Connect with us

Collezioni Donna

Collezione Dior Cruise 2018

DailyMood.it

Published

on

L’11 maggio nella riserva naturale di Upper Las Virgenes Canyon, Maria Grazia Chiuri ha svelato la sua collezione crociera 2018 per Dior.

Maria Grazia Chiuri ha scelto un luogo selvaggio in cui la natura regna sovrana per presentare la sua collezione crociera 2018 per la Maison. Le donne Dior immaginate dalla Direttrice Artistica sfilano al ritmo delle percussioni tra le tende di tela e di legno in cui sono alloggiati gli ospiti, con la terra arida del deserto a mo’ di passerella e l’immensità delle colline sullo sfondo.
Un vero e proprio ritorno alle origini, che si rivela in ogni silhouette. Ritorno alle origini dell’umanità e della femminilità, per ritrovare l’epoca in cui si traeva una forza magica dal contatto con gli elementi: un motivo di pitture rupestri, ispirato a un foulard immaginato da Christian Dior nel 1951, viene così declinato su degli abiti in jacquard di seta, rivisitato su maglie grosse, dipinto su capi in crosta di pelle dall’aspetto grezzo, o ancora ricomposto a partire dalle nuance naturali della pelliccia. Inoltre, spiccano impronte di mani ricamate di paillette, che evocano la saggezza femminile e selvaggia degli sciamani. E sono proprio le tonalità di questi disegni primitivi a colorare tutta la collezione, dall’ocra fino al marrone, passando per il sabbia, il kaki e il rosso. Queste sfumature in cui si ritrova tutta la forza della terra, sono anche quelle del deserto americano, un paesaggio in cui, meglio che in qualunque altro posto, ci si può ritrovare riprendendo una forma di istinto. I ricami di fiori del deserto che impreziosiscono gli abiti in tulle evocano questo intuito salvatore, così come gli omaggi alla cultura dei nativi americani, che si ritrovano nelle stoffe a righe multicolori, nei patchwork di pelle, nelle frange e nell’utilizzo delle piume, che, trasformate dal savoir-faire degli atelier, diventano ricami all-over su gonne o borse.
Questo ritorno alle origini, in cui la femminilità è investita da tutta la potenza degli elementi naturali, costituisce anche un ritorno alle origini della Maison. Maria Grazia Chiuri si ispira al patrimonio di Dior per parlare meglio alle donne di oggi: l’emblematico tailleur Bar del 1947 è rivisitato in maniera inedita, in jeans o con un top in maglia a volant indossato su una gonna d’ispirazione preistorica; le frange del completo Bon Voyage del 1948 sono trasposte in maniera moderna sul fondo dei cappotti, sul bordo delle maniche, o ricoprono interamente il capo, come su una tunica in maglia bianca. Ed è in queste silhouette ispirate alla forza bruta della natura che traspare tutta la magia del savoir-faire degli atelier, attraverso la finezza dei ricami, le abilità di tessitura della rafia, il trattamento della maglia, o ancora le sperimentazioni sulla pelliccia… Creazioni dallo spirito primitivo ma al tempo stesso delicato, selvaggio, ma Dior.
Tratti distintivi della collezione
– Jacquard
Il jacquard è riconoscibile per il suo motivo composto da due insiemi di fili intrecciati posizionati su un telaio: quelli verticali – i fili di catena – e quelli orizzontali, i fili di trama. Su diverse silhouette, i motivi rupestri sono stati realizzati in jacquard di seta con un effetto grezzo per avvicinarsi il più possibile all’ispirazione selvaggia della collezione crociera 2018 della Maison. Grazie a questa tecnica di tessitura, il sotto è bello quanto il sopra.

– Ricami
Perle, rafia, pompon, paillettes, applicazioni di tessuto… Gli atelier della Maison hanno rivisitato le tecniche amerindie per realizzare i ricami della collezione crociera 2018 immaginata da Maria Grazia Chiuri.

Fiori del deserto
Si ritrovano stampati su un abito camicia, come in questo caso, oppure ricamati su tulle: i fiori del deserto, simbolo di una femminilità selvaggia, hanno fornito alla Direttrice Artistica Maria Grazia Chiuri l’ispirazione per la sua prima collezione crociera per la Maison.

– Piume
Applicate a migliaia su gonne e abiti, le piume che si ritrovano su alcune silhouette della collezione crociera 2018 di Dior creata da Maria Grazia Chiuri rispecchiano la collezione: un incontro tra ispirazioni primitive e raffinatezza couture.

– Plissé
Le pieghe dei lunghi abiti fluidi della collezione crociera 2018 sono realizzate in atelier che utilizzano supporti in cartone secondo la tecnica tradizionale di plissettatura.

– Merletto
Questa tecnica di ricamo senza supporto, in cui i motivi sono legati tra loro dal filo, è stata utilizzata dagli atelier della Maison per raffigurare fiori e ottenere giochi di trasparenze sulle creazioni della collezione crociera 2018.

Accessori
Con i suoi abiti vaporosi, la donna Dior indossa stivaletti stringati rivisitati: si tratta di un nuovo tipo di anfibi, femminili, che allungano la silhouette. Seguono questo spirito informale anche i sandali alla schiava in pelle spessa o i delicati sandali decorati da piume colorate che ne completano lo stile.

I gioielli della collezione crociera 2018 di Dior sono un invito alla scoperta, come una serie di amuleti provenienti da diversi viaggi che si vogliono tenere come portafortuna. Sono anelli ornati da pietre naturali, bracciali argentati o dorati con incisi quadrifogli o altri simboli feticci della Maison. Ma sono anche bracciali impreziositi da un “Christian Dior J’adior” che si raccolgono intorno ai polsi.

Dopo lunghe ricerche, il cappellaio britannico Stephen Jones è riuscito a identificare il modello originale del cappello che era solita indossare l’artista americana Georgia O’Keeffe, una delle fonti di ispirazione della collezione. L’ha rivisitato in una serie di versioni decorate da un motivo di pitture rupestri e in un modello in paglia, ornato da turchesi, coralli e perline.

Per questa collezione presentata nel cuore di una riserva protetta californiana, le borse della Maison si declinano in tonalità calde, organiche e terrose, rispecchiando l’emblematica tela Dior Oblique che appare in un modello marrone inedito. Intessute e decorate con gioielli argentati, le grandi borse a tracolla sono rivisitate in versioni colorate che ricordano l’arte artigiana delle tribù degli indiani d’America.

Crediti Editoriali e Immagini: ©Dior.com

I LOOK

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

GLI OSPITI

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 4 =

Collezioni Donna

Chanel Collection Métiers d’art Paris-Hamburg 2017-18

Published

on

Karl Lagerfeld ha scelto Amburgo e l’Elbphilharmonie per presentare la nuova Collection des Métiers d’art de CHANEL.
Edificio straordinario progettato dagli architetti Jacques Herzog e Pierre de Meuron, questa sala da concerto si trova nel mezzo del fiume, un collegamento futuristico con il porto industriale della città. Situato su una base di mattoni tipici di Amburgo, che ricorda un ex magazzino, è avvolto in un edificio di vetro alto 110 metri e il tetto ricurvo come un’onda. Sia futuristico che autentico, questa impresa architettonica è stata inaugurata all’inizio di quest’anno.
Passato, presente e futuro. Tre unità temporali che ispirano Karl Lagerfield per questa collezione Paris_Hamburg.
Una rivisitazione totale del guardaroba della marina mercantile è alla base della collezione. Rivisita pantaloni, caban, Se l’ombra di Gabrielle Chanel – lei che ha rubato agli uomini lo stile marinaro e il caban – non è lontana, Karl Lagerfeld espande ulteriormente questo vocabolario del maschile / femminile moltiplicando i dettagli e reinventando i codici della maison per creare un atteggiamento unico, audace, sicuro di sé e ultra femminile. È una linea pura e slanciata, un ritmo scandito da marinai, giacche più o meno appoggiate, cappotti lunghi, minigonne o pantaloni extra larghi.

Il tweed è accompagnato da lana, cashmere o flanella, crepe di seta alternate a mussole o jersey dal taglio discreto. I motivi della tessitura sono ispirati ai mattoni degli edifici che circondano le banchine del porto o alle sovrapposizioni di contenitori multicolori arrivati da carichi, i bottoni prendono la forma di preziosi bulloni, le trame dei fili di lana si trasformano in corde lanuginose. Piume, ricami, strass, madreperla e perle richiedono una serata elegante all’Elbphilharmonie. Nero, beige, grigio o blu scuro, color mattone, schegge dorate o rosse, strisce da tennis o marinières compongono una tavolozza tesa e minimalista. La Parigi di Chanel, più che mai, unita alle sfumature arancioni dell’architettura di Amburgo.

Svasata, la giacca Chanel, diventa Caban, i pantaloni prendono lo stile dei marinai con una banda laterale e la gonna diventa “la gonna da marinaio” come la chiama Karl Lagerfeld.
L’iconico tailleur di tweed è adornato da un collo da marinaio annodato con una cravatta da regata, abbinato ad una minigonna. Un altro rivisto in cashmere, con colletto chiuso con un fili di perle. I tailleur con i pantaloni in lana a righe verticali o orizzontali sono chiusi con un colletto ufficiale e polsini aperti su un trompe-l’oeil di piqué di cotone bianco. Lo spencer del capitano riscalda un’ampia tuta. la sua lunga redingote è realizzata in velluto a coste o in tweed lavorato a maglia. Giacche, cappotti, pantaloni, tutto riprende dettagli e particolari di questo particolare stile maschile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per la serata da trascorrere all’’Elbphilharmonie, sorprendono gonne e giacche realizzate in tweed e oro e nero satinato. Pizzo, chiffon, perle e paillettes, adornano pantaloni, giacche e gonne.
Miniabiti e abiti lunghi vengono reinterpretati dando vita a qualcosa di unico e sorprendente.

Per quanto riguarda gli accessori, la borsa da marinaio fetish è incuneata saldamente sulla spalla, pronta per un lungo viaggio in mare. Karl Lagerfeld indossa la borsa GABRIELLE di CHANEL con un elegante tweed a quadri che riprende i colori dei mattoni nella città di Amburgo. Le ancore marine riprodotte su orecchini e spille mentre le loro catene diventano ponticelli e i braccialetti sono improvvisati funi di barche.

Con questa collezione, Karl Lagerfeld parla di aspetto e attitudine. Il maschile è più femminile che mai.
La donna CHANEL, unica, si distingue inevitabilmente: «mettez une femme en noir ou en blanc dans une soirée et on ne voit qu’elle», affermava Gabrielle Chanel. Ad Amburgo, Karl Lagerfeld aggiunge mistero e profondità. In tutta eleganza.

Numerosissime le personalità presenti: le ambasciatrici CHANEL Kristen Stewart (volto del profumo GABRIELLE CHANEL), Lily-Rose Depp (volto del profumo N ° 5 Eau), Tilda Swinton, Rinko Kikuchi, Marine Vacth (volto della collezione Cruise 2017/18) e Anna Mouglalis, l’attrice inglese Kaya Scodelario e l’attrice australiana Phoebe Tonkin, la supermodella tedesca Tatjana Patitz, le attrici tedesche Marie Baumer, Hannah Herzsprung, Johanna Wokalek e Sandra Hüller, l’attore tedesco Lars Eidinger e Il regista Tom Tykwer. Sul palco, il violoncellista, compositore e produttore londinese Oliver Coates ha suonato un’opera originale creata appositamente per la sfilata.
Credits Image: ©Chanel

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Collezioni Donna

L’arte del rinascimento incontra la moda contemporanea nella collezione Nadya Dzyak SS18

DailyMood.it

Published

on

Il Rinascimento, uno dei periodi più brillanti della storia europea, ha impressionato e ispirato un team creativo del brand NADYA DZYAK per realizzare un look book artistico in grado di costruire un ponte tra il moderno prêt-à-porter e l’affascinante patrimonio del 14 ° -17 ° secolo. L’arte rinascimentale segna una rinascita culturale alla fine del Medioevo e l’ascesa del mondo moderno.

Una Madonna, una giovane principessa, dee e belle signore di Firenze sono diventate nuove muse per il designer. «Abbiamo cercato di immaginare come le donne bellissime dei capolavori di Sandro Botticelli, Raffaello Santi, Leonardo da Vinci, Domenico Ghirlandaio, Bernardino Luini e altri potessero indossare abiti contemporanei». La tenerezza, la purezza e la dignità sono i codici principali di queste opere d’arte e della nuova collezione Primavera-Estate di Nadya Dzyak.

concept|Fashion Office
illustrations|art-twins Ponomarenko
art| Sandro Botticelli, Raffaello Santi, Leonardo da Vinci, Antonio del Pollaiuolo, Carlo Crivelli, Lucas Cranach der Ältere, Piero di Cosimo, Pietro Perugino, Agnolo Bronzino, Domenico Ghirlandaio, Bernardino Luini
photo|Denis Manokha
style|Zhenya Primachenko

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Collezioni Donna

La Capsule Collection I Want Choo Cruise 2018: preparatevi a sognare!

Polici Francesca

Published

on

Se avete amato Carrie Bradshaw, la celebre protagonista di Sex and the City (interpretata dalla bravissima Sarah Jessica Parker) e anche voi siete delle fashion addicted come lei, non potete non aver desiderato almeno una volta nella vita un paio di Jimmy Choo. Altro che diamanti, dagli anni Novanta – cioè da quando la maison ha iniziato a dominare la scena internazionale della moda – le Jimmy Choo sono diventate i nuovi oggetti del desiderio di ogni donna. Tutte le vogliono, tutte le desiderano. Lo sa bene anche Michael Kors che, infatti, ha da poco acquistato la casa di moda già diventata mitica.

E proprio da questo spirito nasce la nuova capsule collection I want Choo per la Cruise 2018. Sandra Choi, creative designer del brand, subito dopo la presentazione della collezione primavera estate 2018, ha realizzato una collezione che è un vero tributo alla femminilità, tra piume, pelli e cristalli.

Testimonial della capsule collection, Cara Delevigne, uno dei volti più noti e popolari del momento sia nel mondo del cinema che in quello della moda. L’attrice e top model britannica, ben interpreta l’essenza della collezione, mostrando e trasmettendo passione e sensualità ma con quel tocco di irriverenza ed anticonformismo che è diventato negli anni il segno distintivo del marchio.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio quali sono le scarpe e gli accessori destinati a far sognare le fashion addicted di tutto il mondo. Partiamo subito con i Brandon, gli stivaletti con calzino – che quindi continueranno a fare tendenza – disponibili sia bianchi che neri e con un riconoscibilissimo “I Want Choo” lungo il tallone.

E ancora stivaletti con i soffici Dalton che grazie alla pelliccia di volpe vi terranno calde anche nelle giornate di freddo più rigido – immancabile, anche qui, la scritta “I Want Choo” posta sul retro delle scarpe.

Prosegue la “Sneaker mania” del momento con le Miami, comodissime e irresistibili con la fascetta “I Want Choo” sulla linguetta frontale.

E poi ci sono le borse, più che mai trendy. A partire dalla raffinatissima Lockett City in oro e nero con dettagli in pelliccia, da usare durante il giorno mettendo la tracolla removibile dove troviamo il claim “I Want Choo”, e per una serata elegante come comoda pochette; fino alla luccicante Candy, una clutch dai bordi asimmetrici con il claim nero che fa molto Pop Art!

Insomma, un’esplosione di eleganza e freschezza, in pieno stile Jimmy Choo, che oltre a conquistare le solite note – dall’ex First Lady Michelle Obama alla celebrity Lady Gaga, da sempre fan affezionatissime del marchio – si appresta a fare breccia nei cuori di un po’ tutte le donne. Quindi, uomini ora sapete cosa regalarci!

di Francesca Polici per DailyMood.it

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending