Connect with us

Campagne Pubblicitarie

Holiday Campaign Ray-Ban 2018

DailyMood.it

Published

on

E’ l’appartenere a qualcosa che ci rende liberi

Da più di 80 anni, il nome Ray-Ban identifica il brand più iconico nel mondo dell’eyewear. Una lunga storia che, attraversando i decenni e le tendenze, racconta delle persone che scelgono i suoi prodotti. Ray-Ban significa vedere e farsi vedere, affermare la propria personalità e dettare chi siamo, invece di lasciarselo dire dagli altri. Ma, soprattutto, significa condividere la propria natura con le persone che la comprendono. È senso di appartenenza, senza conformismo.

L’ultima campagna di Ray-Ban per le prossime feste attinge al concetto di famiglia e si chiama “Proud To Belong”. Parla di ritorno alle origini, al luogo di appartenenza, e di riscoperta del senso di sé. C’è un legame tra identità e senso del luogo cui si appartiene, ma più che la località geografica è importante cosa e chi troviamo in quel luogo e in che modo questo ci definisce. Non importa quale sia la tua storia o come si sia evoluta. Le amicizie convergono, i ruoli di genere vengono abbandonati, nuovi amori si fanno strada e la razza diventa immateriale, ma quello che conta è esplorare il significato che la tua storia ha per te. Per alcuni di noi è uscire con amici che non vediamo quanto vorremmo, è tornare a essere bambini con la propria famiglia allargata, o guardare crescere le nuove generazioni nel quartiere in cui si vive. È il concetto di famiglia, quella d’origine, quella che scegli, e cosa significhi questa parola per te nel suo senso più moderno. Proud to Belong è la definizione visiva dello stare insieme, dell’accettazione e dell’identità personale, sia che le feste significhino famiglia allargata o outsider sociale.

Per le prossime festività, Ray-Ban ha scritto una storia su questo sentimento attraverso il rilancio di due suoi modelli leggendari, Meteor e Nina, entrambi nati negli anni ‘60.

Meteor è un modello pratico, moderno ma anche profondamente nostalgico. È l’America che riprende vita nel dopoguerra. È il musicista jazz che al Village Vanguard suona con l’anima. Per te, è la curvatura della baia mentre punti verso il porto da cui sei salpato. Ispirati al modello Wayfarer, i Meteor hanno lenti più rotonde e un ponte più ampio. La scelta è tra una variante in nero decisamente anni ‘60, una versione più unisex con finitura tartaruga o la proposta trasparente color ghiaccio, che porta la montatura nell’era contemporanea.

Nina è il modello che esprime chi vuoi essere, con le persone che ti capiscono. Deciso taglio cat-eye, ponte a chiave e rivetti iconici: è l’essenza della sensualità anni ‘60 distillata in un paio di occhiali. È lo schianto francese che sorseggia spritz in un palazzo romano. È la diva del cinema che avanza in strada nella visuale di un paparazzo. Le originali stampe tartaruga si accompagnano a lenti declinate in una palette di colori intensi e valorizzanti come l’arancione, il giallo o il viola fané – tutti piccoli segnali di individualità.

Le immagini della campagna mostrano chiaramente come queste proposte siano per tutti, in ogni situazione: dalla serata in cui ti ricongiungi all’amore che hai smarrito mentre ti recavi al party più bello dell’anno, al ritrovo sulla passerella della spiaggia – il tuo territorio – con gli amici d’infanzia, fino all’annuale scatto di famiglia il giorno di Natale, momento che ami e temi in pari misura. Il sentimento è sempre lo stesso, dal realizzare che stai bevendo per l’ultima volta un caffè insieme a tre generazioni della tua famiglia, al trascorrere la prima vacanza con la tua nuova modern family, al trovarti con amici che conosci da una vita e con i quali torni a essere bambino nel preciso istante in cui li vedi. È un sentimento che parla di te, di loro e dei momenti condivisi. Appartenere è essere – l’uno non può esistere senza l’altro.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 5 =

Campagne Pubblicitarie

Chanel Spring-Summer 2019 Ready-to-Wear Campaign

DailyMood.it

Published

on

In contrast to the beautiful sandy beach he imagined at the Grand Palais for the CHANEL Spring-Summer 2019 Ready-to-Wear runway show, Karl Lagerfeld has chosen a plain anthracite backdrop for the campaign that accompanies the collection. A difference that’s further highlighted by the photos alternating between colour and black and white. Bursting with character, this campaign features the models Rebecca Leigh Longendyke, Adesuwa Aighewi, Kris Grikaite, Sarah Dahl, Nora Attal, Vittoria Ceretti and Hyun Ji Shin. With a conquering spirit, they pose together in front of the designer’s camera.
On the visuals worked in duotone, black, white, tan beige and navy blue catch the light, while the colours of the collection – lemon yellow, golden sand, pink, blue and iced mint – are bathed in sunshine in the polychrome shots.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Throughout the images, summer encourages a look that blends insouciance with elegance: with an absolute lightness, tweed comes as dresses and suits with ample volumes and as big sleeveless jackets. This spirit of casual chic is reinforced by the wide-cut trousers in cotton or denim guipure. Imbued with a fresh allure, the suit is worn against the skin with a mini-skirt while silk scarves with parasol motifs are knotted as tops. Materials are supple and appear as outfits in two-tone leather or in black crêpe. On the cropped white poplin shirts and the coloured cashmere cardigans, CHANEL is split into two distinct syllables.

There’s just one step from daylight to nightfall, and it’s made with the evening dresses in organza, gazar and silk tulle. All of them play with sophistication and transparency, here adorned with ribbons, ruffles and pleats, there a sequinned plastron…
Laid-back elegance is the order of the day this summer: mules in plexiglass and leather with little heels or a cork sole are the shoes of the season, while the double visor caps and the big fringed straw hats protect from the sun’s rays.

#CHANELSpringSummer

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Campagne Pubblicitarie

Gioia, bellezza e arte nella nuova campagna di comunicazione Borsalino

DailyMood.it

Published

on

Borsalino presenta la collezione Primavera-Estate 2019 con un’anteprima della campagna firmata dal fotografo Joseph Cardo. Prosegue la strategia di rilancio del brand che, reinterpretando i codici estetici del proprio passato, sta costruendo una nuova idea di bellezza che porterà nel futuro un’icona di eleganza e stile con oltre 160 anni di storia.

Cosa c’è di più bello che riscoprire se stessi rileggendo il proprio tempo. Cos’è un ricordo se non uno strappo nella memoria in cui rivediamo noi stessi, la nostra vita comprendendone la bellezza, che affiora dallo strappo e che si ricompone e salda nella nostra contemporaneità” racconta Giacomo Santucci, Creative Curator Borsalino, “Un gesto d’arte, lo strappo, coscienza di questa memoria, associato ad un altro gesto d’arte che colora questo universo emergente. Joseph, in una sofisticata e concettualmente acrobatica interpretazione fotografica e grafica, rende l’idea della memoria e della ‘art & craft’ fotografica come sublimazione di gioia, bellezza e arte”.

É un progetto che mi ha aiutato a capire l’assenza di confini fra ogni espressione artistica, in cui vince solo una cosa: la bellezza” spiega l’autore della campagna Joseph Cardo,Lavorare su un marchio e la sua storia attraverso il gioco delle emozioni e delle sorprese va oltre la foto, è come giocare con una grande lente d’ingrandimento che permette di aprire nuove prospettive e di andare oltre, apportare la manualità e il senso estetico necessario per rendere la fotografia un’opera comparabile alle altre arti”.

Le immagini della nuova campagna di comunicazione verranno mostrate in anteprima nelle boutique Borsalino e sui social network della Casa di Alessandria.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Campagne Pubblicitarie

Bottega Veneta presenta la campagna pubblicitaria Spring 2019

DailyMood.it

Published

on

Il tempo, indefinibile e transitorio, è il vero lusso. La campagna Bottega Veneta Spring 2019, la prima realizzata sotto la direzione creativa di Daniel Lee, è incentrata su questo concetto. Il risultato è paradossalmente senza tempo, un’analisi dei codici e dell’heritage di Bottega Veneta, di ciò che il brand rappresenta nel panorama attuale della moda. È un’operazione di pulizia, una reimpostazione della percezione, una riaffermazione di identità per il presente.
Le immagini scattate dal fotografo Tyrone LeBon, naturali e spontanee, sembrano frammenti di una narrazione più ampia, quasi fossero scene catturate da un film. Si percepisce l’influenza del cinema neorealista italiano e dello stile di vita che rappresenta, ogni immagine racchiude e consolida un soggetto diverso, un carattere che rivela una sfaccettatura della visione che Lee ha per la maison.

Il cast si compone di figure maschili e femminili appartenenti a generazioni e background differenti, che conferiscono alle immagini un’universalità e uno spirito italiano dalla rilevanza globale. Unite in questo contesto formano una nuova comunità, una famiglia. Le contrapposizioni mettono in risalto non la dicotomia, ma la loro interrelazione. Esiste un’affinità tra la pelle – materiale iconico di Bottega Veneta – e la pelle del corpo umano: una schiena nuda, una borsa in intrecciato, una figura che galleggia sull’acqua, una donna avvolta in un trench in calf.
Queste immagini dinamiche, essenziali e libere sono state realizzate nel corso di diverse giornate in una casa privata sull’isola di Ischia, al largo di Napoli. Gli scatti esprimono una pacata sicurezza. La moda è stata messa a nudo per raggiungere la sua forma più pura, esponendo gli elementi essenziali di Bottega Veneta: un raffinato pullover, un cappotto, la pelle intrecciata.
Abiti e accessori, quasi in modo casuale, diventano parte di un tutto, parte di un contesto, parte di una vita. Queste immagini, trasmettendo un senso di intimità ed una realtà intensificata, definiscono lo spirito di Bottega Veneta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending