Connect with us

Style & Luxury

Orologi: una collezione dalla linea tradizionale ed innovativa celebra cinquant’anni di eleganza

DailyMood.it

Published

on

27 luglio 2012

Per quasi 140 anni, autenticità ed esperienza sono state le parole d’ordine della Maison Piaget.

Una collezione che associa questi valori storici è oggi creata per i suoi braccialetti d’oro conferendo potenza ai codici dell’estetica.

Dal 1962, la silhouette ultra sottile associata alla flessuosità unica di questo orologio da polso ha incarnato l’arte del retro-chic.

La collezione Tradition appartiene alla storia manifatturiera dell’alta orologeria e a quelle per cui l’autenticità rimane un valore imprescindibile.

Ancora prima che nel prodotto finale, la creazione stessa dimostra gli alti standard e le finiture di qualità della Maison, la collezione simboleggia l’eccellente maestria e la fedele conservazione di un’abilità artigianale.

Un collegamento appassionato tra tecnica e creatività.

La prima impressione che il prodotto conferisce è quella dell’eccellenza. Il cinturino Tradition è ottenuto da un lavoro unico di meticoloso assemblaggio manuale e della saldatura di ogni singola congiunzione d’oro, così come delle decorazioni.

Esprime una perfetta maestria tecnica.

Il segreto di questa tecnica risiede in tre fattori chiave: l’abilità degli artigiani della Maison, il processo di assemblaggio e le rifiniture.

Oltre 108 congiunzioni sono assemblati individualmente e quindi meticolosamente posizionate per assicurare una perfetta integrazione con la cassa.

Il risultato, squisitamente rifinito, offre un comfort unico per il polso, assicurato da una fibbia integrata che reca incisa la P di Piaget.

La cassa estremamente elegante, rotonda e senza tempo della linea esiste in due misure – 26 mm e 34 mm – e in due versioni in oro rosa o bianco.

La brillante cassa da 26 mm è completata con 42 diamanti dal taglio a brillante (circa 0.6 carati), mentre 52 diamanti dal taglio a brillante (circa 0.8 carati) prestano il loro scintillio al modello da 34 mm.

Il raffinato quadrante ha la tonalità dell’argento per la versione con un ‘incastonatura di gemme e invece una tinta d’oro in quella con 290 diamanti dal taglio a brillante (1 carato) e 12 zaffiri o granate (0.1 carati) per il modello da 26 mm oppure con 492 diamanti, 12 zaffiri o granate per la versione da 34 mm.

La grandezza meccanica di questo orologio deriva dalla considerevole esperienza dei maestri orologieri della Maison nel campo degli orologi ultra-piatti, come è ormai dimostrato dal 1957, con  l’arrivo del meccanismo 9P che misura soltanto 2 mm di spessore.

Dei 29 modelli recentemente sviluppati dalla Maison, non meno di 17 sono ultra-piatti. Tra questi, il movimento a ricarica manuale 430P è stato scelto per interpretare il cuore della collezione Tradition.

Lo splendido profilo di questo movimento assicura una cassa perfettamente integrata con il cinturino, in un ensemble la cui eleganza coniuga l’alta tecnica orologiera e l’arte dell’oreficeria.

La tecnica e il design innovativi rivelano la libertà nell’esprimere la tradizione, continuando a guardare al futuro ma senza dimenticare le fondamenta della filosofia del brand.

Nata nel 1962, la collezione Tradition celebra il 50esimo anniversario in una maniera innegabilmente moderna.

Negli anni, l’eleganza ha caratterizzato i modelli del brand e continua a trovare la sua strada con la sicurezza di rimanere costantemente al passo coi tempi

Così facendo, offre la prova che una creazione può essere sia classica sia all’avanguardia, senza smettere di riflettere la perfezione e le linee guida che costituiscono l’identità di un brand.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Sfilate

Oscar de la Renta perfeziona lo Strappy Sandal per l’autunno 2018

DailyMood.it

Published

on

Laura Kim e Fernando Garcia al timone come co-direttori creativi della maison, hanno dimostrato di comprendere appieno il DNA del Design e lo hanno manifestato ampiamente nelle due ultime collezioni.

Per la Fall Collection 2018, il duo ha dato ampio spazio agli outfit femminili e un po’ meno alle calzature, concentrandosi su un sandalo minimale realizzato alla perfezione in pelle scamosciata nera e in altre versioni in velluto colorato, rosso e giallo dorato, e una versione bianca e in raso rosa.

Sebbene la collezione mantiene l’imprinting di de la Renta, nelle silhouette con vita attillata, abiti lunghi e sognanti, ricami floreali e gonne in chiffon, presenta anche alcuni particolari nati dalla mente creativa di Kim e Garcia : polsini oversize per uomo (ricamato e ingioiellato di paillettes) che fanno capolino da soprabiti e lunghe tuniche bianche, entrambe infuse sottilmente nella collezione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

Tom Ford Fall 2018: New York Fashion Week

DailyMood.it

Published

on

Il massimalismo è tornato nella sorprendente prepotenza degli anni ’80. La FW Collection 2018 di Tom Ford lo ha ampiamente affermato. In passerella Colori al neon, stampe leopardata e zebrate su leggins super aderenti, spalle ampie e larghe fasce nei capelli.
E ancora tute nere, maglie metallizzate e il motivo leopardato lo si ritrova su abiti, calzamaglie, tutto rigorosamente monocromatico.
Gli ‘anni 80 sembrano essere tornati in voga, e sono stati d’ispirazione per molti designer.
Forse l’espressione di un pensiero: la donna è forte, decisa, sa quello che vuole !
In una società basata sul dolore che le donne provano e continuano a sopportare, forse le spalle ampie e la sartorialità precisa di un abito Tom Ford sono proprio ciò che dobbiamo vedere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

Da Bottega Veneta a Ralph Lauren, ecco i migliori trend lanciati dalla New York Fashion Week

Polici Francesca

Published

on

Prosegue la settimana della moda nella Grande Mela che ha visto nei giorni scorsi il debutto più atteso, quello della maison italiana Bottega Veneta. La griffe ha esordito all’American Exchange di Trinity Place – che per la prima volta è stato teatro di una sfilata – in concomitanza con un altro grande debutto, quello dell’enorme flagship della maison (cinque piani distribuiti su una superficie di ben 1400 metri quadri con tutte le collezioni del marchio, dall’abbigliamento alla gioielleria, fino al design).

Il Trinity Place, quindi, è diventato lo scenario del modernismo italiano – con una splendida scenografia realizzata dal pluripremiato e stimato Scott Pask – in cui si sono succedute le passerelle delle top model più ambite del momento.

Per la prossima stagione autunno inverno 2018 – 2019, Bottega Veneta ha puntato sui capispalla in stile animalier dai tessuti morbidi e caldi.

Per la donna in carriera, invece, largo ai classici tailleur pantalone ma dalle tinte sgargianti ed energiche come l’arancione.

La giovanissima Kaia Gerber (figlia di Cindy Crawford), invece, ha sfoggiato un elegantissimo abito in seta dalla stampa ispirata all’Art Nouveau di Louis Comfort Tiffany.

Irina-Shayk–per-Bottega-Veneta-(Credits-JP-Yim,-Getty-Images)

Ma la vera scoperta sono stati gli abiti lucidi in grigio perla con raffinatissimi volant sulla gonna e i lunghi abiti in velluto – specie quello color senape indossato dalla bellissima Irina Shayk, che ci ha mostrato come il velluto continuerà ad essere un must have anche nelle prossime stagioni, e quello total black indossato da Gigi Hadid, che ha chiuso la sfilata.

E, ancora una volta, ha trionfato lo sportswear in una splendida fusione con lo street-style, in un particolarissimo urban mood, nelle passerelle di Alexander Wang. Lo spazio era asettico e minimal nel bel mezzo della location più caotica del mondo, Times Square, all’interno degli ex uffici di Condé Nast. L’enorme open space dalle atmosfere cupe si è ben conciliato con il tocco futurista di questa collezione – come se fossimo stati catapultati direttamente sul set di Matrix – in cui a farla da padrone è stato il total black con inserti di pelle.

Ma la New York Fashion Week è stato teatro di esordi e di adii. Ed ecco allora l’ultima passerella dell’ex Spice Victoria Beckham che, nel celebrare i suoi dieci anni di attività, si è apprestata a salutare le passerelle newyorkesi, all’interno di uno scenario sfavillante e raffinato nell’Upper East Side, per volare a Londra.

Lontana ormai dallo stereotipo super sexy degli inizi – in perfetta continuità con il suo stile da “Posh Spice” – la silhouette portata in scena dalla Beckham è stata quella di una tenuta da giorno

Victoria-Beckham-(Credits-Getty-Images)

estremamente elegante e sobria, dai tagli sartoriali moderni e compatti che ha saputo giocare con un volume a tratti oversize, diventando sofisticata espressione della femminilità. Il tutto, però, senza rinunciare alla comodità, come dimostrato dalle scarpe piatte con punta quadrata che non si può fare a meno di desiderare.

E poi via verso mete esotiche, sognando l’acqua cristallina delle spiagge della Giamaica sulle note di Bob Marley. Questo il mood della nuova collezione primavera estate 2018 di Ralph Lauren, tra gli stilisti che ancora portano alto il nome della Fashion Week newyorkese. L’ispirazione della collezione, infatti, è nata proprio dalla voglia di condividere i colori del rifugio dello stilista sull’isola. Largo a long dress dalla vita aderente e la gonna ampia, quindi, che ritraggono i colori del paese caraibico. Non solo Giamaica, però, la collezione di Ralph Lauren ha alternato le bandiere giamaicane alle stampe nautiche, esplorando tutte le sfumature cromatiche dell’azzurro in perfetto equilibrio con intensi bianchi.

Una settimana della moda ricchissima, insomma, che ci ha mostrato quali saranno i trend che detteranno le regole durante le prossime stagioni. Intanto, ci prepariamo al gran finale…

di Francesca Polici per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending