Connect with us

On the Road

Ginevra Motor Show: un futuro di design, ingegneria, mobilità sostenibile, lusso sportivo

DailyMood.it

Published

on

18 marzo 2012

Al Salone dell’Auto debutto mondiale per la Cambiano, concept di berlina sportiva di lusso a propulsione elettrica Svelata la F12 berlinetta, gioiello Ferrari disegnato da Pininfarina Con il nuovo sito www.pininfarina.com debutta oggi lo “store on line” per gli appassionati del marchio Pininfarina Torino, 6 marzo 2012 – Al Salone dell’Automobile di Ginevra 2012 Pininfarina mette in vetrina la concept car Cambiano e la nuova Ferrari F12berlinetta. Due novità che confermano l’eccellenza di Pininfarina nel design ed esprimono il suo rinnovato profilo di business fondato sui servizi di design e ingegneria, sulla mobilità sostenibile e sulla valorizzazione del brand. Con la Cambiano Pininfarina propone un concept di berlina sportiva di lusso a propulsione elettrica. Elegante e sportiva, raffinata e confortevole, la Cambiano combina design puro e d’avanguardia e ricerca ingegneristica. Con una grande attenzione all’ambiente, sia nella motorizzazione che nella scelta dei materiali. La scelta del nome è legata alla città che ospita la sede principale del gruppo. “Nel 2012 – spiega il Presidente Paolo Pininfarina – ricorre un doppio anniversario: i 30 anni del Centro Stile, insediatosi a Cambiano nel 1982 come “Pininfarina Studi e Ricerche”, e i 10 anni del Centro Engineering, inaugurato nel 2002 per aggiungere alle competenze di stile e progettazione/produzione di nicchia anche quelle di ingegneria per conto terzi”. La Cambiano è l’espressione della nuova Pininfarina, racchiudendo in sé le competenze della Società in termini di stile, di progettazione e di ricerca nel campo della mobilità sostenibile. La Cambiano, infatti, fissa nuovi parametri di ecosostenibilità nel segmento delle vetture di lusso, vantando come proprio punto di forza una trazione elettrica che consente di avere emissioni pari a zero nel ciclo urbano e un’autonomia in elettrico superiore a quanto offerto oggi sul mercato. Grazie alla perfetta integrazione tra le attività di stile e quelle di ingegneria, il risultato è una berlina elettrica plug-in range extended che coniuga le alte prestazioni con un’abitabilità e un confort da luxury car e con l’assoluto rispetto dell’ambiente. “La Cambiano – aggiunge l’AD Silvio Pietro Angori – è la più compiuta esemplificazione della Pininfarina di oggi e degli anni a venire: ricerca stilistica volta a definire linee di tendenza atemporali, nella miglior tradizione dello stile Italiano e del design Pininfarina; innovazione tecnologica al più alto grado, concretamente applicata ad un progetto contemporaneamente avveniristico ed attuale. La Cambiano spinge in avanti la ricerca nel campo dell’ecosostenibilità. E non poteva essere diversamente per Pininfarina, che ha sempre avuto la mobilità sostenibile nel proprio DNA fino a farne, oggi, uno dei pilastri del proprio piano industriale. Questo consolidato know how tecnologico, la capacità di gestire progetti avanzati con grande flessibilità e la perfetta integrazione tra le attività di stile e quelle di ingegneria trovano la massima espressione nella Cambiano”. L’eccellenza che da 82 anni caratterizza il design Pininfarina è espressa, a Ginevra, anche dalla nuova straordinaria Ferrari, la F12berlinetta, disegnata da Pininfarina in collaborazione con il Centro Stile di Maranello. La F12berlinetta costituisce la più avanzata frontiera delle vetture sportive estreme a motore anteriore-centrale ed è la Ferrari più prestazionale di sempre. Caratterizzata da un design basato sull’equilibrio delle proporzioni, la F12berlinetta è una coupé dalla linea aggressiva e filante che, nonostante la compattezza delle dimensioni esterne, offre un livello di comfort e abitabilità altissimo. La F12berlinetta debutta a un anno di distanza da due altri gioielli disegnati da Pininfarina per Ferrari, la FF e la 458 Spider.  “I risultati ottenuti dalla FF e dalla 458 nelle due versioni coupé e spider, cui si aggiunge il debutto odierno della F12berlinetta, testimoniano che lo stile resta il fiore all’occhiello della Pininfarina e confermano il successo della storica collaborazione tra Ferrari e Pininfarina – commenta Paolo Pininfarina. Servizi di design e ingegneria, ecomobilità e brand: la nuova pelle di Pininfarina I rapidi cambiamenti che hanno avuto luogo negli ultimi quattro anni sui mercati globali, in particolare la crisi senza precedenti che ha colpito l’industria automobilistica, hanno inevitabilmente influenzato anche la fisionomia attuale della Pininfarina. Da un lato è scomparso uno dei pilastri su cui si è fondata la Società fin dalle origini, ovvero la produzione di veicoli per conto terzi. Dall’altro, sono cresciute in modo significativo le opportunità legate alla mobilità urbana a emissioni zero: Pininfarina ha intensificato la ricerca nell’ambito del trasporto ibrido ed elettrico, individuale e collettivo, facendo della mobilità sostenibile uno dei pilastri su cui fondare il piano industriale del gruppo, le