Bellezza solidale: per la festa della donna, un sapone sostiene l'emancipazione femminile in Africa

0

1 marzo 2012

Anche quest’anno L’Occitane dedica alle donne del Burkina Faso un sapone solidale in occasione della giornata nazionale della donna, l’8 marzo. Le donne del Burkina Faso celebrano questa giornata indossando abiti dai colori d’Africa con motivi diversi ogni anno. Il Sapone della festa della donna è realizzato in co-sviluppo con NUNUNA, saponificio locale, ed è frutto di un incontro tra L’Occitane e una donna del Burkina Faso, Barkissa. Questa donna iniziò a produrre saponi per aiutare la sua famiglia e fu molto determinata per sviluppare questo business. Il team L’OCCITANE affascinato dalla sua forte motivazione decise di sostenere il suo progetto, fornendo attrezzature e know-how. Nel 2011, Barkissa ha impiegato 6 donne per la produzione di questo sapone dedicato alla festa delle donne. Un sapone solidale  100% prodotto in Burkina Faso. -Il 100% dei proventi dalle vendita di questo sapone andrà alla Fondazione L’OCCITANE per finanziare la realizzazione di centri di alfabetizzazione per le donne del Burkina Faso, in collaborazione con «Aide et Action» NGO. – Prodotto dalle donne del Burkina Faso. – Composto con una contrazione del 52% di burro di karitè. – “Festa della donna” è inciso sul sapone in sei lingue. – Il pack rievoca il colore degli abiti delle donne del Burkina Faso. L’EMANCIPAZIONE ECONOMICA DELLE DONNE IN BURKINA FASO: UN IMPORTANTE CAMPO D’AZIONE PER L’OCCITANE E LA SUA FONDAZIONE
Nel 1982, Olivier BAUSSAN scopre in Burkina Faso le proprietà del burro di Karité che sarà in seguito utilizzato nella fabbricazione dei saponi e dei prodotti L’OCCITANE. È quindi una storia di più di 25 anni che ci lega al Burkina Faso. Questo legame così forte non ci poteva lasciare indifferenti davanti alle problematiche che questo paese si trova ad affrontare oggi, in primo luogo l’educazione e l’alfabetizzazione. La Fondazione ha deciso di concentrare le sue azioni verso le donne, poiché hanno spesso un ruolo maggiore nella vita locale sia a livello economico che sociale. Al fine di affrontare questo grave problema, la Fondazione L’OCCITANE dedica circa il 46% del suo budget annuale all’emancipazione economica delle donne del Burkina Faso. Aiutando nella creazione di centri di alfabetizzazione e finanziando programmi di formazione professionale, la Fondazione L’OCCITANE permette a queste donne di guadagnare un’autonomia, con ripercussioni benefiche sull’intero nucleo familiare. Finanziando dei programmi di microcredito, la Fondazione cerca anche di valorizzare le risorse locali e sostenere l’imprenditorialità femminile. Nel 2010/2011, 400 donne hanno seguito corsi di alfabetizzazione in lingua locale, 800 hanno potuto beneficiare di una formazione e 1000 donne hanno avuto accesso a programmi di Microcredito. I centri di alfabetizzazione. Dal 2006, la Fondazione ha sostenuto e accompagnato nello sviluppo 17 centri d’alfabetizzazione in Burkina Faso che hanno permesso di formare più di 1000 donne. Oggi, lavoriamo con alcuni centri per il passaggio al metodo REFLECT. Il metodo REFLECT è un metodo pratico di apprendimento, riconosciuto dal governo burkinabè, che si basa su discussioni riguardanti argomenti della vita quotidiana in modo da rendere le lezioni di alfabetizzazione più concrete. Programmi di microcredito. La Fondazione lavora con l’associazione Entrepreneurs du Monde (Imprenditori del Mondo) con il fine d’implementare programmi di prestito e di risparmio specificatamente destinati a donne senza reddito del Burkina Faso. Questo risparmio comunitario gli permette loro di avviare e sviluppare attività generatrici di reddito o di poter affrontare qualsiasi imprevisto.

Share.

About Author

DailyMood.it

Comments are closed.