Ginevra Motor Show: un futuro di design, ingegneria, mobilità sostenibile, lusso sportivo

0

18 marzo 2012

Al Salone dell’Auto debutto mondiale per la Cambiano, concept di berlina sportiva di lusso a propulsione elettrica Svelata la F12 berlinetta, gioiello Ferrari disegnato da Pininfarina Con il nuovo sito www.pininfarina.com debutta oggi lo “store on line” per gli appassionati del marchio Pininfarina Torino, 6 marzo 2012 – Al Salone dell’Automobile di Ginevra 2012 Pininfarina mette in vetrina la concept car Cambiano e la nuova Ferrari F12berlinetta. Due novità che confermano l’eccellenza di Pininfarina nel design ed esprimono il suo rinnovato profilo di business fondato sui servizi di design e ingegneria, sulla mobilità sostenibile e sulla valorizzazione del brand. Con la Cambiano Pininfarina propone un concept di berlina sportiva di lusso a propulsione elettrica. Elegante e sportiva, raffinata e confortevole, la Cambiano combina design puro e d’avanguardia e ricerca ingegneristica. Con una grande attenzione all’ambiente, sia nella motorizzazione che nella scelta dei materiali. La scelta del nome è legata alla città che ospita la sede principale del gruppo. “Nel 2012 – spiega il Presidente Paolo Pininfarina – ricorre un doppio anniversario: i 30 anni del Centro Stile, insediatosi a Cambiano nel 1982 come “Pininfarina Studi e Ricerche”, e i 10 anni del Centro Engineering, inaugurato nel 2002 per aggiungere alle competenze di stile e progettazione/produzione di nicchia anche quelle di ingegneria per conto terzi”. La Cambiano è l’espressione della nuova Pininfarina, racchiudendo in sé le competenze della Società in termini di stile, di progettazione e di ricerca nel campo della mobilità sostenibile. La Cambiano, infatti, fissa nuovi parametri di ecosostenibilità nel segmento delle vetture di lusso, vantando come proprio punto di forza una trazione elettrica che consente di avere emissioni pari a zero nel ciclo urbano e un’autonomia in elettrico superiore a quanto offerto oggi sul mercato. Grazie alla perfetta integrazione tra le attività di stile e quelle di ingegneria, il risultato è una berlina elettrica plug-in range extended che coniuga le alte prestazioni con un’abitabilità e un confort da luxury car e con l’assoluto rispetto dell’ambiente. “La Cambiano – aggiunge l’AD Silvio Pietro Angori – è la più compiuta esemplificazione della Pininfarina di oggi e degli anni a venire: ricerca stilistica volta a definire linee di tendenza atemporali, nella miglior tradizione dello stile Italiano e del design Pininfarina; innovazione tecnologica al più alto grado, concretamente applicata ad un progetto contemporaneamente avveniristico ed attuale. La Cambiano spinge in avanti la ricerca nel campo dell’ecosostenibilità. E non poteva essere diversamente per Pininfarina, che ha sempre avuto la mobilità sostenibile nel proprio DNA fino a farne, oggi, uno dei pilastri del proprio piano industriale. Questo consolidato know how tecnologico, la capacità di gestire progetti avanzati con grande flessibilità e la perfetta integrazione tra le attività di stile e quelle di ingegneria trovano la massima espressione nella Cambiano”. L’eccellenza che da 82 anni caratterizza il design Pininfarina è espressa, a Ginevra, anche dalla nuova straordinaria Ferrari, la F12berlinetta, disegnata da Pininfarina in collaborazione con il Centro Stile di Maranello. La F12berlinetta costituisce la più avanzata frontiera delle vetture sportive estreme a motore anteriore-centrale ed è la Ferrari più prestazionale di sempre. Caratterizzata da un design basato sull’equilibrio delle proporzioni, la F12berlinetta è una coupé dalla linea aggressiva e filante che, nonostante la compattezza delle dimensioni esterne, offre un livello di comfort e abitabilità altissimo. La F12berlinetta debutta a un anno di distanza da due altri gioielli disegnati da Pininfarina per Ferrari, la FF e la 458 Spider.  “I risultati ottenuti dalla FF e dalla 458 nelle due versioni coupé e spider, cui si aggiunge il debutto odierno della F12berlinetta, testimoniano che lo stile resta il fiore all’occhiello della Pininfarina e confermano il successo della storica collaborazione tra Ferrari e Pininfarina – commenta Paolo Pininfarina. Servizi di design e ingegneria, ecomobilità e brand: la nuova pelle di Pininfarina I rapidi cambiamenti che hanno avuto luogo negli ultimi quattro anni sui mercati globali, in particolare la crisi senza precedenti che ha colpito l’industria automobilistica, hanno inevitabilmente influenzato anche la fisionomia attuale della Pininfarina. Da un lato è scomparso uno dei pilastri su cui si è fondata la Società fin dalle origini, ovvero la produzione di veicoli per conto terzi. Dall’altro, sono cresciute in modo significativo le opportunità legate alla mobilità urbana a emissioni zero: Pininfarina ha intensificato la ricerca nell’ambito del trasporto ibrido ed elettrico, individuale e collettivo, facendo della mobilità sostenibile uno dei pilastri su cui fondare il piano industriale del gruppo, le cui linea guida sono state approvate dal Consiglio di Amministrazione nel dicembre 2011. In particolare, il piano prevede il rafforzamento delle attività di ingegneria e stile della Società, implementando il legame tecnico-commerciale con le società controllate in Germania ed aiutandole nella crescita, essendo queste ultime già ben posizionate in un mercato attivo ed in continua espansione (nel corso del 2011 il numero dei dipendenti delle sedi tedesche è cresciuto del 30% passando a circa 275 persone a fine 2011); l’ulteriore sviluppo delle attività di stile e di ingegneria per il mercato asiatico, anche attraverso la crescita operativa di una società controllata costituita a fine 2010 in Cina; la crescita della fornitura di servizi di stile ed ingegneria sul mercato della mobilità sostenibile facendo leva sul know-how acquisito nello sviluppo e progettazione di auto elettriche (BlueCar e Nido EV) e di autobus ibridi (Hybus); la valorizzazione delle tradizionali attività di Industrial Design e sviluppo del “Brand licensing” in partnership con parti terze, valorizzando così pienamente l’immagine ed il brand Pininfarina riconosciuti a livello mondiale. Proprio nell’ottica di ulteriormente valorizzare il brand, debutta oggi on line il nuovo sito web Pininfarina, www.pininfarina.com, un portale dinamico che fonde la semplicità e la tradizione tipiche della fruizione “analogica” degli old media con l’innovazione e l’interattività delle nuove interfacce digitali dei dispositivi mobile. Il nuovo portale racconta chi è Pininfarina, cosa fa, come lo fa e perché: ogni progetto è una storia – una design story – che, sia per l’organizzazione dei contenuti, sia per la ricchezza dei contributi grafici e multimediali, coinvolge l’utente in un viaggio affascinante tra storia e futuro, all’insegna della scoperta continua di un patrimonio ricco di conoscenze e competenze. Il nuovo sito web coincide con il lancio del primo “store on line” Pininfarina, store.pininfarina.com. Disponibile per gli appassionati del brand un ampio catalogo di prodotti di abbigliamento, accessori, valigeria, articoli in pelle, libri e modellismo, caratterizzati da quello stile unico che ha reso celebre Pininfarina nel mondo. Una ricerca dell’eleganza che trova la sua piena sintesi nella linea di abbigliamento per uomo e donna, dalle felpe alle polo fino alle giacche a vento e alle t-shirt. Non poteva mancare l’avveniristico casco Airflow, concentrato di tecnologia e design sviluppato nella Galleria del Vento Pininfarina. Per gli amanti dello stile e della comodità i prodotti di valigeria e pelletteria si contraddistinguono per funzionalità e bellezza, dando forma a una linea unica nel suo genere. Il profondo legame che da sempre unisce il brand Pininfarina al mondo delle quattro ruote è testimoniato dagli oggetti di modellismo; gli esemplari che hanno fatto la storia dell’automobile sono oggi disponibili in scala 1:10 e 1:18, dalla leggendaria Cisitalia 202 del 1947 alla Dino 206 GT del 1967, fino ai modelli più contemporanei come la Birdcage 75th, la 2uettottanta e l’ultima nata Cambiano. Al design Pininfarina è infine dedicata la collana di volumi disponibili all’interno della Collezione, per scoprire da vicino tutti i particolari di una storia che è oggi leggenda. Attraverso un lungo percorso di crescita e trasformazione, di idee e creatività, spesso anticipando i tempi e adeguandosi ai profondi mutamenti sociali, economici e tecnici sviluppatisi nell’arco di oltre 82 anni, la Pininfarina si è evoluta da azienda artigiana a gruppo internazionale in grado di porsi come partner globale dell’industria automobilistica. Oggi Pininfarina, quotata in Borsa dal 1986, ha sedi in Italia, Germania, Svezia, Marocco, Cina e Stati Uniti. Tra i clienti automotive annovera marchi prestigiosi come Ferrari, Maserati, Alfa Romeo, Volvo, Tata Motors, Chery, JAC, Brilliance. Importanti partnership sono state sviluppate negli anni anche in altri settori, con clienti come Ansaldobreda, Eurostar, Iveco, Prinoth. Da 25 anni opera, inoltre, la Pininfarina Extra, società del Gruppo specializzata in product e interior design, architettura, nautica e aeronautica, con oltre 400 progetti all’attivo. Molte delle creazioni Pininfarina sono entrate a far parte di prestigiose collezioni di musei nazionali e internazionali come il MoMA di New York, che dagli anni Quaranta ospita una Cisitalia 202 Berlinetta. Tra gli innumerevoli riconoscimenti ricevuti dal design Pininfarina in oltre 80 anni di storia, per citare i più recenti: “Louis Vuitton Classic Concept award” per Maserati Birdcage 75th; “red dot award 2008” per la Sintesi; “Compasso d’Oro 2008” per Nido; Trophée du Design 2009, China Awards 2010 per la migliore testimonianza del Made in Italy in Cina nel campo del design, Premio Legambiente 2011 per il bus ibrido Hybus. Sergio e Battista “Pinin” Farina sono, inoltre, inseriti nella celebre European Automotive Hall of Fame, istituzione creata per celebrare gli uomini che hanno fatto la storia dell’automobile.

Share.

About Author

DailyMood.it

Comments are closed.