cui linea guida sono state approvate dal Consiglio di Amministrazione nel dicembre 2011. In particolare, il piano prevede il rafforzamento delle attività di ingegneria e stile della Società, implementando il legame tecnico-commerciale con le società controllate in Germania ed aiutandole nella crescita, essendo queste ultime già ben posizionate in un mercato attivo ed in continua espansione (nel corso del 2011 il numero dei dipendenti delle sedi tedesche è cresciuto del 30% passando a circa 275 persone a fine 2011); l’ulteriore sviluppo delle attività di stile e di ingegneria per il mercato asiatico, anche attraverso la crescita operativa di una società controllata costituita a fine 2010 in Cina; la crescita della fornitura di servizi di stile ed ingegneria sul mercato della mobilità sostenibile facendo leva sul know-how acquisito nello sviluppo e progettazione di auto elettriche (BlueCar e Nido EV) e di autobus ibridi (Hybus); la valorizzazione delle tradizionali attività di Industrial Design e sviluppo del “Brand licensing” in partnership con parti terze, valorizzando così pienamente l’immagine ed il brand Pininfarina riconosciuti a livello mondiale. Proprio nell’ottica di ulteriormente valorizzare il brand, debutta oggi on line il nuovo sito web Pininfarina, www.pininfarina.com, un portale dinamico che fonde la semplicità e la tradizione tipiche della fruizione “analogica” degli old media con l’innovazione e l’interattività delle nuove interfacce digitali dei dispositivi mobile. Il nuovo portale racconta chi è Pininfarina, cosa fa, come lo fa e perché: ogni progetto è una storia – una design story – che, sia per l’organizzazione dei contenuti, sia per la ricchezza dei contributi grafici e multimediali, coinvolge l’utente in un viaggio affascinante tra storia e futuro, all’insegna della scoperta continua di un patrimonio ricco di conoscenze e competenze. Il nuovo sito web coincide con il lancio del primo “store on line” Pininfarina, store.pininfarina.com. Disponibile per gli appassionati del brand un ampio catalogo di prodotti di abbigliamento, accessori, valigeria, articoli in pelle, libri e modellismo, caratterizzati da quello stile unico che ha reso celebre Pininfarina nel mondo. Una ricerca dell’eleganza che trova la sua piena sintesi nella linea di abbigliamento per uomo e donna, dalle felpe alle polo fino alle giacche a vento e alle t-shirt. Non poteva mancare l’avveniristico casco Airflow, concentrato di tecnologia e design sviluppato nella Galleria del Vento Pininfarina. Per gli amanti dello stile e della comodità i prodotti di valigeria e pelletteria si contraddistinguono per funzionalità e bellezza, dando forma a una linea unica nel suo genere. Il profondo legame che da sempre unisce il brand Pininfarina al mondo delle quattro ruote è testimoniato dagli oggetti di modellismo; gli esemplari che hanno fatto la storia dell’automobile sono oggi disponibili in scala 1:10 e 1:18, dalla leggendaria Cisitalia 202 del 1947 alla Dino 206 GT del 1967, fino ai modelli più contemporanei come la Birdcage 75th, la 2uettottanta e l’ultima nata Cambiano. Al design Pininfarina è infine dedicata la collana di volumi disponibili all’interno della Collezione, per scoprire da vicino tutti i particolari di una storia che è oggi leggenda. Attraverso un lungo percorso di crescita e trasformazione, di idee e creatività, spesso anticipando i tempi e adeguandosi ai profondi mutamenti sociali, economici e tecnici sviluppatisi nell’arco di oltre 82 anni, la Pininfarina si è evoluta da azienda artigiana a gruppo internazionale in grado di porsi come partner globale dell’industria automobilistica. Oggi Pininfarina, quotata in Borsa dal 1986, ha sedi in Italia, Germania, Svezia, Marocco, Cina e Stati Uniti. Tra i clienti automotive annovera marchi prestigiosi come Ferrari, Maserati, Alfa Romeo, Volvo, Tata Motors, Chery, JAC, Brilliance. Importanti partnership sono state sviluppate negli anni anche in altri settori, con clienti come Ansaldobreda, Eurostar, Iveco, Prinoth. Da 25 anni opera, inoltre, la Pininfarina Extra, società del Gruppo specializzata in product e interior design, architettura, nautica e aeronautica, con oltre 400 progetti all’attivo. Molte delle creazioni Pininfarina sono entrate a far parte di prestigiose collezioni di musei nazionali e internazionali come il MoMA di New York, che dagli anni Quaranta ospita una Cisitalia 202 Berlinetta. Tra gli innumerevoli riconoscimenti ricevuti dal design Pininfarina in oltre 80 anni di storia, per citare i più recenti: “Louis Vuitton Classic Concept award” per Maserati Birdcage 75th; “red dot award 2008” per la Sintesi; “Compasso d’Oro 2008” per Nido; Trophée du Design 2009, China Awards 2010 per la migliore testimonianza del Made in Italy in Cina nel campo del design, Premio Legambiente 2011 per il bus ibrido Hybus. Sergio e Battista “Pinin” Farina sono, inoltre, inseriti nella celebre European Automotive Hall of Fame, istituzione creata per celebrare gli uomini che hanno fatto la storia dell’automobile.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

On the Road

“Azzurra”: moda e design all’avanguardia sulla Ferrari di Lapo Elkann

DailyMood.it

Published

on

Un colore unico, sviluppato da BASF in esclusiva per Lapo Elkann, e interni in pelle e tessuto Solaro realizzati da Foglizzo Leather per la one-off del direttore creativo di Garage Italia: la Ferrari GTC4 Azzurra è l’emblema dello stile unico e disruptive che caratterizza tutte le personalizzazioni dell’atelier milanese, risultato della contaminazione di stili e dell’incontro del mondo automotive con quello della moda, del design e dell’arte.

La Ferrari GTC4 Lusso è solo l’ultimo esemplare di una lunga tradizione di ammiraglie a 4 posti, che ha le sue radici nel lontano 1948, quando la casa di Maranello lanciò sul mercato la 166 inter. Da allora numerosi modelli si sono alternati nel settore delle “familiari” di lusso, dalla 250 GT 2+2 alla 400i, fino alle più recenti 612 Scaglietti e Ferrari FF. Il loro fascino ha conquistato anche Lapo Elkann, direttore creativo di Garage Italia, che nel 2016 ha acquistato una Ferrari 400i del 1982 per la sua collezione, a cui ha aggiunto, nel 2018, il V12 della Ferrari GTC4 Lusso.

Il blu e l’azzurro sono colori eterei associati al mare e al cielo, come simboli dell’infinito. Ed è proprio oltre questo confine che vogliamo spingerci con Garage Italia, con una approccio visionario che vuole ispirarsi a quello di Agostino Bonalumi e Paolo Scheggi, le cui opere sono presenti nello spazio di Piazzale Accursio. E’ noto che il blu e l’azzurro, oltre ad essere i miei colori, sono anche quelli della mia Italia, che ho voluto su questa Ferrari, fra gli emblemi del tricolore più conosciuti nel mondo. Con questo modello abbiamo unito, ancora una volta, il mondo della moda, del design e dell’arte a quello dell’automobile” – Lapo Elkann, Fondatore e Direttore Creativo di Garage Italia

La nuova livrea è caratterizzata dalla verniciatura della bocca frontale in Azzurro Lapo, una particolare tonalità sviluppata da R-M per Lapo Elkann all’interno del progetto The Code, che continua per l’intera lunghezza della vettura con una striscia di ispirazione racing che percorre cofano, tetto e baule. Ed è proprio il contrasto bicolore tra le due tonalità di blu il lietmotiv di questa one-off, che ritroviamo nella personalizzazione delle branchie laterali e nei cerchi, gommati Pirelli e verniciati in blu con finiture delle razze e canale interno in Azzurro Lapo, così come le possenti pinze dell’impianto frenante Brembo marchiate con il logo dell’Atelier Milanese.

All’interno i designer hanno dato pieno sfogo al loro estro creativo. L’abitacolo è infatti il cuore di questa personalizzazione, curato nella scelta dei materiali e del design da Lapo Elkann in persona. Sua la decisione di stravolgere gli schemi e di riprendere il tema del bicolore nei rivestimenti in pelle Foglizzo di tutte le superfici, enfatizzandolo ulteriormente l’effetto con una netta separazione verticale sui sedili e sul volante.

I sedili sono stati personalizzati con l’impiego di una pelle intrecciata a mano con inserti in Solaro di Scabal, realizzata appositamente per Garage Italia dagli artigiani di Foglizzo Leather che, nel 2018, daranno vita a una collezione che porterà il nome dell’hub creativo e che sarà lanciata a brevissimo: al suo interno saranno presenti diverse tipologie di intrecciati con materiali come pelle, Alcantara® e tessuti derivati dal mondo della moda.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

On the Road

La Fiat 500 compie 60 anni: ecco le versioni da record della storica vettura

DailyMood.it

Published

on

Catawiki con una gallery dedicata ricorda alcune delle più eccentriche versioni della vettura andate all’asta nell’ultimo anno.

Compie 60 anni la mitica Fiat 500, la vettura icona del boom economico del dopoguerra che dal 1957 ha fatto viaggiare milioni di italiani, valicando poi i confini nazionali per diventare un’icona del Made in Italy e dell’italianità, oltre che una star della cinematografia internazionale. Una vettura, nella mitica versione Autobianchi Bianchina, resa ancora più iconica dall’indimenticabile Ugo Fantozzi, il personaggio interpretato dall’attore Paolo Villaggio recentemente scomparso. Numerose sono state le versioni andate all’asta su Catawiki, che proprio per celebrare i 60 anni della vettura ha realizzato questa gallery con i modelli più particolari della vettura.

1. <<Un’auto bella, bella in modo assurdo>> – cit. da Zoolander 2

Si tratta della STAR assoluta tra le Fiat 500: la mitica 500 limousine, utilizzata nel film Zoolander 2 diretto e interpretato da Ben Stiller. La vettura, lunga 4 metri e creata in circa un anno di lavoro da un carrozziere abruzzese ribattezzato il “Pininfarina d’Abruzzo”, è frutto dell’assemblaggio di una Fiat 500 Giardiniera con una Fiat 500F. Andata aggiudicata su Catawiki per 40.000 euro, la vettura è un pezzo davvero esclusivo di Made in Italy che ha fatto il giro del mondo nel vero senso della parola.

2. Una vettura da Guinness – Fiat500 “Capellona”

Un’auto davvero unica entrata nel 2010 nel Guinness dei primati come “Auto più capelluta del mondo“: questa Fiat500 del 1975 è stata rivestita completamente di capelli dalla stylist Maria Lucia Mugno. Un’opera imponente che ha richiesto più di 20 giorni di lavoro e un quintale di capelli naturali provenienti dall’India con un investimento complessivo stimato di circa 85,000 euro. I capelli sono stati disinfettati, lavati, decolorati e tinti con procedimento industriale, acconciati e applicati alle superfici interne ed esterne della 500, incluso il volante! La 500, che sfoggia ora trecce bionde e scure, è stata più volte ospitata dallo Show dei Record, seguitissimo programma televisivo italiano, dove si è aggiudicata il record per auto più capellona del mondo ben due volte: nel 2010 e ancora nel 2014 grazie all’aggiunta di un cappello (sempre realizzato in capelli naturali) apposto sul tettuccio.

3. Una vera “tipa da spiaggia” – Fiat500 “Spiaggina”

Cosa c’è di meglio in questo periodo dell’anno di un’iconica Fiat 500 Spiaggina? Creata partendo da una Fiat 500F, in seguito allo smontaggio completo della carrozzeria e della meccanica si è proceduto al taglio della scocca e all’aggiunta di un telaio provvisorio per evitare variazioni all’assetto originario della vettura, per poi rimontare le parti meccaniche con ricambi nuovi o rigenerati e totale ripristino dell’impianto elettrico, utilizzando pezzi originali Fiat. Non c’è che dire, proprio “una tipa da spiaggia”.

4. Una versione per pochi estimatori – Fiat500 “Scoiattolo”

Si tratta di una vettura fuoriserie con base meccanica della 500 F e realizzata dalla trentina CAP (Carrozzeria Arrigo Perini) dal 1968 al 1973. Caratterizzata da una carrozzeria spigolosa e dalla capotte in tela “lo Scoiattolo” è stato prodotto in 200 rari esemplari.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

On the Road

Nuova Nissan Micra e Vogue Italia complici perfetti

DailyMood.it

Published

on

Nuova Nissan Micra e Vogue Italia complici perfetti
Nelle vetrine della Rinascente di Piazza Duomo a Milano

• Dopo la Design Week, un altro appuntamento a Milano per Nuova Nissan Micra
• Nella centralissima Piazza Duomo, Vogue Italia ha curato l’allestimento delle 8 vetrine della Rinascente, dedicate a Nuova Micra
• Installazioni digitali e analogiche con Micra protagonista, assieme a quattro coppie iconiche del cinema
• Installazione visibile dall’11 al 17 aprile

Dopo la Design Week, dove Nuova Nissan Micra è stata protagonista nelle giornate del fuori salone, un altro appuntamento nella città di Milano per la piccola “rivoluzionaria” di casa Nissan.

Proprio in occasione del lancio della Nuova Nissan Micra, Vogue Italia ha curato la speciale personalizzazione delle 8 vetrine della centralissima Rinascente di Piazza Duomo a Milano, per la realizzazione del più esclusivo Ambient Media mai dedicato a un’auto.

La personalizzazione è declinata in formato analogico e digitale, con 4 installazioni artistiche dedicate allo stile e al carattere audace di Nissan Micra attraverso l’interpretazione di 4 stili di tendenza che richiamano il look di 4 iconiche coppie del mondo del cinema, protagoniste di altrettante avvincenti avventure.

Pochi elementi inconfondibili rimandano a personaggi indimenticabili e alle loro storie all’insegna della complicità perfetta.

Nella vetrina digitale, un’installazione di monitor, curata da Vogue Italia, presenta una gif animata che contiene un’immagine della Nuova Nissan Micra contornata da tutti gli elementi dei look che sono presentati nella vetrina analogica accanto, dove attraverso 4 coppie di manichini e una gigantografia sono proposti gli articoli di abbigliamento e accessori in vendita nella Rinascente, per reinterpretare il completo perfetto da abbinare allo stile audace della Nuova Nissan Micra.

L’installazione curata da Vogue Italia è visibile dal 11 al 17 Aprile presso la Rinascente di Milano in esclusiva per la nuova Nissan Micra.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending