Connect with us

On the Road

Inaugurato un nuovo edificio dedicato allo sviluppo dei prototipi e delle vetture pre-serie, il primo della categoria che ha ottenuto il certificato di classe energetica A

DailyMood.it

Published

on

Automobili Lamborghini inaugura il nuovo edificio dedicato allo sviluppo prototipi e vetture pre serie.

Il primo edificio multipiano industriale di classe energetica A in Italia.

Ministro Clini: “Segnale importante della volontà di ripresa dopo il terremoto in Emilia”
Winkelmann: “Impegno ambientale e forte motivazione di rinascita”.

Automobili Lamborghini ha inaugurato un nuovo edificio all’interno del suo sito produttivo, dedicato allo sviluppo dei prototipi e delle vetture pre serie, primo edificio industriale multipiano in Italia ad essere certificato in classe energetica A.

L’inaugurazione è avvenuta alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini, del Presidente e AD di Automobili Lamborghini, Stephan Winkelmann, dell’Assessore regionale alla sicurezza territoriale, difesa del Suolo e della Costa, Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna, Paola Gazzolo, del Sindaco di Sant’Agata Bolognese, Daniela Occhiali e di numerose autorità istituzionali.

L’evento costituisce un ulteriore tassello della strategia di Lamborghini in tema di sostenibilità ambientale, avviata qualche anno fa con la realizzazione di numerosi progetti sul versante dello stabilimento e delle vetture.

Rappresenta altresì la volontà dell’azienda di lanciare un messaggio positivo di ripresa al territorio emiliano colpito dai recenti eventi sismici.

A ulteriore riprova della vicinanza dimostrata da Lamborghini nei confronti dei comuni colpiti con contributi per la ricostruzione di 5 laboratori scolastici, è stata annunciata oggi nel corso della conferenza la devoluzione di una parte dei ricavi provenienti dagli eventi celebrativi del 50° anniversario dell’azienda nel 2013 in favore della ricostruzione del patrimonio culturale e dei luoghi di culto delle zone danneggiate dal terremoto.

“Questo nuovo edificio conferma l’impegno di Lamborghini sia in tema di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica sia in termini di elevata tecnologia e innovazione con uno sguardo verso il futuro” ha dichiarato Stephan Winkelmann, Presidente e AD della Casa di Sant’Agata Bolognese.

“Gli eventi sismici che hanno recentemente colpito la nostra regione sono stati fonte di disagi, anche gravi, e hanno messo a dura prova noi, le nostre famiglie e il nostro territorio. Siamo però consapevoli che la forza di ricominciare nasce dall’impegno quotidiano e dal lavoro di ognuno di noi.

L’inaugurazione di oggi assume quindi anche una valenza simbolica di rinascita e di una forte motivazione di ripresa.”

“Inaugurare oggi, qui alla Lamborghini, nel cuore delle zone colpite dal sisma, un edificio industriale sostenibile ed antisismico è un segnale importante” ha commentato Corrado Clini, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

“E’ il segnale della volontà forte e risoluta di ripartire, di andare avanti da parte dell’Emilia e delle sue straordinarie energie imprenditoriali e professionali. E’ il segnale che, anche nelle drammatiche condizioni di queste settimane, è chiaro a chi lavora in questa terra, che il futuro si costruisce con la tecnologia, con la prevenzione e con l’efficienza energetica e con la sostenibilità ambientale.

Io sono convinto che dall’Emilia, da queste comunità così duramente segnate dalla tragedia del terremoto, da queste comunità che hanno costruito eccellenze di cui l’Italia è orgogliosa nel mondo, arriverà, anzi sta già arrivando, una spinta forte per la ripresa di tutto il paese. Una spinta che il Governo sosterrà con impegno e risorse adeguate.”

Il nuovo edificio multipiano Lamborghini, progettato in collaborazione con lo studio d’ingegneria e architettura Prospazio, è stato costruito per ottenere la Classe energetica A (consumo: ≤ 8 Kwh/m3 in un anno) ed è il primo in Italia, in campo industriale, totalmente realizzato con queste caratteristiche.

Tale risultato è ottenuto anche grazie all’utilizzo di soluzioni tecniche di ultima generazione per quanto riguarda i rivestimenti esterni.

Le facciate esterne sono costituite infatti di pareti speciali in policarbonato a triplo
strato e di pareti ventilate ricoperte di lastre ceramiche ultrasottili, create appositamente con il colore “nero Lamborghini”, che garantiscono un alto livello di isolamento termico.

Il nuovo stabile rispetta inoltre tutte le più recenti normative in materia antisismica.

L’edificio verrà successivamente dotato di un impianto fotovoltaico che garantirà l’intera copertura del fabbisogno annuale di energia elettrica, permettendogli di risultare a impatto zero di CO2.

Tale requisito diventerà uno standard per tutti i nuovi edifici di Lamborghini.

Al secondo piano dell’edificio è stata realizzata, con soluzioni tecniche d’avanguardia, una ‘mini’ linea di assemblaggio che permette di riprodurre tutte le fasi di montaggio che avvengono nella linea produttiva standard.

Questo consente un’accurata analisi delle fasi di assemblaggio dei differenti modelli di pre serie, garantendo quindi elevati standard di qualità nella successiva produzione industriale.

Sulla medesima linea sarà inoltre possibile realizzare la produzione di modelli di piccola serie, come la Sesto Elemento, il dimostratore tecnologico presentato nel 2010 al Salone dell’Auto di Parigi e che verrà prodotto in 20 esemplari.
Il 2013, anno del cinquantesimo anniversario della fondazione della Lamborghini, sarà “l’anno della rinascita”. I numerosissimi eventi organizzati in tutto il mondo per celebrare la ricorrenza, con la partecipazione di migliaia di proprietari, collezionisti e fans, assumeranno una forte di valenza di solidarietà e coscienza civica.

Lamborghini destinerà il 10% dei ricavi provenienti dalle quote di partecipazione e dalle sponsorizzazioni dei vari eventi ad un fondo per la ricostruzione di chiese e centri di aggregazione sociale e culturale.

” In quasi cinquant’anni, la Lamborghini è cresciuta in terra emiliana grazie alla dedizione ed alla passione della gente emiliana, e pur avendo assunto una dimensione internazionale rimane saldamente legata alle sue radici” ha dichiarato Stephan Winkelmann. ”

E’ quindi naturale che la ricorrenza del 2013 sia attesa e vissuta come un momento di forte attaccamento al territorio e lo sguardo rivolto con determinazione al futuro.”

Lamborghini ha impostato una strategia per l’ambiente basata sull’innovazione sia dei processi produttivi sia del prodotto, confermando gli obiettivi di ridurre del 35 per cento le emissioni di CO2 delle proprie vetture e di rendere l’intero stabilimento CO2 neutrale entro il 2015.

La realizzazione nel 2010 di un impianto fotovoltaico integrato da 17.000 metri quadrati sullo stabilimento è parte di questo impegno.

L’impianto complessivamente garantisce una riduzione di 1.552 tonnellate di CO2
all’anno.

Lo scorso anno è stato inoltre inaugurato il Parco Lamborghini, dedicato all’iniziativa “Lamborghini per la biodiversità – Progetto di ricerca Foresta di Querce”, che ha previsto la messa a dimora di oltre 10.000 giovani piante di quercia in un’area di circa 7 ettari (70.000 m2) nel comune di Sant’Agata Bolognese in Via San Benedetto.

Si tratta di uno studio sperimentale volto all’analisi delle relazioni tra piante, loro densità, clima e CO2, realizzato in collaborazione con il Comune di Sant’Agata Bolognese e le Università di Bologna, Bolzano e Monaco di Baviera.

Automobili Lamborghini è inoltre la prima azienda costruttrice di automobili in Italia ad avere ottenuto nell’ottobre 2011 la certificazione ISO 50001, che conferma il forte impegno dell’azienda verso il miglioramento costante delle prestazioni energetiche in tutti gli ambiti di attività.

Automobili Lamborghini è, inoltre, la prima ed unica azienda costruttrice di automobili in Italia ad avere ottenuto la certificazione ambientale EMAS (il regolamento EMAS è uno strumento ideato dall’Unione Europea per supportare le organizzazioni a valutare e migliorare la propria efficienza ambientale).

Tale importante riconoscimento le è stato assegnato a luglio 2009, pochi mesi dopo aver ricevuto la certificazione ISO 14001, soddisfacendo gli standard internazionali sulla gestione ambientale.

Prospazio è lo studio associato che raccoglie quasi cinquanta professionisti tra architetti, ingegneri, pianificatori, tecnici e designer attivi nella zona del distretto ceramico sassolese.

Prospazio cura l’intero processo di progettazione e direzione lavori nei settori della progettazione architettonica, dell’engeneering e della consulenza strutturale.

Il gruppo nasce dall’interazione di alcuni studi di progettazione che nel corso degli anni hanno sviluppato idee e consulenze congiunte.

Grazie alla sua articolazione, che prevede l’integrazione delle diverse specializzazioni e competenze proprie dei singoli studi fondatori, Prospazio è in grado di adeguarsi e confrontarsi con le esigenze dei suoi clienti siano essi sul territorio modenese, italiano o internazionale.

Cresciuta al centro del comparto automobilistico Modena Terra di Motori e del distretto ceramico di Sassuolo, Prospazio lavora con alcune delle eccellenze industriali del territorio, con pubbliche amministrazioni e con privati.

Eccellenza, innovazione, estetica, competenza e affidabilità: questi i valori che contraddistinguono Lea Ceramiche, l’azienda di Fiorano Modenese che progetta e
realizza materiali ceramici per rivestimento e pavimentazione.

Tra i prodotti più innovativi, Slimtech è la nuova soluzione che completa il progetto di superfici di Lea Ceramiche.

Frutto di una tecnologia di compattazione innovativa del grès porcellanato, che rivoluziona il processo produttivo tradizionale, Slimtech, la lastra ultra sottile in grès laminato di soli 3mm di spessore, viene prodotta nel formato oversize di 3mx1m.

E’ un prodotto 100% eco-compatibile: con diminuzione delle emissioni in atmosfera, un uso efficace delle risorse naturali, risparmi su trasporti e imballaggi, riduzione di scarti e rifiuti, ottimizzazione delle performance energetiche, è ideale nella costruzione di edifici a basso consumo energetico.

In particolare per l’isolamento termico degli edifici Slimtech è il materiale tecnicamente più appropriato per pareti ventilate e per sistemi di cappotti termici.

Fondata nel 1963, Automobili Lamborghini ha sede a Sant’Agata Bolognese, nel nord
est dell’Italia.

Qui vengono prodotte le auto supersportive più ambite al mondo. Con la presentazione nel 2011 dell’Aventador LP 700-4 e con il debutto al Salone dell’Auto di Pechino di quest’anno della concept car Suv Urus, Lamborghini ha segnato un nuovo punto di riferimento nella storia delle vetture supersportive di lusso.

Con oltre 120 concessionari in tutto il mondo, Automobili Lamborghini ha creato una serie ininterrotta di auto supersportive, dinamiche ed eleganti, tra cui 350 GT, Miura, Espada, Countach, Diablo, Murciélago, Reventón Coupé, Reventón Roadster, Gallardo LP 560-4 Coupé e Spyder, Gallardo LP 570-4 Superleggera e la versione aperta LP 570-4 Spyder Performante.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

On the Road

“Azzurra”: moda e design all’avanguardia sulla Ferrari di Lapo Elkann

DailyMood.it

Published

on

Un colore unico, sviluppato da BASF in esclusiva per Lapo Elkann, e interni in pelle e tessuto Solaro realizzati da Foglizzo Leather per la one-off del direttore creativo di Garage Italia: la Ferrari GTC4 Azzurra è l’emblema dello stile unico e disruptive che caratterizza tutte le personalizzazioni dell’atelier milanese, risultato della contaminazione di stili e dell’incontro del mondo automotive con quello della moda, del design e dell’arte.

La Ferrari GTC4 Lusso è solo l’ultimo esemplare di una lunga tradizione di ammiraglie a 4 posti, che ha le sue radici nel lontano 1948, quando la casa di Maranello lanciò sul mercato la 166 inter. Da allora numerosi modelli si sono alternati nel settore delle “familiari” di lusso, dalla 250 GT 2+2 alla 400i, fino alle più recenti 612 Scaglietti e Ferrari FF. Il loro fascino ha conquistato anche Lapo Elkann, direttore creativo di Garage Italia, che nel 2016 ha acquistato una Ferrari 400i del 1982 per la sua collezione, a cui ha aggiunto, nel 2018, il V12 della Ferrari GTC4 Lusso.

Il blu e l’azzurro sono colori eterei associati al mare e al cielo, come simboli dell’infinito. Ed è proprio oltre questo confine che vogliamo spingerci con Garage Italia, con una approccio visionario che vuole ispirarsi a quello di Agostino Bonalumi e Paolo Scheggi, le cui opere sono presenti nello spazio di Piazzale Accursio. E’ noto che il blu e l’azzurro, oltre ad essere i miei colori, sono anche quelli della mia Italia, che ho voluto su questa Ferrari, fra gli emblemi del tricolore più conosciuti nel mondo. Con questo modello abbiamo unito, ancora una volta, il mondo della moda, del design e dell’arte a quello dell’automobile” – Lapo Elkann, Fondatore e Direttore Creativo di Garage Italia

La nuova livrea è caratterizzata dalla verniciatura della bocca frontale in Azzurro Lapo, una particolare tonalità sviluppata da R-M per Lapo Elkann all’interno del progetto The Code, che continua per l’intera lunghezza della vettura con una striscia di ispirazione racing che percorre cofano, tetto e baule. Ed è proprio il contrasto bicolore tra le due tonalità di blu il lietmotiv di questa one-off, che ritroviamo nella personalizzazione delle branchie laterali e nei cerchi, gommati Pirelli e verniciati in blu con finiture delle razze e canale interno in Azzurro Lapo, così come le possenti pinze dell’impianto frenante Brembo marchiate con il logo dell’Atelier Milanese.

All’interno i designer hanno dato pieno sfogo al loro estro creativo. L’abitacolo è infatti il cuore di questa personalizzazione, curato nella scelta dei materiali e del design da Lapo Elkann in persona. Sua la decisione di stravolgere gli schemi e di riprendere il tema del bicolore nei rivestimenti in pelle Foglizzo di tutte le superfici, enfatizzandolo ulteriormente l’effetto con una netta separazione verticale sui sedili e sul volante.

I sedili sono stati personalizzati con l’impiego di una pelle intrecciata a mano con inserti in Solaro di Scabal, realizzata appositamente per Garage Italia dagli artigiani di Foglizzo Leather che, nel 2018, daranno vita a una collezione che porterà il nome dell’hub creativo e che sarà lanciata a brevissimo: al suo interno saranno presenti diverse tipologie di intrecciati con materiali come pelle, Alcantara® e tessuti derivati dal mondo della moda.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

On the Road

La Fiat 500 compie 60 anni: ecco le versioni da record della storica vettura

DailyMood.it

Published

on

Catawiki con una gallery dedicata ricorda alcune delle più eccentriche versioni della vettura andate all’asta nell’ultimo anno.

Compie 60 anni la mitica Fiat 500, la vettura icona del boom economico del dopoguerra che dal 1957 ha fatto viaggiare milioni di italiani, valicando poi i confini nazionali per diventare un’icona del Made in Italy e dell’italianità, oltre che una star della cinematografia internazionale. Una vettura, nella mitica versione Autobianchi Bianchina, resa ancora più iconica dall’indimenticabile Ugo Fantozzi, il personaggio interpretato dall’attore Paolo Villaggio recentemente scomparso. Numerose sono state le versioni andate all’asta su Catawiki, che proprio per celebrare i 60 anni della vettura ha realizzato questa gallery con i modelli più particolari della vettura.

1. <<Un’auto bella, bella in modo assurdo>> – cit. da Zoolander 2

Si tratta della STAR assoluta tra le Fiat 500: la mitica 500 limousine, utilizzata nel film Zoolander 2 diretto e interpretato da Ben Stiller. La vettura, lunga 4 metri e creata in circa un anno di lavoro da un carrozziere abruzzese ribattezzato il “Pininfarina d’Abruzzo”, è frutto dell’assemblaggio di una Fiat 500 Giardiniera con una Fiat 500F. Andata aggiudicata su Catawiki per 40.000 euro, la vettura è un pezzo davvero esclusivo di Made in Italy che ha fatto il giro del mondo nel vero senso della parola.

2. Una vettura da Guinness – Fiat500 “Capellona”

Un’auto davvero unica entrata nel 2010 nel Guinness dei primati come “Auto più capelluta del mondo“: questa Fiat500 del 1975 è stata rivestita completamente di capelli dalla stylist Maria Lucia Mugno. Un’opera imponente che ha richiesto più di 20 giorni di lavoro e un quintale di capelli naturali provenienti dall’India con un investimento complessivo stimato di circa 85,000 euro. I capelli sono stati disinfettati, lavati, decolorati e tinti con procedimento industriale, acconciati e applicati alle superfici interne ed esterne della 500, incluso il volante! La 500, che sfoggia ora trecce bionde e scure, è stata più volte ospitata dallo Show dei Record, seguitissimo programma televisivo italiano, dove si è aggiudicata il record per auto più capellona del mondo ben due volte: nel 2010 e ancora nel 2014 grazie all’aggiunta di un cappello (sempre realizzato in capelli naturali) apposto sul tettuccio.

3. Una vera “tipa da spiaggia” – Fiat500 “Spiaggina”

Cosa c’è di meglio in questo periodo dell’anno di un’iconica Fiat 500 Spiaggina? Creata partendo da una Fiat 500F, in seguito allo smontaggio completo della carrozzeria e della meccanica si è proceduto al taglio della scocca e all’aggiunta di un telaio provvisorio per evitare variazioni all’assetto originario della vettura, per poi rimontare le parti meccaniche con ricambi nuovi o rigenerati e totale ripristino dell’impianto elettrico, utilizzando pezzi originali Fiat. Non c’è che dire, proprio “una tipa da spiaggia”.

4. Una versione per pochi estimatori – Fiat500 “Scoiattolo”

Si tratta di una vettura fuoriserie con base meccanica della 500 F e realizzata dalla trentina CAP (Carrozzeria Arrigo Perini) dal 1968 al 1973. Caratterizzata da una carrozzeria spigolosa e dalla capotte in tela “lo Scoiattolo” è stato prodotto in 200 rari esemplari.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

On the Road

Nuova Nissan Micra e Vogue Italia complici perfetti

DailyMood.it

Published

on

Nuova Nissan Micra e Vogue Italia complici perfetti
Nelle vetrine della Rinascente di Piazza Duomo a Milano

• Dopo la Design Week, un altro appuntamento a Milano per Nuova Nissan Micra
• Nella centralissima Piazza Duomo, Vogue Italia ha curato l’allestimento delle 8 vetrine della Rinascente, dedicate a Nuova Micra
• Installazioni digitali e analogiche con Micra protagonista, assieme a quattro coppie iconiche del cinema
• Installazione visibile dall’11 al 17 aprile

Dopo la Design Week, dove Nuova Nissan Micra è stata protagonista nelle giornate del fuori salone, un altro appuntamento nella città di Milano per la piccola “rivoluzionaria” di casa Nissan.

Proprio in occasione del lancio della Nuova Nissan Micra, Vogue Italia ha curato la speciale personalizzazione delle 8 vetrine della centralissima Rinascente di Piazza Duomo a Milano, per la realizzazione del più esclusivo Ambient Media mai dedicato a un’auto.

La personalizzazione è declinata in formato analogico e digitale, con 4 installazioni artistiche dedicate allo stile e al carattere audace di Nissan Micra attraverso l’interpretazione di 4 stili di tendenza che richiamano il look di 4 iconiche coppie del mondo del cinema, protagoniste di altrettante avvincenti avventure.

Pochi elementi inconfondibili rimandano a personaggi indimenticabili e alle loro storie all’insegna della complicità perfetta.

Nella vetrina digitale, un’installazione di monitor, curata da Vogue Italia, presenta una gif animata che contiene un’immagine della Nuova Nissan Micra contornata da tutti gli elementi dei look che sono presentati nella vetrina analogica accanto, dove attraverso 4 coppie di manichini e una gigantografia sono proposti gli articoli di abbigliamento e accessori in vendita nella Rinascente, per reinterpretare il completo perfetto da abbinare allo stile audace della Nuova Nissan Micra.

L’installazione curata da Vogue Italia è visibile dal 11 al 17 Aprile presso la Rinascente di Milano in esclusiva per la nuova Nissan Micra.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending