A Parigi la presentazione pubblica di una delle più importanti evoluzioni dei segnatempo, che combina alta tecnologia e design

0

07 settembre 2012

Una storia particolare. Una storia più che centenaria. Era il 1889. All’Esposizione Universale di Parigi. Una “première”. Il celebre movimento «Tourbillon con Tre Ponti d’Oro» riceve gli onori, nonché una medaglia d’oro all’Esposizione, lasciando il segno Girard-Perregaux nel XX secolo. E successivamente. Nel XXI secolo, Girard-Perregaux ha festeggiato la Ville Lumière. Ed il mondo.

Ed i giovani talenti. Parigi, terza tappa del grande tour iniziato lo scorso maggio a New York, passato poi da Pechino in giugno, ha messo in mostra i nuovi volti della Tradizione dell’Alta Orologeria. Sono giovani. Giovani e già celebri orologiai. Giovani ed infinitamente nella loro epoca. L’evento si è svolto presso Christie’s. Casa d’aste più che bi-centenaria. Come l’Avenue Matignon dove si è tenuto. Come Girard-Perregaux.

L’ARTE DI SEGNARE IL TEMPO

Lo scrigno Christie’s ha accolto «L’Arte di Creare il Tempo». Una selezione di pezzi eccezionali del Museo Girard-Perregaux di La Chaux-de-Fonds, la più grande e mai presentata in Francia. Dalle creazioni originali dei «pionieri» alle più contemporanee, accuratamente orchestrate per invitare ad un viaggio didattico attraverso il tempo e la sua misurazione, gli eventi, i personaggi, le principali correnti artistiche della storia moderna. Un’esposizione interattiva e dei seminari introduttivi, che sono stati proposti ogni giorno al pubblico per rivelare i misteri e le tecniche dell’Alta Orologeria.

L’ARTE DI SEGNARE UN’EPOCA

Girard-Perregaux ha una nuova generazione di orologiai. Il cambio rimarrà registrato nel lignaggio dei maestri orologiai e nel tempo. Otto giovani orologiai sono associati a questo « Tour », tre dei quali sono stati a Parigi. La passione che li anima ogni giorno nei loro atelier si combina con altre, più segrete, personali, che svolgono con lo stesso entusiasmo. Danzatrice orientale, sciatore, chitarrista o suonatore di corno delle Alpi. Delle personalità ricche, molteplici e differenti, garanzia di dinamismo creativo della marca. Dei giovani talenti sostenuti da Dominique Loiseau, leggenda dell’Alta Orologeria, che elabora un progetto d’eccezione con Girard-Perregaux.

L’ARTE DI SEGNARE LA CITTA’

Perché la creazione ed il talento dovrebbero restare chiusi dietro i muri di una Manifattura? Come a New York e Pechino, Girard-Perregaux ha posizionato dei banchi da lavoro con i suoi giovani orologiai nei posti più emblematici di Parigi per essere in linea con la cultura del bello e del vivere energicamente del suo tempo. Incontri colorati, insoliti e gioiosi.

Share.

About Author

DailyMood.it

Comments are closed.