Connect with us

Style & Luxury

Una serata di gala ha celebrato l’apertura della prima Boutique in Italia con un gala party all’insegna dell’alta complicazione

DailyMood.it

Published

on

2 luglio 2012

Una scenografia spettacolare ha fatto da cornice ad una serata indimenticabile durante la quale la Manifattura Jaeger-LeCoultre ha dato prova, ancora una volta, della propria insuperabile creatività, il suo savoir faire e la capacità di reinventarsi costantemente.

Con un gioco di luci e di proiezioni sulle pareti dello storico Palazzo Bagatti Valsecchi, che ospita ormai da tempo il prestigioso “Salumaio di Montenapoleone”, la Manifattura Jaeger-LeCoultre, punto di riferimento nell’alta orologeria ha svelato ai prestigiosi invitati, rigorosamente in grande soirée, la propria ultimissima grande creazione orologiera.

L’altissima grande complicazione Duomètre Sphérotourbillon, riportando gli ospiti alle atmosfere d’incanto caratteristiche della primissima boutique italiana della Grande Maison orologiera, la Boutique Jaeger-leCoultre in Via Montenapoleone 1, nel cuore del quadrilatero milanese della moda e del lusso.

Alle 21.30 Claudio Angè, Direttore Italia Jaeger-LeCoultre, al fianco di Erminia Cutrì, Direttore della boutique di Milano e di Jerome Favier, Sales and Trade Marketing Director della Maison di Le Sentier, ha invitato sul palco gli amici della marca.

L’Amministratore Delegato del Milan Adriano Galliani, insieme al tecnico rossonero Massimiliano Allegri, l’attore Riccardo Scamarcio, l’ex pilota Ferrari Renè Arnoux, lo chef stellato Davide Oldani, il giornalista televisivo conduttore di Matrix Alessio Vinci, il Dottor Franco Cologni e la bella Cristiana Capotondi per il consueto “taglio del nastro”, effettuato per mano dalla brava attrice nostrana.

Presenti alla serata volti noti del jet set, dello spettacolo e dell’industria, dal gallerista Renato Cardi accompagnato dalla moglie Anna, al Presidente della Fondazione Umberto Veronesi, Dott. Paolo Veronesi, l’attrice di teatro e celeberrima nerazzurra Bedy Moratti, il Presidente di Ca’ del Bosco e del Consorzio di Franciacorta Maurizio Zanella, l’ex calciatore rossonero (ed oggi bravo golfista) Daniele Massaro, “l’eclettica signora della Milano che conta”, La bella Alessia Ventura accompagnata da Domenico Zambelli, Francesco Sarcina, cantante de Le Vibrazioni, Gabriella Dompé, l’industriale Franco Beretta, l’architectural designer Patrizia Pozzi ed altri ancora.

Un menù tipicamente milanese, caratteristico dello storico locale milanese, e fiumi di champagne della Maison Louis Roederer hanno deliziato gli oltre 200 ospiti presenti alla serata.

La nuova boutique Jaeger-LeCoultre è stata concepita con tutta la cura e lo stile sobrio della Manifattura Jaeger-LeCoultre al fine di ricreare l’atmosfera serena e pacifica della Vallée de Joux in Svizzera, la culla dell’ispirazione per gli artigiani del tempo. Lo spazio fonde armoniosamente il meglio del design e dei materiali contemporanei con la simmetria, le linee rifinite e lo spirito puro del periodo Art Déco, durante il quale la creatività di Jaeger-LeCoultre ha dato vita alla sua Icona, il leggendario Reverso.

Nello spirito della Manifattura, l’autenticità è al centro dei principi di progettazione di questa boutique.

L’esperienza immediata è quella di una cultura accogliente, calda e naturale. Proprio come i migliori orologi battono a un ritmo costante, le linee verticali della boutique creano un flusso uniforme e un senso di stabilità e rassicurazione mentre scoprono la meravigliosa collezione di orologi Jaeger-LeCoultre.

Con l’apertura della prima boutique italiana, diventano 44 i punti di riferimento per collezionisti e gli amanti dell’alta orologeria.

In questo spazio esclusivo potranno conoscere e scoprire le più grandi creazioni orologiere della manifattura, come il 101, il calibro meccanico più piccolo al mondo, le Alte Complicazioni, le pendulette Atmos e le edizioni speciali create esclusivamente per le Boutiques Jaeger-LeCoultre.

Protagonista della storia dell’orologeria fin dal 1833, Jaeger-LeCoultre è la prima Manifattura della Vallée de Joux, in Svizzera. Ha svolto un ruolo pionieristico nell’unire sotto un unico tetto tutte le professioni tecniche ed artistiche, segnando una svolta nell’evoluzione dell’orologeria dell’intera regione.

Guidati dal tradizionale savoir-faire e da una costante ricerca di miglioramenti tecnici, maestri-orologiai, ingegneri e tecnici lavorano in armonia creando ogni orologio con la stessa passione.

Ogni capolavoro, eredità di 178 anni di savoir-faire, richiede la preparazione di non meno di 40 professioni e i vantaggi di tecnologie all’avanguardia, in sintonia con le più nobili tradizioni della Vallée de Joux.

Sulla base di una vasta eredità che comprende 1231 calibri e 398 brevetti registrati, Jaeger-LeCoultre rimane il punto di riferimento dell’alta orologeria.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Sfilate

Oscar de la Renta perfeziona lo Strappy Sandal per l’autunno 2018

DailyMood.it

Published

on

Laura Kim e Fernando Garcia al timone come co-direttori creativi della maison, hanno dimostrato di comprendere appieno il DNA del Design e lo hanno manifestato ampiamente nelle due ultime collezioni.

Per la Fall Collection 2018, il duo ha dato ampio spazio agli outfit femminili e un po’ meno alle calzature, concentrandosi su un sandalo minimale realizzato alla perfezione in pelle scamosciata nera e in altre versioni in velluto colorato, rosso e giallo dorato, e una versione bianca e in raso rosa.

Sebbene la collezione mantiene l’imprinting di de la Renta, nelle silhouette con vita attillata, abiti lunghi e sognanti, ricami floreali e gonne in chiffon, presenta anche alcuni particolari nati dalla mente creativa di Kim e Garcia : polsini oversize per uomo (ricamato e ingioiellato di paillettes) che fanno capolino da soprabiti e lunghe tuniche bianche, entrambe infuse sottilmente nella collezione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

Tom Ford Fall 2018: New York Fashion Week

DailyMood.it

Published

on

Il massimalismo è tornato nella sorprendente prepotenza degli anni ’80. La FW Collection 2018 di Tom Ford lo ha ampiamente affermato. In passerella Colori al neon, stampe leopardata e zebrate su leggins super aderenti, spalle ampie e larghe fasce nei capelli.
E ancora tute nere, maglie metallizzate e il motivo leopardato lo si ritrova su abiti, calzamaglie, tutto rigorosamente monocromatico.
Gli ‘anni 80 sembrano essere tornati in voga, e sono stati d’ispirazione per molti designer.
Forse l’espressione di un pensiero: la donna è forte, decisa, sa quello che vuole !
In una società basata sul dolore che le donne provano e continuano a sopportare, forse le spalle ampie e la sartorialità precisa di un abito Tom Ford sono proprio ciò che dobbiamo vedere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

Da Bottega Veneta a Ralph Lauren, ecco i migliori trend lanciati dalla New York Fashion Week

Polici Francesca

Published

on

Prosegue la settimana della moda nella Grande Mela che ha visto nei giorni scorsi il debutto più atteso, quello della maison italiana Bottega Veneta. La griffe ha esordito all’American Exchange di Trinity Place – che per la prima volta è stato teatro di una sfilata – in concomitanza con un altro grande debutto, quello dell’enorme flagship della maison (cinque piani distribuiti su una superficie di ben 1400 metri quadri con tutte le collezioni del marchio, dall’abbigliamento alla gioielleria, fino al design).

Il Trinity Place, quindi, è diventato lo scenario del modernismo italiano – con una splendida scenografia realizzata dal pluripremiato e stimato Scott Pask – in cui si sono succedute le passerelle delle top model più ambite del momento.

Per la prossima stagione autunno inverno 2018 – 2019, Bottega Veneta ha puntato sui capispalla in stile animalier dai tessuti morbidi e caldi.

Per la donna in carriera, invece, largo ai classici tailleur pantalone ma dalle tinte sgargianti ed energiche come l’arancione.

La giovanissima Kaia Gerber (figlia di Cindy Crawford), invece, ha sfoggiato un elegantissimo abito in seta dalla stampa ispirata all’Art Nouveau di Louis Comfort Tiffany.

Irina-Shayk–per-Bottega-Veneta-(Credits-JP-Yim,-Getty-Images)

Ma la vera scoperta sono stati gli abiti lucidi in grigio perla con raffinatissimi volant sulla gonna e i lunghi abiti in velluto – specie quello color senape indossato dalla bellissima Irina Shayk, che ci ha mostrato come il velluto continuerà ad essere un must have anche nelle prossime stagioni, e quello total black indossato da Gigi Hadid, che ha chiuso la sfilata.

E, ancora una volta, ha trionfato lo sportswear in una splendida fusione con lo street-style, in un particolarissimo urban mood, nelle passerelle di Alexander Wang. Lo spazio era asettico e minimal nel bel mezzo della location più caotica del mondo, Times Square, all’interno degli ex uffici di Condé Nast. L’enorme open space dalle atmosfere cupe si è ben conciliato con il tocco futurista di questa collezione – come se fossimo stati catapultati direttamente sul set di Matrix – in cui a farla da padrone è stato il total black con inserti di pelle.

Ma la New York Fashion Week è stato teatro di esordi e di adii. Ed ecco allora l’ultima passerella dell’ex Spice Victoria Beckham che, nel celebrare i suoi dieci anni di attività, si è apprestata a salutare le passerelle newyorkesi, all’interno di uno scenario sfavillante e raffinato nell’Upper East Side, per volare a Londra.

Lontana ormai dallo stereotipo super sexy degli inizi – in perfetta continuità con il suo stile da “Posh Spice” – la silhouette portata in scena dalla Beckham è stata quella di una tenuta da giorno

Victoria-Beckham-(Credits-Getty-Images)

estremamente elegante e sobria, dai tagli sartoriali moderni e compatti che ha saputo giocare con un volume a tratti oversize, diventando sofisticata espressione della femminilità. Il tutto, però, senza rinunciare alla comodità, come dimostrato dalle scarpe piatte con punta quadrata che non si può fare a meno di desiderare.

E poi via verso mete esotiche, sognando l’acqua cristallina delle spiagge della Giamaica sulle note di Bob Marley. Questo il mood della nuova collezione primavera estate 2018 di Ralph Lauren, tra gli stilisti che ancora portano alto il nome della Fashion Week newyorkese. L’ispirazione della collezione, infatti, è nata proprio dalla voglia di condividere i colori del rifugio dello stilista sull’isola. Largo a long dress dalla vita aderente e la gonna ampia, quindi, che ritraggono i colori del paese caraibico. Non solo Giamaica, però, la collezione di Ralph Lauren ha alternato le bandiere giamaicane alle stampe nautiche, esplorando tutte le sfumature cromatiche dell’azzurro in perfetto equilibrio con intensi bianchi.

Una settimana della moda ricchissima, insomma, che ci ha mostrato quali saranno i trend che detteranno le regole durante le prossime stagioni. Intanto, ci prepariamo al gran finale…

di Francesca Polici per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending