Connect with us

Resort & SPA

Afea Art&Room: a Palermo l’ospitalità abbraccia la creatività e la street art

DailyMood.it

Published

on

Un indirizzo da segnare assolutamente in agenda: a Palermo, esattamente tra i due Teatri, sorge Afea Art&Room, una struttura ricettiva e un incubatore artistico, perfetta sintesi di creatività e ospitalità, di accoglienza e street art, di calore e interattività. Declinate in 10 camere decorate, affrescate, personalizzate da artisti del pennello e della bomboletta che hanno reso unici ambienti, dettagli, atmosfere.
Tutti interattivi, da seguire tramite QRCode durante i work in progress

Soggiornare all’interno di un’opera d’arte, diversa in ogni ambiente, in ogni camera, in ogni dettaglio. Questa è la proposta ricettiva di Afea Art&Room: un incubatore artistico che mette in connessione artisti, creativi della street art e ospiti viaggiatori, in uno spazio emozionante, partecipato, interattivo.

Il risultato è una struttura ricettiva unica e originale, ambienti caratterizzati da una personalità forte e avvincente, storie che si sviluppano su pareti, armadi, cuscini e oggetti d’arredamento. Ogni artista ha impresso uno stile e un racconto, fatto di immagini, esperienze tattili e visive, culminanti in un tripudio di colori, in una formula ricettiva emozionante e condivisibile attraverso un’app e l’installazione di QRCode al di fuori di ogni stanza.
Afea Art&Room nasce a fine 2018, quando i proprietari Danilo Alongi e Carmen Russo (soci nell’attività e compagni di vita) hanno diffuso, con la collaborazione di varie realtà come il “Distretto A di Faenza“, una open call cui hanno aderito numerosi artisti e professionisti della street art, dando piena disponibilità alla realizzazione del progetto.
Tra gli altri, hanno contribuito Riccardo Buonafede, fondatore del festival Manufactury Project di Comacchio, che ha omaggiato il capoluogo siciliano attraverso alcune immagini ispirate al film “Johnny Stecchino” di Roberto Benigni, collegando l’immagine ironica della banana alla copertina dei “Velvet Underground” di Andy Warhol. Giovanni Lo Verso ha attinto da un passato di scultore, ceramista e scenografo per decorare la camera Li Pupi. Molti esponenti della Scuola del Fumetto di Palermo hanno partecipato alla scenografia della camera Popeye, dedicata a Braccio di Ferro e Olivia. I supereroi di Solo si rifanno alla pop-art, mentre Diamond ha un segno stilistico elegante e provocatorio che si ispira all’Art Nouveau. Lo Stregatto e il Cappellaio Matto sono i personaggi onirici che hanno ispirato un altro artista, Vincenzo Caradonna. Il tema scelto per la “stanza di Alice” è legato al sogno e alla fantasia e quello di “Alice nel paese delle meraviglie” è un racconto dal respiro universale che piace a grandi e piccini e in cui tutti possono immedesimarsi.

I Palermitani Igor Scalisi, Boink, Antonio Fester, Danilo Maniscalco, Francesco Collura, I mangiatori di patate, Antonio Curcio, Giovanni LoVerso, Demetrio Di Grado, Daniela Balsamo, R. Marchetta e G. Spadaro della Grafimated Cartoon(Scuola del Fumetto Palermo) oltre a Fabieke, Ligama, Make, Riccardo Buonafede (Manufactury Project), Shot, Davide Currao, Silvia Zacchello e gli Street Artist Solo, Diamond, Chekos (167 /B Street) oltre ad Angelo Crazyone sono alcuni degli artisti intervenuti all’interno dello spazio Afea Art&room… un incubatore in continua evoluzione, aperto a tutti gli Artisti che desiderano visitare la citta’ di Palermo: per loro il soggiorno è gratuito in cambio di un’opera d’arte!

«È bello osservare la polifunzionalità di Afea, nei giorni di cantiere infatti sono nate delle connessioni artistiche tra le persone coinvolte. Oltre che una struttura ricettiva Afea si conferma come luogo di condivisione e interazione, di emozioni partendo dalla convinzione che il fare rete è una delle azioni da perseguire in tutti i campi per percorrere la strada dello sviluppo anche economico soprattutto in una terra come la Sicilia» spiega Danilo Alongi.

Questa interattività si presta anche a servizio del cliente: nei corridoi di Afea, vicino alle porte delle stanze, spiccano i ritratti degli artisti che hanno collaborato al progetto e dei pannellini con dei QRCode. Tramite l’installazione di una App e la lettura dei QRCode dal cellulare, gli ospiti possono visualizzare dei video che riprendono gli artisti all’opera. Un’idea nata, spiega la proprieta’, dalla curiosità dimostrata dagli ospiti che avrebbero voluto avere un assaggio di tutti gli ambienti della struttura. «Dopo essere rimasti contenti della propria esperienza di soggiorno, in molti ci hanno manifestato la voglia di vedere le altre camere, ma questo non sempre e’ stato possibile perche’ occupate. Abbiamo parlato con Davide Currao, nostro amico e fotografo di riferimento, e insieme abbiamo messo a sistema questo modello di interazione, certi che oggi il concetto di alloggio sia in continua evoluzione e ceda sempre piu il passo all’experience, alla ricerca di qualcosa di unico. Due sono i concept che rappresentano infatti la nostra filosofia – continua Carmen Russo, moglie di Danilo -“The City Art Lovers of Palermo” e “The Revolution Hospitality”, il primo in riferimento alla passione verso l’arte e la città di Palermo e il secondo al modo di vivere l’ospitalità che vuole essere sempre piu’ “human” e sempre meno standard». Afea Art & Rooms oggi e’ l’unica struttura in Sicilia e tra le poche al mondo che offre questo tipo di servizio e conferma la volonta’ di voler proporre qualcosa di
diverso, originale, appassionante.

A pochi passi da piazza Ignazio Florio, dai Teatri, dal Porto, dal centro storico e dalle fermate Bus che collegano con diverse destinazioni incluso l’aeroporto di Palermo e Trapani, Afea Art&Room rappresenta un nuovo modo di vivere il capoluogo siciliano. Un’occasione in più per scoprirne gli innumerevoli primati:
1 – Palermo ha il Centro Storico più grande d’Europa (controverso, ma agli atti dell’UNESCO è tale. Se la disputa con quello di Lisbona).
2 – A Palermo si trova il documento cartaceo più antico d’Europa. Si tratta della lettera bilingue (greco e arabo) di Adelasia (o Adelaide) degli Aleramici, moglie di Ruggero I, conte di Sicilia e di Calabria.
3 La ‘Pietra di Palermo’ è il secondo più importante – dopo la stele di Rosetta – testo bilingue per la traduzione della lingua egizia.
4 – A Palermo si trova, al museo Salinas, una delle più vaste collezioni di Arte Etrusca al Mondo (collezione Bonci – Casuccini da Chiusi).
5 – Il Teatro Massimo è il primo Teatro dell’Opera d’Italia e il terzo in Europa, secondo solo all’Opera di Parigi e al Wiener Staatsoper di Vienna.
6 – La Lingua Italiana è nata a Palermo presso La Scuola Siciliana alla corte di Federico II.
7 – L’Orto Botanico di Palermo è il più grande d’Europa.
8 – Il Palmeto di Villa Bonanno è stato giudicato il più vasto d’Europa.
9 – Il Ficus Magnoloides di Piazza Marina è tra gli alberi più grandi d’Europa.
10 – Il Parco della Favorita è il più grande parco urbano d’Italia.
11 – Il Parlamento Siciliano è il parlamento più antico al mondo, insieme a quello Islandese e delle Isole Fare Oer. Nel 1130 Re Ruggero ne convoca la prima assise.
12 – Palermo fu la prima città al Mondo ad avere ben due teatri lirici.

Per info e prezzi:
Afea Art & Rooms
Via Principe di Belmonte n.33 Palermo (+39) 334 5083744
www.bbafea.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × tre =

Resort & SPA

Immergersi tra le vette nelle piscine all’aperto

DailyMood.it

Published

on

Le più belle piscine outdoor del Trentino e dell’Alto Adige/Südtirol offrono una vista spettacolare su montagne, boschi e verdissimi giardini, per una full immersion nella natura

Con la bella stagione torna il pensiero di immergersi nella natura, e cosa c‘è di meglio di una piscina all’aperto incorniciata dalle splendide montagne del Trentino e dell’Alto Adige/Südtirol?

Infinity pool sul rooftop, con vista sulle Dolomiti
Sul rooftop dell’Excelsior Dolomites Lodge – avveniristica struttura di design dell’Excelsior Dolomites Life Resort di San Viglio di Marebbe (BZ) immersi nella infinity pool (18 m x 5 m) con acqua a 33°, si gode una vista impareggiabile sulle Dolomiti. Il raffinato resort, incastonato in uno dei parchi protetti più grandi dell’Alto Adige/Südtirol, quello di Fanes-Sennes-Braies, invita al relax anche nel centro benessere Castello di Dolasilla, di 1300 mq, disposto su 5 piani, dove godersi i baci del sole nella Relax-Lounge panoramica all’aperto con idromassaggio gigante (Tel. 0474501036, www.myexcelsior.com).

In un giardino lussureggiante di oltre 30mila mq
Trovare refrigerio dal caldo sole estivo nell’acqua di una piscina in Valle Aurina, in Alto Adige/Südtirol. All’Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat di San Giovanni (BZ) si ha l’opportunità di apprezzare momenti di total relax nel cuore di un giardino lussureggiante di oltre 30mila mq, da cui ammirare un paesaggio di suggestiva bellezza, e al tempo stesso nuotare nell’ampia piscina esterna (7 x 15 m), lasciandosi avvolgere da una straordinaria sensazione di benessere. Un’oasi naturale dove lo specchio d’acqua, regala un senso di pace e tranquillità. Estremante invitante anche l’esperienza idromassaggio all’aperto, dove lasciarsi conquistare dalla vista sulle cime (Tel. 0474670230, www.alpenpalace.com).

Le Dolomiti del Brenta (TN) si specchiano in piscina
Divertimento e relax in una piscina esterna nel cuore di un panorama da togliere il fiato, quello tra le Dolomiti del Brenta, a Fai della Paganella (TN) dove si trova il Solea Boutique & Spa Hotel, in cui ritrovare spensieratezza, comfort, gastronomia ricercata e stile. E anche una piscina esterna da cui ammirare scorci naturali unici, liberando la mente e dimenticando ogni preoccupazione. Qui è possibile godere anche dell’idromassaggio e dell’occasione di accedere alla piscina interna, percorrendo un ideale percorso panoramico d’acqua che attraversa la Spa (Tel. 0461581065,  www.hotelsolea.com)

Le Tre Cime di Lavaredo racchiudono una piscina “Romantik”
Le piscine esterne con vista sulle vette alpine sono uno dei fiori all’occhiello nei Romantik Hotels & Restaurants, che sempre guardano a panorami esclusivi, in località speciali, dove rigenerare corpo e mente. Dalla piscina del Romantik Hotel Santer di Dobbiaco (BZ), 4 stelle in Val Pusteria incastonato come un gioiello tra le Tre Cime di Lavaredo, la vista è inebriante e un tuffo qui regala un fresco piacere ancora più intenso. La SPA annessa combina l’antico sapere delle erbe e il benessere di montagna assieme ai trattamenti Kneipp. E la forza rigenerante dell’acqua unita a quella delle montagne sa davvero rinvigorire (Tel. 0474972142, www.romantikhotels.com).


Un tuffo in Val d’Ega
Nuotare a ridosso delle leggendarie Dolomiti del Latemar e immersi in un giardino di 45mila mq. Si trova nel cuore della Val d’Ega la piscina esterna del Romantik Hotel Post Cavallino Bianco di Nova Levante (BZ), ad un passo dal comprensorio di Carezza e con una vista di incredibile bellezza sulle vette. Uno spazio che, grazie all’ampiezza della vasca (16 x 9 metri) è una vera perla per il benessere e il relax di chi vuole abbandonarsi a lunghe e indimenticabili nuotate. L’albergo offre, inoltre, un centro wellness panoramico di 1500 mq, dove le Dolomiti sono ancora una volta fonte di ispirazione (Tel. 0471613113, www.romantikhotels.com).

Un bagno in piscina, ammirando lo Sciliar
Dalla Black Pool del Romantik Hotel Turm di Fié allo Sciliar (BZ) si può godere appieno della vista sul massiccio dello Sciliar (Dolomiti), luogo unico che è da molti ritenuto un simbolo naturale dell’Alto Adige/Südtirol. Nuotando in questa piscina all’aperto che vanta di una simile meravigliosa veduta, è inoltre possibile variare l’esperienza immersiva, entrando nell’acqua della piscina interna ad essa collegata, per poi rilassarsi nella sauna al pino mugo, oppure al bagno turco aromatico, nella grotta di sale e nella nuova sauna di fuoco all’aperto, che si aggiunge alla sala fitness panoramica e alla sala relax di recente creazione. L’Alpe di Siusi è vicinissima a questo hotel a 5 stelle, dove armonia, design e arte contemporanea si fondono con cura e attenzione ai dettagli (Tel.  0471725014, www.romantikhotels.com).

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Resort & SPA

Il Trump International Golf Club di Dubai conferma il suo status di Golf Club di Lusso

DailyMood.it

Published

on

Quando si crea un lussuoso campo da golf a 18 buche in stile campionato, bisogna dimenticare le limitazioni. Questo è l’unico modo per trasformare 500 acri di piatto e arido deserto in uno dei migliori campi da golf degli Emirati Arabi Uniti, oltre che in luogo ideale per trascorrere del tempo con la famiglia o con i partner commerciali. Il Trump International Golf Club di Dubai è stato inaugurato nel 2017, e quest’anno dimostra ancora una volta di essere uno dei migliori del settore negli Emirati Arabi Uniti, vincendo per il secondo anno consecutivo i Luxury Lifestyle Awards nella categoria The Best Luxury Golf Club di Dubai.

Simbolo di lusso e di progetti esclusivi di fama mondiale, Dubai è una città dove prendono vita le idee più ambiziose. Il Trump International Golf Club è uno degli sviluppi golfistici più significativi della città. E oggi, a quasi 3 anni dal debutto del club, la spettacolare clubhouse e il campo da golf progettato da Gil Hanse mostra la vera natura della visione architettonica di Dubai con la sua vitalità e il lusso ben oltre le norme.

Il Trump International Golf Club di Dubai è stato lanciato nel 2017, e ben presto è diventato una meta preminente per gli amanti del golf amatoriale e professionale di tutto il mondo. Il principale punto di interesse è il campo da golf di classe mondiale che occupa l’area di oltre 500 acri. Il campo è stato progettato da Gil Hanse, un architetto di campi da golf di fama mondiale, che nel 2016 ha progettato il campo da golf olimpico di Rio de Janeiro. Ha realizzato un capolavoro in stile desert links a 18 buche per il Trump International Golf Club di Dubai.

Ciò che distingue l’esperienza golfistica è data dalla perfezione degli elementi del campo da golf che si fondono perfettamente con l’autentico clima desertico, operando in coesione per offrire una speciale esperienza golfistica e una vera e propria prova del gioco. I numerosi strati del campo sono la chiave per sviluppare una strategia di gioco e si rivelano sempre più evidenti man mano che i golfisti progrediscono in tutte le 18 buche.

La grande esperienza al Trump International Golf Course continua fino a tarda sera con il percorso illuminato a 9 buche PAR 3, grazie al quale è possibile godere della complessità del design del campo da golf principale con i suoi pericoli e le sue ondulazioni. Le numerose opportunità offerte ai giocatori di golf e ai membri del club è stata molto apprezzata dagli esperti del Luxury Lifestyle Awards: quest’anno il Trump International Golf Club di Dubai è stato riconosciuto come vincitore nella categoria Best Luxury Golf Club di Dubai, UAE.

Il Club è noto anche per i suoi servizi di lusso a misura di famiglia. Il Golf Pro Shop è un luogo dove è possibile trovare abbigliamento da golf di alta qualità, abbigliamento sportivo e casual, merce esclusiva e tutto ciò di cui si può avere bisogno per vivere un’esperienza di lusso durante il proprio soggiorno nel club.

La possibilità di migliorare le vostre abilità golfistiche è offerta poi dalla Trump International Dubai Golf Academy. Un team di professionisti altamente qualificati della PGA si avvale di programmi di formazione completi che rendono il Trump International Golf Club all’avanguardia nell’insegnamento del golf negli Emirati Arabi Uniti. Gli studi di swing offerti dalle più moderne attrezzature e software aiutano ad analizzare e migliorare il gioco attraverso un’accurata analisi dei dati.

La Clubhouse del Trump International Golf Club di Dubai, è un luogo ideale per il lusso e il divertimento della famiglia. Dalla piscina a sfioro si può assaporare una bibita fresca e godere della vista sugli spettacolari paesaggi del campo da campionato. Il moderno e attrezzato centro fitness vi aiuterà a ringiovanire il vostro corpo; potrete anche prenotare un allenamento personale coordinato con il vostro istruttore di golf.

La Stoke House del Trump International Golf Club, è il luogo perfetto per gustare deliziosi pasti con la famiglia e gli amici. Potrete optare per una cucina informale o ordinare le prelibatezze dell’esperto Executive Chef e del team culinario. Il tutto impreziosito da bicchiere di vino pregiato o un cocktail, per godetevi il relax in un’atmosfera sofisticata alla Clubhouse.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Resort & SPA

LE MASSIF: La montagna dentro e fuori

DailyMood.it

Published

on

Una naturale estensione della montagna che lo culla e lo avvolge in un abbraccio carico di intesità: questo è Le Massif, l’hotel firmato dall’architetto Andrea Auletta e realizzato da Concreta, interior contractor, che emerge dalla natura, parte integrante delle maestose Alpi, il cui nome stesso definisce l’eleganza e la potenza della montagna. Concreta, azienda valtellinese basata a Postalesio (Sondrio) da 30 anni, con il proprio approccio sartoriale, realizza i progetti intorno ai desideri dei clienti: cuce abiti addosso alla fantasia facendola diventare la realtà. Concreta offre soluzioni chiavi in mano e una delle sue ultime realizzazioni e Le Massif hotel.

Le Massif è dentro la montagna e la montagna è dentro di lui. In tutte le sue imponenti forme. In tutti i suoi più piccoli dettagli. Perché montagna è un modo di vivere la vita e Le Massif è un resort che esprime l’orgoglio del territorio e le persone che lo vivono e lo visitano. Sorge a pochi passi da Courmayeur ai piedi del Monte Bianco, con vista sulla montagna più alta d’Europa e merita tutte le sue cinque stelle fondendo il calore del legno, della tradizione intima della cultura alpina, con l’accoglienza italiana che unisce hotel, resort e spa. Il concept di design richiama le alpi attraverso tappeti e tessuti disegnati appositamente per riprendere i decori dei maglioni della montagna, contemporaneamente c’è un tocco di ricercata tendenza e modernità che lo rende raffinato ed elegante. La luce cambia come cambia la montagna stessa, donando la brillantezza del suo mantello bianco che si rispecchia all’interno, come anche i colori soffusi dei tramonti dell’inverno e quelli d’estate dalle mille sfumature.

Il concept ispirato al larice e alla sua capacità di mutare secondo le stagioni è arricchito con il decor in ferro, pelle invecchiata, elementi naturalistici, in acciaio Corten a taglio laser, tessuti con disegno tartan e caldi velluti. I tipici campanacci delle mucche sono l’inspirazione del design di alcune lampade a parete e dei decori della moquette nei corridoi che attutisce i rumori delle valigie e dei passi. Per le facciate esterne l’effetto del legno è ricreato attraverso lamiere speciali in zinco titanio, la pietra è utilizzata per le pavimentazioni degli spazi comuni al piano terra e tutto insieme racconta un lavoro ricercato nei minimi dettagli che ha creato un’atmosfera intima, elegante e informale allo stesso tempo. Entrando nell’albergo al piano terra si trova la Reception, gli spazi comuni e l’area bar mentre il primo piano è dedicato ai due ristoranti interni dove, sotto l’occhio attento dell’executive Chef Nicola Ricciardi, nascono piatti di alto livello che accompagnano gli ospiti alla scoperta della gastronomia valdostana attraverso l’accurata scelta degli ingredienti con dei raffinati tocchi di cucina francese e italiana.

A disposizione degli ospiti dell’albergo e non solo c’è la SPA che da sola occupa un’area di 800 metri quadrati distribuita anche al piano superiore dove è stata realizzata la piscina riscaldata che prosegue verso l’esterno ed una palestra.

Le Massif vanta 8 piani con 80 tra camere e suites distribuite a partire dal secondo piano. Ogni camera è un luogo accogliente dove da ogni rifinitura si può ammirare il lavoro artigianale e dove gli arredi nella loro essenzialità conferiscono un’atmosfera senza tempo.

Quella sensazione di essere a casa, al caldo, che traspare dal legno e la luce soffusa che riscalda l’anima e valorizza ogni camera attraverso materiali naturali e colori caldi che avvolgono lo spazio in un abbraccio caloroso e intimo. Il legno è protagonista indiscusso in questo gioiello della montagna. Pavimenti in lastroni di legno non trattato, legno antico per le boiserie delle camere, legno che per definizione ricorda l’accoglienza. Le testiere dei letti king size sono in ecopelle in modalità bianca e pillow top e materassi con molle insacchettate.

Le suite occupano le abitazioni mansardate all’ultimo piano con delle ampie terrazze che regalano una vista mozzafiato sul Monte Bianco. L’aria è quella che profuma di larice e abete. I bagni con dei gres porcellanati sono delle mini spa con box doccia a tutta parete con soffione centrale, vere e proprie oasi di benessere dove immergersi dopo una giornata passata all’aria aperta, che richiamano le forme delle rocce di montagna. Ognuno di questi capolavori artigianali è dedicato ad un famoso alpinista che è stato importante per la storia dell’alpinismo e che dà il nome alla suite.

Tutto all’interno di Le Massif rievoca la natura circostante e il suo immergersi nell’ambiente grazie all’estetica che lo richiama ma soprattutto all’efficienza energetica con un impianto di riscaldamento interamente green, integrato dalla produzione di energia elettrica con impianto fotovoltaico. Così Le Massif unisce l’attenzione all’ambiente con il luxury, regalando al gruppo IHC Italian Hospitality Collection un altro prestigioso albergo inserito nel network Leading Hotels of the World. Un posto di elegante fascino avvolto nella montagna che restituisce il benessere alla natura e regala agli ospiti i doni della stessa. A 5 stelle.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending