chiamate anche le “terme rocciose” perché scavate nella roccia, sono l’ideale per lasciarsi alle spalle la quotidianità. Trattamenti estetici personalizzabili e un percorso termale unico a 1.100 metri di quota regaleranno viste sulle vette alpine. Un’altra struttura benessere di alto livello è l’Alpentherme di Bad Hofgastein: composte dal Ladies World, Family World e il Sauna World dedicati alla salute, al divertimento e al tempo libero, le terme offrono un servizio completo di trattamenti di bellezza e programmi sportivi.

Benessere e modernità trovano ampio spazio anche nei centri termali Tauern Spa Kaprun, Terme Amadé, Aqua Salza e Bad Vigaun che, uniti alle proposte dei centri di Gastein, costituiscono il SalzburgerThermenland, uno dei paradisi del benessere più esclusivi d’Europa. La grande offerta wellness del Land si contraddistingue da sempre per disporre di vere oasi di piacere immerse tra scorci panoramici mozzafiato delle cime montuose che contribuiscono ad assicurare puro relax per il corpo e per l’anima.

Per un soggiorno che coniughi natura, benessere e il giusto grado di comfort, l’Hotel Eggerwirt a St. Micheal, sarà pronto ad accogliervi. Qui dal 1984 i proprietari Albert e Inge Moser aprono le porte della loro struttura per offrire giornate all’insegna del relax, tra confortevoli stanze arredate con legno di pino cembro, 12.500 metri quadri di centro benessere e un giardino di 1,5 ettari in cui gli ospiti possono godere di trattamenti benessere all’aria aperta in completa privacy.

Per maggiori informazioni visitate: www.salisburghese.com

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − quindici =

Mood Town

Street Art irlandese: tesori a cielo aperto tutti da scoprire

Published

on

Che siano ritratti incredibili, installazioni elettriche, murales a sfondo politico o legati a un messaggio, l’arte che ricopre edifici e facciate in tutta l’isola d’Irlanda rivaleggia con le Winwood Walls di Miami, i graffiti di Berlino e le colorate strade di Bristol, città legata al famosissimo artista di strada Banksy.

La vivace comunità irlandese di street artists, graffitari e autori di murales è sempre più nota e influente nel panorama mondiale delle arti visive.

Con grandi opere d’effetto che catturano lo spirito contemporaneo del Pese e nuove forme d’arte che rapidamente fioriscono un po’ ovunque, dal centro ai quartieri periferici, Dublino è uno dei punti caldi più vivaci della street art irlandese

Gli artisti hanno scelto di popolare le strade e hanno dato vita a straordinarie opere di carattere umoristico, ispirate dalla politica o legate alla cultura. L’arte pervade veramente tutta la città e una creazione che deve essere assolutamente vista è quella che ricopre tutta la parte esterna del Blooms Hotel, a Temple Bar, il vivace quartiere popolato di artisti e intellettuali. Non può essere mancata anche perché fino a oggi detiene il primato di più grande opera di street art realizzata in Irlanda.

Da segnalare, a Portobello, The Bernard Shaw, che dall’esterno potrebbe sembrare uno dei tanti pub irlandesi nei quali trovare rifugio dalla pioggia, ma che in realtà nasconde uno spazio interno in cui gli artisti hanno potuto dar sfogo alla loro creatività.

E prima di lasciare la capitale, fate un salto nella la zona a nord: le opere di street art più belle, sono quelle dell’artista Subset in Burgess Lane.

Belfast è un’altra città in cui la street art è capillarmente diffusa e in cui gli artisti di tutto il mondo hanno lasciato il segno. E grazie alla quantità di murales variopinti, vibranti e fortemente espressivi, presenti nelle sue vie, Seedhead Arts, realtà specializzata nella progettazione di eventi legati all’arte, ha addirittura ideato un bellissimo tour interamente dedicato a questo volto in continua evoluzione della città.

Guidato dagli artisti locali che hanno dominato la scena negli ultimi anni, è uno dei modi migliori per comprendere come Belfast stia letteralmente dipingendo un nuovo percorso attraverso il ventunesimo secolo.

Anche Waterford, la città più antica d’Irlanda, ospita una ricca collezione a cielo aperto di street art, graffiti e murales, in grado di competere con qualsiasi altro luogo del mondo noto per questo tipo di opere. Il suo spettacolare festival annuale “Waterford Walls” è uno degli eventi più originali e importanti della fiorente scena della street art irlandese: in programma di solito nel mese di agosto, mette in mostra, anche con una serie di tour d’arte guidati, i migliori talenti irlandesi e internazionali, tra cui al momento segnaliamo l’inglese Curtis Hylton, il francese Beerens e il tedesco Case Maclaim.

E questa estate si è svolto anche SEEK 2020, un altro entusiasmante festival di arte urbana contemporanea che ha riunito alcuni dei principali artisti, sprayers e stencillers irlandesi.

Si è tenuto a Dundalk, nell’Ireland’s Ancient East, e ha visto la partecipazione di artisti nazionali e internazionali che attualmente vivono sull’isola d’Irlanda. Nomi come Aches, Claire Prouvost, Omin, Friz e Chula Mente hanno trasformato la città della contea di Louth in un’enorme tela artistica per illustrare la storia locale, unica nel suo genere. E visto che questo evento si è svolto interamente all’aperto, tutti hanno potuto partecipare senza particolari restrizioni.

Maggiori info su: www.irlanda.com

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

El Nido Beach Spa & Resort – Un inizio perfetto per scoprire il meglio delle Filippine

DailyMood.it

Published

on

Ci sono luoghi che sembrano rami del paradiso in terra e Palawan, nelle Filippine, è sicuramente una di quelle destinazioni. Il modo migliore per vivere la quintessenza di questa meravigliosa provincia arcipelagica in tutto il suo splendore è visitare El Nido Beach Spa & Resort, un nuovo progetto ad alto rendimento che è diventato il vincitore del Luxury Lifestyle Awards nella categoria The Best Luxury Beach Resorts in Sud-est asiatico. Oltre all’indimenticabile esperienza della vita su un’isola paradisiaca, questo resort offre grandi opportunità di investimento.

El Nido Beach Spa & Resort è un progetto pionieristico di un completo resort a 5 stelle che dovrebbe essere completato nel 2022. La sua prima fase includerà 55 ville di lusso con piscina con pittoresche viste sull’oceano e 20 suite con piscina sull’acqua con servizi straordinari per una vita idilliaca. Le ville si ispirano al design tradizionale, alla ricchezza della terra e alle attività marine. Il resort occupa un’area di 101.000 mq, tra cui una club house e un centro benessere, ristoranti, passerelle, area giochi per bambini, bar sulla spiaggia, molo delle barche, ponti panoramici, casa del personale e infrastruttura del resort con edifici ausiliari, parcheggi e paesaggio completo.

La posizione del resort è conosciuta come uno dei luoghi più belli del mondo. El Nido si trova sulla punta settentrionale dell’isola di Palawan, che è la migliore destinazione per trascorrere vacanze tranquille e tranquille. Allo stesso tempo, quest’isola offre un ambiente all’aperto perfetto per il turismo d’avventura, come le immersioni, lo sci d’acqua, il trekking nella giungla e il kayak.

La direzione di El Nido Beach Spa & Resort considera la sostenibilità al centro dello sviluppo. Tra gli elementi principali di questo aspetto vi sono un impianto di desalinizzazione e pannelli solari a supporto della fornitura di energia elettrica.

Creiamo qualcosa di più di un semplice luogo in cui venire per le vacanze. Il resort offrirà agli ospiti esperienze autentiche dello stile di vita dell’isola di fascia alta. Lo sviluppo supporta anche la gente del posto formandola e assumendola. Siamo felici che i risultati dei nostri sforzi siano già stati apprezzati dagli esperti di Luxury Lifestyle Awards “, ha affermato Gemmalyn Crosby, Presidente.

Agli investitori di El Nido Beach Spa & Resort è garantito un rendimento elevato, oltre all’opportunità di trascorrere gratuitamente 4 settimane all’anno nelle proprie unità.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Ecco la Top10 delle spiagge più popolari su Instagram

DailyMood.it

Published

on

Nonostante la situazione difficile e le limitazioni all’ordine del giorno, l’estate è arrivata e già molti italiani si trovano su una bella spiaggia a godersi il sole e il mare…non senza lo smartphone alla mano, per scattare qualche foto di questa insolita #estateitaliana! E proprio le nostre belle spiagge in Italia sono sicuramente tra le più “hashtaggate” in questo periodo estivo, ecco perché Holidu, il motore di ricerca per case vacanza, ha deciso di stilare la classifica delle più popolari anche quest’anno, dando dei consigli su come viaggiare ed esplorarle in sicurezza. Dai dati è emerso che:

  • La Spiaggia di Tropea sbaraglia le sarde e si aggiudica un posto in classifica
  • La Sardegna e la Puglia vincono su tutte le altre regioni per spiagge in classifica
  • La Scala dei Turchi in Sicilia è al primo posto per il terzo anno consecutivo

    1. Scala dei Turchi, Sicilia: 177.984 hashtag
    Ancora al primo posto la regina indiscussa dell’estate è Scala dei Turchi con quasi 178mila hashtag. Si tratta di una meravigliosa falesia di marna in provincia di Agrigento e consiste in una bellissima area formata da una parete bianca e rocciosa incastonata tra due spiagge di sabbia finissima… Insomma, un vero e proprio paradiso nella nostra amata Sicilia! Questo piccolo Eden, da fare invidia alle più belle spiagge greche, non poteva che restare al primo posto, come negli anni precedenti, con un aumento di menzioni del 48% rispetto al 2019!

    Consiglio di Holidu: Dall’8 giugno fino al 30 settembre, la regione Sicilia obbliga tutti coloro che non sono residenti e sono in visita sull’isola a scaricare l’applicazione anti-Covid SiciliaSiCura, per spostarsi in tutta sicurezza sull’isola e sulle bellissime spiagge siciliane!

    2. Costa Rei, Sardegna: 107.702 hashtag

    Anche al secondo posto nessuna novità, perché la spiaggia di Costa Rei, si guadagna anche quest’anno la medaglia d’argento. Si tratta di una spiaggia, che si estende per circa 10 km, ed è forse una delle più belle al mondo: le sue acque cristalline e la sabbia fine le regalano più di 107.700 hashtag. In questo caso, l’aumento di hashtag rispetto all’anno scorso è del 35%. Amatissimo dai turisti è anche il famosissimo scoglio di Peppino nella zona di Santa Giusta, menzionato più di 13.200 volte.

    Consiglio di Holidu: Anche per la regione Sardegna sarà possibile registrarsi sul sito Sardegna sicura oltre che scaricare e utilizzare l’app anti-assembramento MobilitApp, nata proprio in Sardegna e utile sia per visitare luoghi pubblici che spiagge.

    3. Baia del Silenzio, Liguria: 62.524 hashtag

    Questo luogo da sogno, naturalmente silenzioso, dispone di una vista mozzafiato sul mare blu, incorniciata dalle case colorate della vicina Sestri Levante e dalla sabbia soffice. Forse proprio per questo motivo, la perla ligure si aggiudica la medaglia di bronzo come accadeva l’estate scorsa, ma con un aumento del 41% e un totale di più di 62.500 hashtag. Vale sicuramente la pena di assistere ad un bel tramonto da questo paradiso!

    Consiglio di Holidu: Sul sito sestrispiagge.it sarà possibile evitare assembramenti e vedere in tempo reale quanto sono affollate le spiagge e quante postazioni libere ci sono!

    4. Punta Prosciutto, Puglia: 56.204 hashtag

    Anche nel caso di Punta Prosciutto, nella località di Porto Cesareo, in Salento, niente cambia rispetto all’anno scorso: la sabbia candida e il mare caraibico di questo posto da sogno sono popolarissimi e le regalano più di 56.200 hashtag. L’atmosfera che si respira in questa località è davvero unica, dovuta anche dalla vegetazione della macchia mediterranea, tanto che si registra un aumento di hashtag del 43% rispetto all’anno scorso. È un must anche la vicina Torre Lapillo, che conta 72.300 hashtag.

    Consiglio di Holidu: Già dall’estate scorsa la regione Puglia offriva il portale Puglia Beach per poter prenotare la propria postazione e per scoprire i servizi di ciascuna spiaggia, e quest’anno c’è inoltre a disposizione anche un operatore virtuale al numero 3483834999 per prenotare la spiaggia in Salento!

    5. Grotta della Poesia, Puglia: 49.923 hashtag

    Ancora Puglia al quinto posto, nella località di Roca Vecchia, dove la suggestiva Grotta della Poesia guadagna quasi 50mila hashtag dai vacanzieri su Instagram di tutto il mondo. Questa splendida piscina naturale è perfetta per i tuffi e non è molto distante da Lecce. L’aumento di hashtag è impressionante: 52% in più di ammiratori, che le regalano il quinto posto occupato l’anno precedente da Porto Selvaggio, sempre nella bellissima Puglia.

    Consiglio di Holidu: Anche in questo caso sarà possibile utilizzare il portale Puglia Beach e un operatore virtuale per la prenotazione della spiaggia.

    6. Porto Selvaggio, Puglia: 48.193 hashtag

    Ci troviamo in provincia di Lecce anche per il sesto posto, a Porto Selvaggio per l’esattezza, dove il mare cristallino e la bellissima vegetazione del parco naturale circostante, donano un tocco speciale a questa spiaggia. Porto Selvaggio si aggiudica quasi 48.2000 hashtag, ma perde purtroppo la quinta posizione guadagnata nel 2019 contro la stupenda Grotta della Poesia, anche se la differenza di hashtag è quasi irrisoria. La Puglia è bella tutta!

    Consiglio di Holidu: Anche qui, come nel caso delle due pugliesi precedenti, sarà possibile utilizzare il portale Puglia Beach e l’operatore virtuale per la prenotazione della spiaggia, in modo tale da godersi il sole e il mare in tutta sicurezza.

    7. Cala Mariolu, Sardegna: 48.094 hashtag

    La seconda sarda in classifica è Cala Mariolu, nel golfo di Orosei, che si aggiudica ancora una volta la settima posizione con ben 48.094 hashtag. Caratterizzata da un mare blu infinito e da sassolini bianchi e rosa, Cala Mariolu si trova a circa 500 m di altezza, a picco sul mare, ed è quindi perfetta per gli amanti delle scalate. Quest’anno è sicuramente apprezzata ancora più del solito, ha infatti l’incremento di hashtag più elevato della classifica. quasi 53% in più di menzioni.

    Consiglio di Holidu: Anche per Cala Mariolu sarà possibile registrarsi sul sito Sardegna sicura e utilizzare l’app anti-assembramento MobilitApp, per visitare questa spiaggia da sogni in tranquillità.

    8. San Fruttuoso, Liguria: 40.375 hashtag

    La spiaggia di San Fruttuoso, raggiungibile solo a piedi o in battello, si trova nei pressi di Camogli e si aggiudica quasi 40.400 hashtag. La sua bellezza mistica non è solo dovuta all’abbazia dedicata a San Fruttuoso, ma anche alla suggestiva statua del Cristo degli abissi, posta sul fondale marino negli anni ’50. Questa spiaggia suggestiva si fa spazio nella classifica guadagnando ben due posizioni dall’anno scorso, con un incremento di hashtag del 47%.

    Consigli di Holidu: A San Fruttuoso ci sono diverse limitazioni e adesso più che mai si cerca di contenere la pandemia e limitare gli assembramenti limitando il numero di modalità con cui raggiungere la spiaggia e anche delimitando gli appositi spazi per i turisti.

    9. Porto Giunco, Sardegna: 39.364 hashtag

    Chi si trova a Villasimius non può non passare da questa oasi meravigliosa, Porto Giunco, che si merita il nono posto, in discesa rispetto all’anno scorso, con 39.364 hashtag. L’atmosfera rilassante e la sua ampiezza fanno sì che chiunque possa trovare il proprio spazio e godersi il panorama. Il vicino stagno di Notteri, dove i fenicotteri rosa amano andare, è un must-see.

    Consigli di Holidu: Anche qui sarà possibile registrarsi sul sito Sardegna sicura oltre che scaricare e utilizzare l’app anti-assembramento MobilitApp.

    10. Spiaggia di Tropea, Calabria 39.036 hashtag

    La spiaggia di Tropea, l’unica calabrese della Top 10, si fa largo tra le sarde, le pugliesi e le liguri e con un incremento di hashtag dell’89% si aggiudica l’ultimo meritatissimo posto di questa classifica. Questa perla del profondo sud raccoglie più di 39mila hashtag e si conferma sicuramente la regina dell’estate dato il suo incremento incredibile di popolarità. Considerata tra le spiagge più belle d’Europa, Tropea non ha niente da invidiare alle altre in classifica, con lunghe distese di sabbia e mare cristallino!

    Consigli di Holidu: Per entrare in Calabria, come per altre regioni, sarà necessario registrarsi online sul sito della regione e sarà possibile utilizzare il sito findeem.com per scegliere e prenotare la propria spiaggia, magari proprio la bellissima Tropea!

     

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending