Connect with us

Sfilate

Al via la New York Fashion Week

Polici Francesca

Published

on

Al via la New York Fashion Week che, nonostante le gravi perdite degli ultimi mesi, parte in grande stile come di consueto. Tanti, infatti, sono stati i brand che hanno deciso di volare verso destinazioni europee. I primi a dare l’addio alla Grande Mela sono stati Proenza Schouler, Rodarte, Altuzarra e Thom Browne che hanno scelto Parigi. Poi Delpozo che ha preferito invece Londra e ancora l’addio più sofferto, forse, quello di Tommy Hilfiger che invece ha optato per Milano. Cancellata anche la presentazione della nuova linea di Rihanna Fenty per Puma e, a breve, anche Victoria Beckham e Alexander Wang abbandoneranno la cosmopolita realtà newyorkese. L’ex Spice, infatti, ha deciso di celebrare i primi dieci anni della sua linea in casa, a Londra – così domenica prossima saluterà definitivamente gli States – e Alexander Wang, invece, ha annunciato di voler sfilare fuori calendario a partire dalla prossima collezione primavera estate 2019.

Nonostante le gravi perdite, però, molti sono i nomi di prestigio che New York può ancora vantare: da Tom Ford a Michael Kors, passando per Ralph Lauren e Bottega Veneta (una new entry nel panorama americano). Ed è stato proprio Tom Ford ad aprire le danze, con la sua eleganza e raffinatezza innata. E nelle sue passerelle spiccano certamente le grandi fasce con cui ha impreziosito tutti i suoi look, portandoci direttamente negli anni Ottanta. In pelle o in strass, poco cambia, le fasce del regista e designer conquistano tutti per questo effetto un po’ rock’n roll, ancora meglio se, come in questo caso, abbinati a degli orecchini oversize. Strass anche per le sue mini bag che si mischiano con il look animalier che, oltre a renderle a dir poco irresistibili, le rende anche morbidissime.
La prima ad applaudire allo stilista, l’immancabile Julianne Moore assieme al marito Bart Freundlich. L’attrice, infatti, che non si perde mai una sua sfilata, è molto intima con Tom Ford, con cui ha lavorato anche nel film A Single Man nel 2009 – un esordio alla regia di gran successo che conquistò tutta la platea del Festival di Venezia.

Jeremy-Scott-e-Gigi-Hadid-prima-della-sfilata-(Credits-Instagram)

A chiudere la prima giornata, invece, il re dell’irriverenza Jeremy Scott – anche Creative Director di Moschino. La sua nuova collezione autunno inverno 2018-2019 è un inno al kitsch, un omaggio agli anni Ottanta e un’esplosione di colore dirompente. In un’atmosfera a metà tra il futurismo e la pop-art, il geniale designer ha fatto indossare alle sue modelle parrucche a caschetto con frangia dai colori più disparati: gialle, viola, verdi e azzurre nella tonalità più fluo che si potessero ottenere. Le super top model Gigi Hadid, Stella Maxwell e Grace Elizabeth hanno ricordato con una certa verosimiglianza le splendide Natalie Portman in Closer di Mike Nichols (2004) e Scarlett Johansson in Lost in Translation di Sofia Coppola (2003). Il fluo, però, non è stato l’unico aspetto della sfilata a spiazzare, anche i suoi super high boots – che ricordano in parte la linea di un moon boot – hanno sbalordito davvero tutti.

Ma una Fashion Week che si rispetti non è solo passerelle ma anche party e gala, specie nella Grande Mela. E il primo è stato, come sempre, l’amfAR Gala che ogni anno raduna al Cipriani Wall Street le stelle della moda e dello spettacolo per la lotta contro l’AIDS. Tra le dive che hanno partecipato al party: Coco Rocha, Delilah Belle, Elsa Hosk, Heidi Klum, Jessica Hart, Marianne Fonseca, Nina Agdal, Sara Sampaio e Sistine Stallone.

Tra gli eventi più attesi dei prossimi giorni, invece, c’è sicuramente l’evento del movimento Time’s Up – che dopo i Golden Globe arriva anche alla Fashion Week – e il debutto di Bottega Veneta.

Insomma, ne vedremo delle belle.

di Francesca Polici per DailyMood.it

Copertina: Christian Cowan NYFW FW18

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove + quindici =

Sfilate

Oscar de la Renta perfeziona lo Strappy Sandal per l’autunno 2018

DailyMood.it

Published

on

Laura Kim e Fernando Garcia al timone come co-direttori creativi della maison, hanno dimostrato di comprendere appieno il DNA del Design e lo hanno manifestato ampiamente nelle due ultime collezioni.

Per la Fall Collection 2018, il duo ha dato ampio spazio agli outfit femminili e un po’ meno alle calzature, concentrandosi su un sandalo minimale realizzato alla perfezione in pelle scamosciata nera e in altre versioni in velluto colorato, rosso e giallo dorato, e una versione bianca e in raso rosa.

Sebbene la collezione mantiene l’imprinting di de la Renta, nelle silhouette con vita attillata, abiti lunghi e sognanti, ricami floreali e gonne in chiffon, presenta anche alcuni particolari nati dalla mente creativa di Kim e Garcia : polsini oversize per uomo (ricamato e ingioiellato di paillettes) che fanno capolino da soprabiti e lunghe tuniche bianche, entrambe infuse sottilmente nella collezione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

Tom Ford Fall 2018: New York Fashion Week

DailyMood.it

Published

on

Il massimalismo è tornato nella sorprendente prepotenza degli anni ’80. La FW Collection 2018 di Tom Ford lo ha ampiamente affermato. In passerella Colori al neon, stampe leopardata e zebrate su leggins super aderenti, spalle ampie e larghe fasce nei capelli.
E ancora tute nere, maglie metallizzate e il motivo leopardato lo si ritrova su abiti, calzamaglie, tutto rigorosamente monocromatico.
Gli ‘anni 80 sembrano essere tornati in voga, e sono stati d’ispirazione per molti designer.
Forse l’espressione di un pensiero: la donna è forte, decisa, sa quello che vuole !
In una società basata sul dolore che le donne provano e continuano a sopportare, forse le spalle ampie e la sartorialità precisa di un abito Tom Ford sono proprio ciò che dobbiamo vedere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

Da Bottega Veneta a Ralph Lauren, ecco i migliori trend lanciati dalla New York Fashion Week

Polici Francesca

Published

on

Prosegue la settimana della moda nella Grande Mela che ha visto nei giorni scorsi il debutto più atteso, quello della maison italiana Bottega Veneta. La griffe ha esordito all’American Exchange di Trinity Place – che per la prima volta è stato teatro di una sfilata – in concomitanza con un altro grande debutto, quello dell’enorme flagship della maison (cinque piani distribuiti su una superficie di ben 1400 metri quadri con tutte le collezioni del marchio, dall’abbigliamento alla gioielleria, fino al design).

Il Trinity Place, quindi, è diventato lo scenario del modernismo italiano – con una splendida scenografia realizzata dal pluripremiato e stimato Scott Pask – in cui si sono succedute le passerelle delle top model più ambite del momento.

Per la prossima stagione autunno inverno 2018 – 2019, Bottega Veneta ha puntato sui capispalla in stile animalier dai tessuti morbidi e caldi.

Per la donna in carriera, invece, largo ai classici tailleur pantalone ma dalle tinte sgargianti ed energiche come l’arancione.

La giovanissima Kaia Gerber (figlia di Cindy Crawford), invece, ha sfoggiato un elegantissimo abito in seta dalla stampa ispirata all’Art Nouveau di Louis Comfort Tiffany.

Irina-Shayk–per-Bottega-Veneta-(Credits-JP-Yim,-Getty-Images)

Ma la vera scoperta sono stati gli abiti lucidi in grigio perla con raffinatissimi volant sulla gonna e i lunghi abiti in velluto – specie quello color senape indossato dalla bellissima Irina Shayk, che ci ha mostrato come il velluto continuerà ad essere un must have anche nelle prossime stagioni, e quello total black indossato da Gigi Hadid, che ha chiuso la sfilata.

E, ancora una volta, ha trionfato lo sportswear in una splendida fusione con lo street-style, in un particolarissimo urban mood, nelle passerelle di Alexander Wang. Lo spazio era asettico e minimal nel bel mezzo della location più caotica del mondo, Times Square, all’interno degli ex uffici di Condé Nast. L’enorme open space dalle atmosfere cupe si è ben conciliato con il tocco futurista di questa collezione – come se fossimo stati catapultati direttamente sul set di Matrix – in cui a farla da padrone è stato il total black con inserti di pelle.

Ma la New York Fashion Week è stato teatro di esordi e di adii. Ed ecco allora l’ultima passerella dell’ex Spice Victoria Beckham che, nel celebrare i suoi dieci anni di attività, si è apprestata a salutare le passerelle newyorkesi, all’interno di uno scenario sfavillante e raffinato nell’Upper East Side, per volare a Londra.

Lontana ormai dallo stereotipo super sexy degli inizi – in perfetta continuità con il suo stile da “Posh Spice” – la silhouette portata in scena dalla Beckham è stata quella di una tenuta da giorno

Victoria-Beckham-(Credits-Getty-Images)

estremamente elegante e sobria, dai tagli sartoriali moderni e compatti che ha saputo giocare con un volume a tratti oversize, diventando sofisticata espressione della femminilità. Il tutto, però, senza rinunciare alla comodità, come dimostrato dalle scarpe piatte con punta quadrata che non si può fare a meno di desiderare.

E poi via verso mete esotiche, sognando l’acqua cristallina delle spiagge della Giamaica sulle note di Bob Marley. Questo il mood della nuova collezione primavera estate 2018 di Ralph Lauren, tra gli stilisti che ancora portano alto il nome della Fashion Week newyorkese. L’ispirazione della collezione, infatti, è nata proprio dalla voglia di condividere i colori del rifugio dello stilista sull’isola. Largo a long dress dalla vita aderente e la gonna ampia, quindi, che ritraggono i colori del paese caraibico. Non solo Giamaica, però, la collezione di Ralph Lauren ha alternato le bandiere giamaicane alle stampe nautiche, esplorando tutte le sfumature cromatiche dell’azzurro in perfetto equilibrio con intensi bianchi.

Una settimana della moda ricchissima, insomma, che ci ha mostrato quali saranno i trend che detteranno le regole durante le prossime stagioni. Intanto, ci prepariamo al gran finale…

di Francesca Polici per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending